laRegione
30.01.22 - 10:52
Aggiornamento: 15:31

‘La Svizzera non segua l’esempio di Regno Unito e Danimarca’

Il presidente della Conferenza dei direttori della sanità, Lukas Engelberger, chiede di aspettare prima di allentare le misure anti-Covid

Ats, a cura de laRegione
la-svizzera-non-segua-l-esempio-di-regno-unito-e-danimarca
Keystone

Il presidente della Conferenza dei direttori della sanità (Cds), Lukas Engelberger, chiede di aspettare prima di allentare le misure anti-Covid. Le novità annunciate venerdì dal consigliere federale Alain Berset sono a suo avviso “molto ottimiste nei toni”.

In questo modo, il Consiglio federale alimenta le aspettative, ha detto Engelberger in un’intervista al “SonntagsBlick”. Le misure hanno finora evitato un collasso degli ospedali e dovrebbero proteggere le imprese rilevanti per il sistema. “Dobbiamo aspettare con i grandi passi di allentamento fino a quando l’ondata Omicron avrà raggiunto il suo picco”.

Mascherina requisito impopolare

Il membro del governo basilese dice di comprendere perché Berset non si sia consultato con i cantoni sull’abolizione della quarantena e dell’obbligo dell’home office. L’abolizione del principio 2G (vaccinati e guariti) e l’obbligo del certificato Covid in Svizzera non possono invece essere decisi senza una consultazione.

Per Engelberger, la Svizzera non dovrebbe seguire l’esempio di Regno Unito e Danimarca che hanno abolito l’obbligo della mascherina. “L’obbligo della maschera è impopolare”, ha ammesso il presidente della Cds. “Ma rappresenta un’interferenza relativamente lieve nelle nostre libertà”.

“Non siamo ancora fuori pericolo”, ha avvertito Engelberger, sottolineando come nel suo cantone, ossia Basilea Città, l’occupazione dei posti di terapia intensiva sono stabili, mentre i ricoveri in ospedale sono aumentati di quasi un terzo nell’ultima settimana. “Il quadro complessivo è differenziato”.

“Non è come una guerra”

Engelberger ha messo in guardia contro la fretta di dichiarare finita la pandemia. “La pandemia non finisce come una guerra con un cessate il fuoco a mezzogiorno”. Si allenta, ma nuove mutazioni potrebbero anche peggiorare di nuovo la situazione.

Venerdì, il consigliere federale Alain Berset aveva ventilato la prospettiva di togliere gli obblighi di quarantena e del telelavoro già a partire dal 2 febbraio. Il ministro della sanità non ha fatto dichiarazioni concrete su altre misure di allentamento.

In un’intervista alla Radio SRF, Berset ha preannunciato consultazioni su altre misure di alleggerimento e ha parlato di “fine della fase acuta, in cui il Consiglio federale è dovuto intervenire così tanto”. Nonostante il numero molto alto di casi, non ci sarebbe attualmente una minaccia di sovraccarico del sistema sanitario.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Per la Rega nel 2022 un numero di pazienti soccorsi da record
Le oltre 14’000 persone aiutate lo scorso anno sono la cifra più alta nei 70 anni di storia della Guardia aerea svizzera di soccorso
Svizzera
16 ore
Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale
Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
21 ore
USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro
I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
21 ore
Ginevra, Uber può continuare a operare
L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
22 ore
Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3
Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
22 ore
Penuria di farmaci, al lavoro una task force
Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
23 ore
Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento
Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
1 gior
1° febbraio: è il giorno della prova sirene
Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
1 gior
Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’
L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
1 gior
Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto
Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
© Regiopress, All rights reserved