laRegione
sostegno-ai-media-diverse-personalita-si-attivano-per-il-si
Ti-Press
16.01.22 - 12:56
Aggiornamento: 14:24
Ats, a cura de laRegione

Sostegno ai media, diverse personalità si attivano per il ‘sì’

Sono oltre 100 i personaggi che hanno accolto ‘l’Appello urgente’ per una democrazia non fatta solo di opinioni, ma anche di conoscenze

“Appello urgente”, un gruppo di oltre 100 personalità note provenienti da ampi settori della società civile che si dice non associato ai partiti, si mobilita a favore del pacchetto di misure a sostegno dei media sottoposto a votazione popolare il 13 febbraio.

La democrazia ha bisogno non solo di opinioni, ma anche della conoscenza, scrive il gruppo “Appello urgente” in un comunicato odierno. E la conoscenza giornalistica ha bisogno di denaro. Il timore è che un pacchetto per i media respinto dal popolo non sarebbe – nelle attuali circostanze politiche – certamente seguito da una proposta migliore.

Il sostegno ai media non verrebbe ampliato. Altri media, specialmente quelli regionali, scomparirebbero o diventerebbero completamente dipendenti da finanziatori privati. Questa sarebbe una perdita insostituibile per la varietà della democrazia e “per noi cittadini, che ci preoccupa molto”. Di fronte al calo della pubblicità e degli abbonamenti, i media hanno bisogno di sostegno per essere in grado di svolgere “indagini rigorose”, sottolinea il gruppo.

Fra i primi firmatari dell’appello ci sono in particolare gli scrittori Alex Capus, Franz Hohler e Pedro Lenz, l’ex Ceo delle Ferrovie federali svizzere Benedikt Weibel, l’ex consigliere degli Stati ticinese Dick Marty, lo storico Georg Kreis, l’ex consigliere di Stato zurighese Markus Notter, l’ex procuratore pubblico ticinese Paolo Bernasconi e l’ex consigliera federale Ruth Dreifuss.

“Appello urgente”, secondo sue informazioni, si è già mobilitato in passato due volte a livello nazionale per combattere iniziative dell’Udc.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
appello urgente conoscenza democrazia media opinioni personalità
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
‘Sulla cybersicurezza servono regole più forti’
Secondo lo specialista Stéphane Koch, le aziende andrebbero obbligate a garantire la propria sicurezza pena essere ritenute responsabili per gli attacchi
Svizzera
1 ora
Disoccupazione Seco immutata al 2,0% a luglio, in Ticino al 2,3%
Rispetto allo scorso anno il calo è però sensibile, con il 28,7% in meno di persone iscritte nelle liste degli uffici regionali di collocamento (Urc)
Svizzera
18 ore
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
Svizzera
19 ore
Batosta in vista sui premi di cassa malati nel 2023
Secondo uno studio di Accenture, per coprire l’aumento dei costi della salute, in Ticino si prevede un balzo in avanti di circa il 10%
Svizzera
20 ore
Con la procedura agevolata centinaia di domande di cambio sesso
Con la riforma entrata in vigore a inizio anno per il cambiamento di sesso nel registro di stato civile non è più necessario passare da un giudice
Svizzera
21 ore
Dopo i problemi iniziali, i bipiano Ffs ora molto affidabili
All’inizio i convogli Alstom-Bombardier, il più grande appalto di sempre delle Ffs, avevano problemi di accessibilità e tecnici, in gran parte risolti
Svizzera
21 ore
Il presidente di ElCom ribadisce: possibili blackout in inverno
Werner Luginbühl, che presiede la Commissione federale dell’energia elettrica, accusa i politici di non aver ‘preso sul serio’ gli avvertimenti
Svizzera
22 ore
Maillard (Uss): disordini sociopolitici senza aumento dei salari
Il presidente dell’Unione sindacale svizzera paventa conseguenze disastrose per il mercato del lavoro e i consumi senza aumenti salariali
Svizzera
23 ore
Energia, in Svizzera aiuti economici ‘né necessari né utili’
Secondo Eric Scheidegger, capo della Direzione politica economica della Segreteria di Stato dell’economia, la Confederazione è meno colpita dal problema
Svizzera
1 gior
Povertà, in Svizzera poca differenza tra campagna e città
Sono colpite principalmente donne, famiglie monoparentali e persone con un basso livello d’istruzione
© Regiopress, All rights reserved