laRegione
30.01.22 - 16:58
Aggiornamento: 21:07

Covid: Berset starebbe preparando la ‘turbo-apertura’

Secondo la SonntagsZeitung, dal 16 febbraio potremmo dire ‘addio’ a telelavoro, quarantene e l’obbligo del certificato Covid in diversi ambiti

Ats, a cura de laRegione
covid-berset-starebbe-preparando-la-turbo-apertura
Keystone

Il consigliere federale Alain Berset starebbe preparando una “turbo-apertura” dalle misure anti-Covid che secondo indiscrezioni raccolte dalla SonntagsZeitung potrebbe scattare già il 16 febbraio.

L’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito, ma secondo informazioni racimolate dal domenicale zurighese a Palazzo federale sembra chiaro che il Consiglio federale discuterà mercoledì sulla fine dell’obbligo del telelavoro e delle quarantene per le persone che sono in contatto con positivi. Questi allentamenti dovrebbero entrare in vigore da subito, scrive la SonntagsZeitung.

Mercoledì 2 febbraio, Berset intenderebbe sottoporre ai colleghi di governo anche un piano per la fine dell’obbligo del certificato Covid, comprese le regole 2G e 3G per i ristoranti, le manifestazioni culturali e sportive, i centri fitness e i grandi eventi. Sul tavolo ci sarebbe anche l’abolizione delle limitazioni per le riunioni private, mentre l’obbligo delle mascherine potrebbe essere mantenuto.

Dopo una consultazione con i cantoni, il Consiglio federale dovrebbe prendere una decisione su queste aperture nella sua riunione del 16 febbraio. E anche in questo caso la loro entrata in vigore potrebbe essere immediata.

L’Ufsp ha invece fatto sapere che la Svizzera si trova ancora nella fase di normalizzazione del modello trifase, che è ancora valido. Secondo l’Ufsp, il modello a tre fasi – protezione, stabilizzazione e normalizzazione – è tuttora utilizzato come base di pianificazione, sia nel caso di una possibile ricaduta, come pure in vista di un’ulteriore normalizzazione e di una transizione a medio termine in una fase endemica. Mancano peraltro ancora decisioni sulla gestione a lungo termine della pandemia, sottolinea ancora l’Ufsp.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
31 min
Secondo tunnel del San Gottardo: potenziale presenza di amianto
Nel frattempo sono state prese misure per proteggere i lavoratori e la popolazione, ha indicato oggi l’Ufficio federale delle strade
Svizzera
1 ora
Svizzera romanda in ‘bianco’, ecco le prime nevicate in pianura
Secondo MeteoNews, fino a domenica sono previsti tra i 5 e i 15 centimetri di neve in pianura e tra i 10 e i 50 centimetri in montagna
Svizzera
16 ore
Regolazione del lupo, Regazzi: ‘Era ora’, Gysin: ‘Andati oltre’
La modifica della legge federale sulla caccia permetterà ‘abbattimenti preventivi’. A Palazzo federale un dibattito acceso e opinioni agli antipodi
Svizzera
17 ore
Baume-Schneider, Rösti: l’en plein delle Franches-Montagnes
La regione della consigliera federale eletta esce due volte vincitrice. La ‘Question jurassienne’? Il bernese dice che lui l’aveva già chiusa
Svizzera
20 ore
Ebs, tutte le chiavi di una sorprendente elezione
Simpatica, gradita ai contadini, funzionale agli svizzero-tedeschi con gli occhi puntati sul seggio di Alain Berset. L’analisi, col politologo Georg Lutz
Svizzera
1 gior
Governo: ‘Bel regalo’ o ‘brutta sorpresa’, stampa divisa
La nomina di chi ha preso il posto di Simonetta Sommaruga fa discutere: i pro e i contro del mondo del giornalismo
Svizzera
1 gior
Tra sorpresa e preoccupazione, le reazioni dei deputati ticinesi
Elezioni dei consiglieri federali, Storni (Ps): ‘Pensavo che la questione linguistica avrebbe prevalso’. Marchesi (Udc): ‘Vedrei bene Rösti all’Ambiente’.
Svizzera
1 gior
La centrale elettrica di riserva è una priorità
La Confederazione firma i contratti con i principali gruppi che la costituiranno. A disposizione 280 MW di potenza
Svizzera
1 gior
90 anni, i bastoni da trekking e un figlio consigliere federale
Hanni Rösti non si è voluta perdere l’elezione del figlio: ‘Sono sempre di buon umore, ma oggi un po’ di più’
Svizzera
1 gior
Allarme rientrato a Palazzo federale e nelle sue adiacenze
Il dispositivo d’emergenza era scattato poco prima di mezzogiorno per un oggetto sospetto. Poi rivelatosi innocuo
© Regiopress, All rights reserved