laRegione
24.02.22 - 17:35

Greenpeace Svizzera, la petizione protezione oceani

Nel testo consegnato al Consiglio federale si chiede alla ministra dell’Ambiente Simonetta Sommaruga d’impegnarsi pubblicamente all’Onu in tal senso

Ats, a cura de laRegione
greenpeace-svizzera-la-petizione-protezione-oceani
Keystone
‘Si passi dalle parole ai fatti’

Greenpeace Svizzera ha consegnato oggi al Consiglio federale una petizione dal titolo "La Svizzera deve assumere le sue responsabilità per proteggere gli oceani", corredata da 16’393 firme. Nel testo, l’organizzazione ambientalista chiede alla ministra dell’Ambiente Simonetta Sommaruga d’impegnarsi pubblicamente all’Onu per una protezione efficace dei mari. Anche la Confederazione parteciperà infatti dal 7 al 18 marzo a New York ai negoziati delle Nazioni Unite per un accordo globale sulla tutela dell’alto mare, ricorda una nota di Greenpeace, che sottolinea come si tratti di un’opportunità storica per regolare la protezione e l’uso di quest’area in modo giuridicamente vincolante.

I firmatari chiedono a Sommaruga di "passare dalle parole ai fatti", visto che nel quadro della Convenzione sulla diversità biologica (Cdb), la Svizzera si è impegnata a invertire il declino della biodiversità entro il 2030. In particolare, viene auspicato dal governo elvetico un impegno a favore di una moratoria sull’estrazione mineraria in alto mare. "Aziende svizzere come Glencore e Allseas stanno progettando di estrarre noduli polimetallici a più di 4’000 metri di profondità sul fondo del mare, per il settore dell’elettronica", rileva l’Ong, secondo la quale ciò distruggerà irreparabilmente l’ecosistema di profondità, allorquando gran parte della sua fauna rimane sconosciuta agli scienziati.

Greenpeace chiede pure la creazione di aree marine protette senza alcuna attività umana, la regolamentazione rigorosa di tutte le forme di sfruttamento delle risorse oceaniche al di fuori delle aree protette, un meccanismo finanziario complementare al Fondo mondiale per l’ambiente e l’inclusione di tutta la biodiversità marina nel trattato, senza esclusioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera/Sahara occidentale
1 ora
La Svizzera nega il visto ai rappresentanti saharawi
I cinque componenti della società civile saharawi avrebbero dovuto testimoniare durante il 51° Consiglio dei diritti umani a Ginevra
Svizzera
2 ore
Läderach mastica amaro: sul deep web i dati rubati dagli hacker
L’azienda era stata vittima di un attacco informatico un mese fa. Afferma di non aver pagato alcun riscatto ai criminali informatici
Svizzera
5 ore
Disoccupazione? Per la Seco livelli mai così bassi
Situazione giudicata buona ma con dei lati negativi: manca infatti la manodopera qualificata e le aziende faticano a trovare personale adeguato
Svizzera
9 ore
Disoccupazione Seco stabile al 2,4% in Ticino
Il tasso di iscritti negli Uffici regionali di collocamento a livello nazionale è sceso sotto il 2% per la prima volta dal 2001
energia
19 ore
Gas: anche la Svizzera vuole impianti di stoccaggio
La richiesta è dell’Associazione svizzera dell’industria del gas (Asig). Il tema verrà trattato dal Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Migros: in arrivo ‘Teo’, il negozio senza personale
Vi si potrà accedere mediante carta di credito oppure un codice QR Cumulus. La casse automatiche accetteranno anche il pagamento con twint
Svizzera
1 gior
Impressum chiede aumenti salariali nei media
Sollecitato l’adeguamento delle retribuzioni in funzione dell’inflazione. ‘Non concederlo equivarrebbe a una riduzione dello stipendio’
Svizzera
1 gior
‘Io, adolescente e con la fedina penale già macchiata’
Fra i reati più commessi dai giovanissimi ci sono il taccheggio e il porto abusivo di armi, lo indica un’indagine internazionale
Svizzera
1 gior
Crescono i pernottamenti in Svizzera. Ma non in Ticino
In controtendenza rispetto a quella nazionale, nel nostro cantone in agosto la flessione è stata del 16%. Ma nel 2021 cifre ‘dopate’
Svizzera
1 gior
Covid, da lunedì quarta dose in tutta la Svizzera
Come a livello cantonale, la vaccinazione è consigliata soprattutto alle persone a rischio sopra i 65 anni e al personale sanitario
© Regiopress, All rights reserved