laRegione
pessimi-voti-a-tre-centri-di-partenza-bernesi
Keystone
Nei tre centri esaminati le donne non si sentono sicure nelle aree comuni
10.02.22 - 15:58

Pessimi voti a tre centri di partenza bernesi

La Commissione per la prevenzione della tortura è ‘preoccupata per le condizioni di vita dei bambini e delle loro famiglie’

Berna – La Commissione nazionale per la prevenzione della tortura (CNPT) è “preoccupata per le condizioni di vita dei bambini e delle loro famiglie” nei centri di partenza. È quanto emerge da un rapporto, pubblicato oggi, sulla base delle visite in tre centri del Canton Berna.

Tra maggio e agosto dello scorso anno, la CNPT ha vistato i centri di partenza di Aarwangen, Bienne e Gampelen. I primi due ospitano famiglie con bambini, ma entrambe le strutture “sono malandate e l’infrastruttura è vetusta”, indica la Commissione in un comunicato odierno, sottolineando anche che gli spazi per queste famiglie sono molto ristretti.

Violata la Convenzione sui diritti del fanciullo

Stando alla presidente della CNPT, tali condizioni non sono compatibili con la Convenzione sui diritti del fanciullo dell’ONU, poiché violano il diritto del bambino ad avere un livello di vita sufficiente – articolo 27 – così come il diritto al riposo e al tempo libero e il diritto di dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età (art. 31).

In tutti e tre i centri bernesi visitati dalla CNPT, inoltre, è emerso che le donne non si sentono sicure – soprattutto di notte – nelle aree a uso comune degli alloggi. “Le donne sole con bambini – scrive la Commissione – dovrebbero essere alloggiate separatamente dalle famiglie con membri maschili. Infine, tutte le donne e le ragazze dovrebbero avere un accesso sicuro ai servizi igienici, anche di notte, senza dover temere molestie”.

La CNPT è dell’avviso che sia necessario migliorare la sicurezza delle donne – ad esempio separando donne e ragazze dagli uomini – e l’infrastruttura in tutti e tre i centri. Raccomanda inoltre al Cantone di Berna di collocare in linea di principio i bambini e le loro famiglie in appartamenti.

Il Canton Berna si difende

La visita della Commissione è stata fatta su richiesta della Direzione della sicurezza del Cantone di Berna. Le autorità cantonali, prendendo atto del rapporto, promettono di apportare miglioramenti “dove ha senso ed è legalmente ammissibile”, scrive il Canton Berna in un comunicato, precisando che a partire da metà febbraio entrerà in funzione un centro a Worb (BE) esclusivamente rivolto a famiglie con bambini e donne sole.

Tuttavia, le autorità bernesi ritengono che la critica sulla violazione dei diritti dei bambini sia una “valutazione politica”. Inoltre, a loro avviso, tutte le proposte che violano il diritto federale – ad esempio la richiesta di occupazione o la sistemazione delle famiglie in appartamenti separati – non possono essere attuate. La Direzione della sicurezza, come “organo operativamente responsabile”, non è il corretto destinatario di queste critiche, spiega, rilanciando la palla alla Confederazione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bambini centri cnpt commissione donne famiglie partenza tortura
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
Violenti nubifragi su gran parte della Svizzera
Diversi disagi e danni a causa dei violenti temporali. Situazione critica soprattutto nel Canton Berna
Svizzera
9 ore
‘Per la tutela del clima necessaria un’altra fiscalità’
Lo dice Gioventù socialista, che lancia l’‘Iniziativa per il futuro’. Osteggiata dai Giovani liberali: ‘Attacco frontale al modello svizzero’
Svizzera
9 ore
Per Viktor Janukovyč sanzioni anche Svizzere
La Confederazione si allinea a quanto deciso dall’Unione europea: pure l’ex presidente ucraino, assieme a suo figlio, finisce sulla lista
Svizzera
11 ore
Si schianta un aliante in Vallese, muore il pilota 72enne
Il velivolo è precipitato ieri sera sul ghiacciaio vallesano del Giétro, nella Val de Bagnes
Svizzera
11 ore
Tenta una rapina in banca, ma poi si dà alla fuga
Un 25enne ceco si è presentato con un coltello allo sportello della Banca Cantonale Grigoine di St. Moritz. La polizia lo ha poi arrestato
Svizzera
11 ore
Indennità di servizio civile va calcolata su base realistica
Lo ha stabilito il Tribunale federale di Lucerna, che sconfessa una decisione del Tribunale cantonale di Basilea Campagna
Svizzera
12 ore
Dal Ticino più diretti in Romandia. Aggirando Visp
Dopo anni di lavori, il 23 settembre aprirà la circonvallazione autostradale della località vallesana. Ma per ora solo sull’asse est-ovest
Svizzera
12 ore
Ecco le contromosse per scongiurare il blackout
Via libera alle trattative per l’utilizzo di centrali elettriche di riserva. E si valuta pure l’impiego dei generatori di emergenza
Svizzera
14 ore
Caro-benzina, verso un’inchiesta e un calcolatore dei prezzi
La Commissione economia e tributi al Nazionale ha accolto una mozione per affidare alla Comco un’inchiesta su eventuali distorsioni della concorrenza
Svizzera
14 ore
Ritrovato morto l’alpinista disperso sopra Flims
Il corpo senza vita dell’uomo, segnalato disperso da qualche giorno dal canton Zurigo, è stato ritrovato ai piedi della sella del Surenjoch (Gr/Gl)
© Regiopress, All rights reserved