laRegione
gli-esperti-un-registro-anche-per-i-casi-di-long-covid
Keystone
16.01.22 - 09:52
Aggiornamento : 19:46

Gli esperti: ‘Un registro anche per i casi di long-Covid’

Più aumenta il numero di contagi in Svizzera e maggiore è il rischio di danni a lungo termine, si legge sulla stampa domenicale

Ats, a cura de laRegione

Più aumenta il numero di casi di Covid-19 in Svizzera, maggiore è il rischio di danni a lungo termine, mettono in guardia due esperti nella stampa domenicale. Chiedono pertanto una registrazione sistematica dei casi di long-Covid.

“Non esiste un registro centrale che riunisce tutti i casi di long-Covid”, osserva il neuroscienziato Dominique de Quervain in un’intervista pubblicata oggi dal domenicale svizzerotedesco SonntagsBlick. “Tuttavia tali dati sarebbero importanti per saperne di più sull’importanza della malattia in termini di salute pubblica”.

Soltanto i casi più gravi di long-Covid sono inseriti nel registro dell’assicurazione invalidità (Ai), aggiunge de Quervain, ovvero i casi di persone che non possono più lavorare. A suo avviso, la maggioranza dei casi di long-Covid, i cui sintomi sono il tipico senso di affaticamento e la mancanza di fiato, passano inosservati.

‘Un problema maggiore’

Anche l’infettivologo basilese Manuel Battegay auspica un inventario sistematico dei casi di long-Covid. “Un registro sarebbe una buona cosa, ma uno studio su scala svizzera sarebbe ancora meglio”, ha precisato alla SonntagsZeitung. “Un tale studio dovrebbe andare in profondità e identificare i casi in maniera dettagliata”, ha aggiunto.

L’esperto osserva che non sappiamo ancora come i sintomi del long-Covid siano correlati alla gravità dell’infezione. “E per quanto riguarda Omicron ne sappiamo ancora di meno”. Coloro che sono stati curati nei reparti di terapia intensiva hanno più sintomi di long-Covid, ma dei casi possono comparire anche dopo una lieve infezione, a suo avviso.

Solo il sovraccarico degli ospedali gioca un ruolo per i politici nell’adottare o revocare restrizioni per combattere il coronavirus, deplora de Quervain. “Tuttavia il long-Covid potrebbe essere un grave problema di salute pubblica”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casi danni esperti long-covid lungo termine registro svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 min
Task force per individuare i beni russi? Non ce n’è bisogno
Pur riconoscendo che ‘l’attuazione delle sanzioni pone sfide in parte nuove’, il Consiglio federale non ritiene necessaria la sua istituzione
Svizzera
53 min
Ferito cadendo da un muretto con la sedia a rotelle elettrica
L’incidente si è verificato ieri poco dopo le 17.45 a Fanas, nel canton Grigioni. L’uomo, un 89enne, è stato elitrasportato a Coira
Svizzera
58 min
Lauree in psicologia in Italia, si può esercitare senza stage
Il Governo risponde a un’interrogazione di Lorenzo Quadri: i ticinesi laureati in Italia fra il 2018 e il 2020 non dovranno svolgere lo stage post laurea
Svizzera
1 ora
Vallese, alpinisti travolti da seracchi. Si temono vittime
La polizia vallesana parla di ‘vittime’ sul Grand Combin, senza precisare se si tratta di morti o feriti. Una quindicina gli alpinisti sul posto
Svizzera
6 ore
Iniziativa contro gli F-35: raccolte 100’000 firme
L’alleanza “STOP F-35” afferma di aver raccolto le firme necessarie per l’iniziativa che chiede di vietare l’acquisto dei jet da combattimento
Svizzera
21 ore
‘Ammettiamo gli studenti degli Stati terzi fuggiti dall’Ucraina’
La petizione inviata al Consiglio federale chiede di aprire le porte delle università anche a loro
Svizzera
1 gior
Prospettive meno fosche del previsto per l’Avs
Senza una riforma la dotazione del fondo dovrebbe scendere a 43,4 miliardi nel 2032, calcola l’Ufas. Nel 2020 si stimava un calo a 24,9 miliardi
Svizzera
1 gior
Monumento a Suvorov ripulito da russi e svizzeri
Era stato imbrattato a metà maggio con i colori della bandiera ucraina
Svizzera
1 gior
Muore ciclista 81enne, non aveva rispettato la precedenza
L’uomo è stato investito da un 22enne che circolava sulla strada cantonale a Château-d’Oex (Vd)
Svizzera
1 gior
Nell’arco alpino inevitabile un aumento delle temperature
L’incremento sarà compreso tra 0,5 e 1,5 gradi nei prossimi 20-30 anni. Previste meno piogge in estate, ma di più nelle altre stagioni
© Regiopress, All rights reserved