laRegione
seduta-telefonica-del-consiglio-federale-sulla-pandemia
Alain Berset e Guy Parmelin dopo una seduta del Consiglio (Keystone)
30.12.21 - 19:52
Ats, a cura de laRegione

Seduta telefonica del Consiglio federale sulla pandemia

Domani, al termine, è prevista una comunicazione scritta. Berset ha già annunciato che un pacchetto di misure a livello nazionale è già pronto

Il Consiglio federale terrà domani una seduta telefonica sul coronavirus per uno scambio di informazioni sulla situazione attuale. Lo ha reso noto oggi con un tweet il portavoce del Governo, André Simonazzi. Al termine è prevista una comunicazione scritta.

Ieri il ministro della sanità, Alain Berset, aveva reso noto che nonostante il forte aumento dei contagi il Consiglio federale rinunciava per ora a introdurre ulteriori misure a livello nazionale per contenere la pandemia. Berset aveva però aggiunto che un nuovo pacchetto di restrizioni è già pronto.

Diversi cantoni e la task force scientifica della Confederazione hanno chiesto un giro di vite di fronte all’aumento delle infezioni. Oggi anche il medico cantonale di Basilea Città, Thomas Steffen, ha affermato che ritiene inevitabile un ulteriore inasprimento delle misure.

A poche settimane dal suo pensionamento, Steffen, membro del consiglio dell’Associazione dei medici cantonali (Amcs), si è detto preoccupato per l’attuale situazione sanitaria. “Affronteremo una grande sfida nelle prossime settimane”, ha messo in guardia in un’intervista all’agenzia Keystone-Ats.

A suo avviso finora la Svizzera non se l’è cavata troppo male nella pandemia, ma ritiene che “avremmo potuto fare meglio”. Il Consiglio federale, i Cantoni e gli esperti non sono riusciti pienamente a ottenere il consenso necessario.

È indiscutibile - ha concluso - che le competenze tra Cantoni e Confederazione dovrebbero essere regolate più chiaramente in una futura crisi. “Ci deve essere uno stato maggiore di direzione chiaramente identificabile.”

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
30 min
Rissa fra tifosi di Young Boys e Anderlecht, feriti e danni
La lite è avvenuta davanti a un bar nella Kornhausplatz di Berna. Durante la zuffa, i mobili dell’esercizio pubblico sono stati danneggiati
Svizzera
1 ora
Bimba di 4 anni morta dopo essere caduta dal balcone
L’incidente è avvenuto stamane attorno alle 8.30 a Vernier (Ge). Vani i soccorsi: la piccola è morta sul posto
Svizzera
1 ora
Locarnese, Basilea e Vaud sotto i nubifragi
A Locarno il record di precipitazioni con 89 millimetri, in altre località del Verbano misurati 56 mm. A Basilea acqua nelle sale della Fondazione Beyeler
Svizzera
1 ora
69enne ucciso a Lauterbrunnen, arrestata la moglie
In una nota, la Polizia cantonale indica di aver ricevuto una segnalazione verso le 20.15, secondo la quale una donna aveva ferito mortalmente un uomo
Svizzera
1 ora
Trasporti pubblici quasi ai livelli pre-Covid
Il primo trimestre dell’anno ha fatto segnare un sensibile aumento dei chilometri percorsi a persone, saliti a 4,9 miliardi
Svizzera
2 ore
Lavoro e permessi S, le aziende vogliono più sicurezze
Il 56% degli imprenditori ha mostrato interesse ad assumere profughi ucraini, il 10% già l’ha fatto. Ma servirebbero maggiori garanzie
Svizzera
3 ore
Pannelli solari nelle discariche, Consiglio federale favorevole
Le necessarie basi legali saranno create: accolta una mozione in tal senso di Rocco Cattaneo
Svizzera
3 ore
La siccità fa rivedere al ribasso le scorte di petrolio
La scarsa navigabilità del Reno spinge Berna a optare per un ulteriore taglio alle riserve obbligatorie. Che saranno ridotte del 12,8%
Svizzera
3 ore
Torna il sereno sul turismo. Ma la crisi non è alle spalle
Svizzera Turismo tira le somme della prima parte della stagione, ed è un bilancio positivo. In vista dell’autunno la prudenza resta però d’obbligo
Svizzera
4 ore
La ripresa economica spinge l’aumento dell’immigrazione
Nel primo semestre 2022 l’immigrazione nella popolazione residente permanente di nazionalità straniera è cresciuta del 21% rispetto all’anno precedente
© Regiopress, All rights reserved