laRegione
04.02.22 - 16:05
Aggiornamento: 18:13

Restrizioni, preferenza per l’uscita in due tappe

Lo raccomanda la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale, che opta per la linea più cauta

Ats, a cura de laRegione
restrizioni-preferenza-per-l-uscita-in-due-tappe
Ti-Press
Un passo alla volta

Le misure per contrastare la diffusione del coronavirus dovrebbero venir revocate in due fasi. È la raccomandazione diretta al Consiglio federale adottata dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale, che punta sulla prudenza. Mercoledì, il Consiglio federale aveva in consultazione due varianti in merito ai futuri allentamenti delle misure contro il Covid-19. Con la prima variante, propone di revocare quasi tutte le restrizioni a partire dal 17 di febbraio. La seconda variante prevede invece un ritmo meno serrato, in due fasi. In un primo tempo sarebbero aboliti l’obbligo di certificato per ristoranti, eventi e strutture ricreative o culturali (l’obbligo di consumare seduti nei ristoranti rimane in vigore), le restrizioni per le riunioni private, il permesso per i grandi eventi all’aperto, e si prevede il ritorno alla regola 2G dove oggi si applica la regola 2G+ (discoteche, piscine coperte, attività sportive intensive o musica per banda). Le altre misure di protezione (2G, permesso per grandi eventi al chiuso e obbligo di mascherina) verrebbero abrogate in un secondo tempo.

Quest’ultima opzione è stata preferita dalla commissione con 12 voti a 10 e 3 astensioni, precisa una nota odierna dei servizi parlamentari. Tuttavia, la Commissione chiede al Consiglio federale – 11 voti a 10 e 3 astensioni – di mantenere per il momento l’obbligo di indossare la mascherina nei trasporti pubblici, negli ospedali e nelle case per anziani data la circolazione molto elevata del virus allo scopo di proteggere la popolazione.

La commissione ha anche approvato con 15 voti a 6 una mozione della ‘senatrice’ Eva Herzog (Ps/Bs), destinata a modificare la Legge sulle epidemie, volta a garantire la libertà di spostamento per chi vive nei pressi dei confini anche in tempi di pandemia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Per la Rega nel 2022 un numero di pazienti soccorsi da record
Le oltre 14’000 persone aiutate lo scorso anno sono la cifra più alta nei 70 anni di storia della Guardia aerea svizzera di soccorso
Svizzera
17 ore
Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale
Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
22 ore
USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro
I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
22 ore
Ginevra, Uber può continuare a operare
L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
23 ore
Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3
Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
23 ore
Penuria di farmaci, al lavoro una task force
Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
1 gior
Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento
Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
1 gior
1° febbraio: è il giorno della prova sirene
Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
1 gior
Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’
L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
1 gior
Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto
Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
© Regiopress, All rights reserved