laRegione
una-persona-su-due-in-svizzera-vive-o-conosce-relazioni-tossiche
Depositphotos
25.01.22 - 14:43
Aggiornamento: 15:10
Ats, a cura de laRegione

Una persona su due in Svizzera vive o conosce relazioni tossiche

Lo rivela un sondaggio rappresentativo di Parship.ch. Un terzo delle donne e un quarto degli uomini intervistati ha vissuto relazioni di questo tipo

Una relazione di coppia non è sempre tutta rose e fiori. Anzi, stando a un sondaggio rappresentativo di Parship.ch, agenzia svizzera per la ricerca dell’anima gemella, la metà degli intervistati ha dichiarato di avere esperienza di una relazione “tossica”, in prima persona o tramite conoscenti.

Un terzo delle donne e un quarto degli uomini interpellati hanno dichiarato di aver vissuto personalmente una relazione tossica, ossia costantemente spiacevole e tendenzialmente distruttiva per chi ne è coinvolto. Il cinque per cento ha dichiarato di essere attualmente in una relazione tossica.

Secondo un comunicato odierno di Parship.ch, la fascia d’età tra i 30 e i 39 anni è più frequentemente colpita da questo genere di relazioni tra persone che non si sostengono a vicenda, dove c’è conflitto e un partner cerca di minare l’altro, dove c’è competizione, dove c’è mancanza di rispetto e di coesione.

Come caratteristiche principali delle relazioni “tossiche”, gli intervistati hanno citato violenza fisica, mania di controllo, trattamento degradante o offensivo, tentativi di manipolazione, distorsione delle verità. Ma anche gelosia esasperata, bugie regolari, sbalzi d’umore imprevedibili e accuse infondate.

Dania Schiftan, psicologa di Parship.ch, citata nel comunicato, nota fra l’altro che uomini e donne definiscono le relazioni tossiche in modo diverso. Ad esempio, l’isolamento sociale è un elemento nettamente di maggiore peso per le donne (56%) che per gli uomini (42%). “Queste differenze potrebbero essere basate su diversi modelli di ruolo tra i sessi, il che forse rende più difficile identificare una caratteristica come propriamente tossica”, aggiunge.

Quando si tratta di rompere la relazione, le donne sono due volte più propense degli uomini a dare un taglio netto. Sette donne su dieci lasciano le relazioni tossiche di propria iniziativa.

E nel due per cento dei casi il fattore decisivo da esse addotto per la rottura è stato che amici o famigliari si erano allontanati dalla coppia. Mentre per gli uomini il fattore scatenante della separazione è l’ambiente generale.

Solo il tre per cento delle donne e il due per cento degli uomini hanno cercato un aiuto professionale per la separazione.

Le relazioni tossiche non sono però necessariamente solo di tipo “romantico”. Possono esistere in qualsiasi contesto, dal parco giochi alla sala riunioni, alla sola attività in camera da letto. Esistono anche in famiglia e tra amici.

Per il sondaggio, sono stati intervistati 1’013 donne e uomini tra i 18 e i 69 anni. L’indagine è stata condotta tra aprile e maggio del 2021 in tutta la Svizzera, tranne che in Ticino.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
relazioni tossiche svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 ore
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
Svizzera
8 ore
Batosta in vista sui premi di cassa malati nel 2023
Secondo uno studio di Accenture, per coprire l’aumento dei costi della salute, in Ticino si prevede un balzo in avanti di circa il 10%
Svizzera
8 ore
Con la procedura agevolata centinaia di domande di cambio sesso
Con la riforma entrata in vigore a inizio anno per il cambiamento di sesso nel registro di stato civile non è più necessario passare da un giudice
Svizzera
10 ore
Dopo i problemi iniziali, i bipiano Ffs ora molto affidabili
All’inizio i convogli Alstom-Bombardier, il più grande appalto di sempre delle Ffs, avevano problemi di accessibilità e tecnici, in gran parte risolti
Svizzera
10 ore
Il presidente di ElCom ribadisce: possibili blackout in inverno
Werner Luginbühl, che presiede la Commissione federale dell’energia elettrica, accusa i politici di non aver ‘preso sul serio’ gli avvertimenti
Svizzera
10 ore
Maillard (Uss): disordini sociopolitici senza aumento dei salari
Il presidente dell’Unione sindacale svizzera paventa conseguenze disastrose per il mercato del lavoro e i consumi senza aumenti salariali
Svizzera
12 ore
Energia, in Svizzera aiuti economici ‘né necessari né utili’
Secondo Eric Scheidegger, capo della Direzione politica economica della Segreteria di Stato dell’economia, la Confederazione è meno colpita dal problema
Svizzera
1 gior
Povertà, in Svizzera poca differenza tra campagna e città
Sono colpite principalmente donne, famiglie monoparentali e persone con un basso livello d’istruzione
Svizzera
1 gior
Barbabietola da zucchero, previsto raccolto superiore alla media
Ha beneficiato di una primavera calda e secca. La coltura potrebbe però ridursi se nelle prossime non ci sarà sufficiente pioggia.
Svizzera
1 gior
Caldo, alluvioni... ecco come funziona il sistema di allerta
Nel caso degli avvisi meteorologici non tutti i livelli di pericolosità sono definiti per ogni fenomeno.
© Regiopress, All rights reserved