laRegione
consiglio federale
12.01.22 - 16:41

Trust, ok a una soluzione elvetica

Il progetto, sebbene ancora non definitivo, riprende l’istituto giuridico di stampo anglosassone e una mozione del Parlamento datata 2018

Ats, a cura de laRegione
trust-ok-a-una-soluzione-elvetica
Il Consiglio federale al lavoro (Keystone)

È giunto il momento che anche la Svizzera si doti dell’istituto giuridico del trust, diffuso soprattutto nel mondo anglosassone, nel rispetto tuttavia degli obblighi internazionali circa la trasparenza del beneficiario e il rispetto degli obblighi fiscali. È quanto prevede un progetto preliminare inviato oggi in consultazione dal Consiglio federale fino al 30 aprile.

Con questo progetto, sebbene non ancora definitivo, il governo tiene conto di un desiderio espresso dal parlamento mediante una mozione già del 2018.

Diffuso soprattutto nel diritto anglosassone, dall’entrata in vigore della Convenzione dell’Aia sui trust, nel 2007, alcuni trust costituiti all’estero sono riconosciuti anche in Svizzera. Questo strumento giuridico ha in tal modo acquisito un’importanza sempre maggiore, sebbene il diritto svizzero non lo disciplini nello specifico, stando a una nota governativa odierna.

Affinché chi opera nella Confederazione non debba ripiegare su trust stranieri, le Camere hanno incaricato il Consiglio federale di predisporre le basi legali per un trust svizzero. Un’analisi ha confermato l’esigenza di un nuovo strumento per la strutturazione patrimoniale e la pianificazione successoria. Un trust svizzero, inoltre, creerebbe nel contempo nuove opportunità di impiego e commerciali, rafforzando la piazza economica Svizzera.

Il trust è uno strumento flessibile: nel contesto familiare è spesso utilizzato per consentire il trasferimento di un patrimonio da una generazione all’altra. È inoltre impiegato in ambito economico per preservare, amministrare o assicurare determinati beni, ad esempio per finanziare investimenti e transazioni.

Come per una fondazione, anche in un trust determinati beni sono custoditi a favore di beneficiari e trasferiti a un amministratore particolare, un uomo di fiducia (ossia un trustee), che li amministra e ne dispone nell’interesse dei beneficiari. Il trust ha una durata massima di 100 anni, ma può anche essere sciolto anticipatamente.

Oltre alle nuove disposizioni sul trust nel Codice delle Obbligazioni, diverse leggi federali dovranno essere adeguate, in particolare per quanto attiene al trattamento fiscale. Attualmente i trust sono tassati conformemente ai principi generali del diritto in materia fiscale e a due circolari. Per questo l’esecutivo propone di mantenere la prassi attuale e di applicare ai trust irrevocabili i cui beneficiari non hanno diritti fissi un’imposizione in linea di massima analoga a quella applicata alle fondazioni.

In linea con gli standard internazionali, il Consiglio federale prevede anche obblighi speciali d’informazione e di documentazione a carico del trustee, il quale è tenuto ad accertare gli aventi economicamente diritto. In questo modo si tiene conto degli attuali impegni della Svizzera nella lotta al riciclaggio di denaro e al terrorismo nonché nell’ambito della trasparenza fiscale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 min
Riuscita l’iniziativa per l’imposizione individuale dei coniugi
I promotori chiedono una tassazione separata allo stesso modo dei conviventi. Ma è già allo studio il progetto del Consiglio federale
Svizzera
23 min
A sciare in elicottero: e scatta il ‘Sasso del Diavolo’
Il premio per il trasporto più insensato va all’offerta ‘Heliski’ di Swiss Helicopter. I più virtuosi? Un’azienda che produce case sostenibili in legno
Svizzera
33 min
La distrazione al volante fa 60 morti e 1’100 feriti ogni anno
L’uso del telefono è la principale causa di disattenzione alla guida fra i giovani. L’Ufficio prevenzione infortuni lancia una campagna
Svizzera
33 min
Fornitura di gas, se la solidarietà fra vicini (forse) non c’è
La Svizzera non sarebbe un partner interessante per la Germania, poiché non dispone di riserve sul proprio territorio
Svizzera
2 ore
Se la coda in autostrada fa perdere tempo... e soldi
Ammontano a tre miliardi di franchi i costi causati dai ritardi dovuti al traffico; a dirlo l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale
Svizzera
18 ore
Traffico sulla A13 e la A28, niente ‘bacchetta magica’
Il problema del traffico turistico di aggiramento sulle due arterie grigionesi impone una strategia sovracantonale
Svizzera
19 ore
Tentata rapina a mano armata a Crans Montana
Preso di mira, poco prima delle 6, un negozio del centro. È caccia ai malviventi (due) in Vallese
Svizzera
20 ore
Cresce il numero di persone con livello d’istruzione terziario
Tra i 25-34enni nell’arco di vent’anni la quota è raddoppiata: nel 2021 uno su due aveva conseguito un diploma corrispondente
Svizzera
23 ore
All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata
In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
23 ore
Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco
Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
© Regiopress, All rights reserved