laRegione
26.12.21 - 14:56
Aggiornamento: 17:08

Sempre più difficile trovare un alloggio in Svizzera

Appartamenti troppo cari e problemi col proprio padrone di casa. Queste le magagne riscontrate più spesso dagli inquilini elvetici secondo Asloca

Ats, a cura de laRegione
sempre-piu-difficile-trovare-un-alloggio-in-svizzera
Ti-Press

Tre quarti degli inquilini in Svizzera hanno avuto difficoltà a trovare un alloggio adeguato e accessibile finanziariamente, e più del 70% di loro ha un problema con la propria locazione. È quanto risulta da un sondaggio commissionato dall’Associazione svizzera degli inquilini (Asloca) e pubblicato oggi dai domenicali Le Matin Dimanche e SonntagsZeitung.

I problemi nel trovare un alloggio adeguato appaiono sia nelle aree urbane che in quelle rurali, ma sono più accentuati nelle città. La situazione è ancora più grave nei grandi centri come Ginevra, Losanna, Berna e Zurigo, affetti da carenze, secondo l’Asloca.

Oltre il 70% degli inquilini parla poi di problemi con il proprio padrone di casa. Le principali lamentele riguardano le riparazioni e i lavori di manutenzione, i reclami per i difetti e aspetti finanziari quali la richiesta di riduzione dell’affitto e la liquidazione delle spese accessorie. Una gran parte di questi problemi rimane irrisolta e i conflitti sono raramente risolti in modo amichevole, specialmente quelli che coinvolgono i vicini, citati dall’8% degli intervistati.

La questione che desta più preoccupazione è la rescissione del contratto d’affitto: il 17% degli interpellati ha detto di temere che avvenga nei prossimi due anni, soprattutto a causa dei lavori di ristrutturazione (41%).

Secondo l’Asloca la paura della rescissione del contratto d’affitto, che è risentita come molto stressante, è sintomatica di una forte dipendenza nel rapporto contrattuale in cui l’inquilino è la parte più debole. Uno squilibrio strutturale di potere che spesso porta gli affittuari a non far valere i loro diritti, anche se hanno la possibilità legale di farlo. Ciò si rispecchia nel fatto che il 40% non ha chiesto una riduzione della pigione basata sul calo del tasso ipotecario di riferimento, per paura di danneggiare il rapporto con il padrone di casa.

Parallelamente il locatore raramente fa concessioni “volontarie”. Solo il 6% dei proprietari trasmette automaticamente la riduzione del tasso ipotecario di riferimento agli inquilini.

Nei casi in cui i locatari fanno valere i loro diritti, tuttavia, di solito hanno successo: è stata data loro ragione, o almeno in parte, in oltre due terzi dei casi in cui l’affitto iniziale sia stato contestato.

Il sondaggio è stato condotto tra il 16 agosto e l’11 ottobre tra 18’000 inquilini dall’Istituto Sotomo per conto dell’Asloca.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
20 ore
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
22 ore
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
23 ore
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
1 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
1 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
1 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
Svizzera
2 gior
Troppo poche le vaccinazioni anti-Covid fra le persone a rischio
È l’allarme lanciato dai direttori cantonali della sanità: ad oggi solo poco più del 20% degli over 65 ha ricevuto il richiamo
Svizzera
2 gior
Metà delle adolescenti in Svizzera è vittima di molestie sul web
Nel 2014 la percentuale era ancora del 19%. Ancora bassa la consapevolezza sulla sicurezza dei dati su internet e l’uso delle impostazioni sulla privacy
Svizzera
2 gior
Droni, così cambia la normativa (e si adatta all’Ue)
Le nuove norme saranno valide dal primo gennaio prossimo e comprendono standard di sicurezza per la produzione, la certificazione e l’esercizio
Svizzera
2 gior
Il boss di Chanel nuovo numero uno dei più ricchi in Svizzera
Gérard Wertheimer, 71enne imprenditore francese, ha un patrimonio familiare stimato di 38-39 miliardi di franchi
© Regiopress, All rights reserved