laRegione
abolizione-dell-imposta-preventiva-referendum-lanciato
Keystone
13.01.22 - 15:51
Aggiornamento: 19:30
Ats, a cura de laRegione

Abolizione dell’imposta preventiva, referendum lanciato

Il comitato con Ps, Verdi e sindacati ritiene che il progetto sia un incoraggiamento alla ‘criminalità economica’

Il progetto che mira ad abolire l’imposta preventiva è un incoraggiamento alla “criminalità economica”. È quanto sostiene un comitato formato dalla sinistra che oggi a Berna ha lanciato il referendum contro tale riforma, approvata lo scorso dicembre dalle Camere federali.

Il comitato, che riunisce Ps, Verdi e sindacati, si oppone al progetto che prevede l’abolizione dell’imposta preventiva (35%) sugli interessi svizzeri, ad eccezione di quelli generati da averi di persone fisiche domiciliate nella Confederazione. A loro avviso, se dovesse essere abolita, si tratterebbe di un “lasciapassare per il crimine fiscale da parte di persone ricche della Svizzera e dell’estero a spese della popolazione”.

Questa soppressione “fa parte di un grande piano della maggioranza di destra e della lobby delle multinazionali e del settore finanziario”, ha criticato oggi il co-presidente del Ps Cédric Wermuth, secondo il quale la riforma favorirà solo multinazionali e criminalità fiscale. La perdita di entrate per lo Stato, ha aggiunto, ammonterà a “diverse centinaia di milioni di franchi all’anno”.

Questo “nuovo saccheggio delle casse pubbliche” non porterà ad alcun incentivo positivo, ha ribadito Samuel Bendahan, consigliere nazionale vodese e vicepresidente del Ps.

Pressione sui lavoratori

Il consigliere nazionale Gerhard Andrey (Verdi/Fr) ha aggiunto che la Svizzera è già “incredibilmente attraente” per le aziende. “Con la strategia di eliminare gradualmente importanti entrate fiscali e creare nuove nicchie fiscali, la piazza economica svizzera viene svenduta”, ha spiegato l’ecologista friburghese.

La vicesegretaria del sindacato Vpod Natascha Wey, dal canto suo, ha incentrato il discorso sulla maggiore pressione sui lavoratori, rimarcando come questa misura aprirebbe la porta all’evasione fiscale.

La riforma, approvata dal Parlamento lo scorso dicembre, prevede anche l’abolizione della tassa di negoziazione sulle obbligazioni elvetiche, con lo scopo di rendere più attrattivo per gli investitori l’acquisto di obbligazioni svizzere nella Confederazione. La tassa verrebbe abolita non solo sulle obbligazioni elvetiche, ma anche su quelle estere con una scadenza residua fino a 397 giorni.

L’abolizione dell’imposta alla fonte dovrebbe comportare a breve termine una riduzione una tantum delle entrate pari a un miliardo di franchi. In seguito sono previste riduzioni ricorrenti delle entrate di circa 200 milioni di franchi all’anno. La sinistra aveva paventato sin da subito il lancio del referendum.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
abolizione imposta preventiva ps verdi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
19 ore
Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus
Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
20 ore
Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari
Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
1 gior
Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe
In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
1 gior
Incidente mortale ieri sera a Schlatt
Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
1 gior
Ventisettenne annega nel lago di Zurigo
È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
Svizzera
1 gior
HotellerieSuisse, competitività intatta malgrado il franco forte
Lo sosteniene il presidente Andreas Züllig, secondo cui la competitività della Svizzera ‘è cresciuta globalmente’
Svizzera
1 gior
Un morto e tre feriti in un incidente sulla A9
A seguito del sinistro, avvenuto ieri attorno alle 17.30 nel tunnel di Chauderon, l’autostrada è rimasta chiusa per una decina di ore
Svizzera
1 gior
Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Streetparade
Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
1 gior
Derubato di telefono e portafoglio da ignoti
Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
1 gior
Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave
L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
© Regiopress, All rights reserved