laRegione
tassa-di-bollo-per-la-sinistra-l-abolizione-e-una-truffa
Keystone
Berna, 5 ottobre 2021: consegna delle firme
22.12.21 - 19:28
Aggiornamento: 20:40

Tassa di bollo, per la sinistra l’abolizione è ‘una truffa’

Ad approfittarne saranno poche grandi imprese, sostengono Ps e Verdi. E ‘saranno i contribuenti a dover colmare il buco nelle casse dello Stato’

Berna – La soppressione del diritto di bollo sull’emissione di capitale proprio è una truffa: ad approfittarne saranno poche grandi imprese, e non le Pmi come pretende il Consiglio federale. Parola del comitato referendario che invita la popolazione a respingere l’abolizione di questa tassa il prossimo 13 di febbraio.

Stando ai dati dell’Amministrazione federale delle contribuzioni, citati dal comitato interpartitico – Ps e Verdi –, nel 2020 a contribuire al grosso delle entrate derivanti da questa tassa sono state sostanzialmente 55 grandi società (51,5% dei 180 milioni provenienti soprattutto da imprese internazionali, assicurazioni e società holding), a fronte di 590mila piccole e medie imprese. Insomma, la tesi dei favorevoli alla soppressione del diritto di bollo secondo cui sarebbero proprio le piccole società ad approfittarne non è sostenibile.

Se lo stralcio di questa tassa venisse accolto in votazione, le perdite fiscali annue ammonterebbero in media a 250 milioni. Stando alla sinistra, il diritto di bollo – introdotto oltre 100 anni fa – compensa l’assenza di imposizione sulle transazioni finanziarie, specie sul mancato prelievo dell’Iva.

Popolo gabbato

Se il popolo dovesse accettare lo stralcio dell’imposta di bollo, “saremo tutti noi a dover colmare il buco che si formerà nelle casse dello Stato”, ha affermato davanti ai media Samuel Bendahan, vicepresidente del Partito socialista, secondo cui l’abolizione di questa tassa è solo una di tutta una serie di riforme che peseranno sulle spalle della classe media e dei pensionati.

Secondo il consigliere nazionale vodese, la riforma dell’imposta preventiva o l’abolizione dei dazi doganali sui prodotti industriali costeranno miliardi alle casse pubbliche. Depauperare lo Stato avrà conseguenze nefaste sulle persone, specie quelle più fragili.

Pierre-Yves Maillard, presidente dell’Unione sindacale svizzera, ha sottolineato che la popolazione è preoccupata per l’aumento dei premi dell’assicurazione malattia e per la difficoltà di far quadrare i conti e non intravede alcun bisogno di rinunciare a qualche centinaio di milioni di franchi di entrate fiscali.

Finanza gongola

Per Samuel Bendahan, a guadagnarci è solo il settore finanziario, tra l’altro largamente risparmiato dalla crisi del coronavirus, mentre altri rami economici stanno invece pagando un prezzo elevato. La finanza ormai è avulsa dai bisogni della società e non vuole contribuire al finanziamento dei servizi pubblici, a detta del deputato vodese.

“Il settore più privilegiato, quello finanziario, sta chiedendo a tutti gli altri di pagare; mentre si riscuote l’Iva su ogni transazione, non vi è motivo per esentare un settore particolare da questa tassa”, ha spiegato Cédric Wermuth, co-presidente del Ps.

Le grandi sfide come l’assistenza infermieristica, il cambiamento climatico, l’approvvigionamento energetico o i trasporti richiedono grandi investimenti che andranno a beneficio di tutti. Con 250 milioni all’anno si possono risolvere molti problemi, ha sottolineato Bendahan.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
abolizione bollo ps tassa verdi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Zurigo, ripescato un cadavere dal lago: indagini in corso
La polizia ha ricevuto ieri mattina la segnalazione di un corpo che galleggiava nella zona del Bellevue e del Quaibrücke
Svizzera
4 ore
Ondata di fallimenti: bancarotte aumentate del 41%
Le aziende più colpite sono quelle attive nel ramo dei servizi. Creditreform ha confrontato il primo semestre di quest’anno con quello del 2021.
Svizzera
5 ore
Governo in vacanza, ma non mancheranno gli incontri ufficiali
Cassis sarà impegnato a New York a inizio agosto, Keller-Sutter si recherà questo mese a Praga. Parmelin sarà in Sudafrica questa settimana.
diplomazia
17 ore
Sette princìpi e una promessa: Ucraina in pace e democratica
La Dichiarazione di Lugano convince i partecipanti e Kiev, ma il premier ucraino esagera e chiede per il suo Paese i soldi congelati degli oligarchi
Svizzera
19 ore
‘L’addio ai Tiger è prematuro’
È il parere della Commissione della politica di sicurezza del Nazionale. Per esprimersi definitivamente, invece, sugli F-35A attende ancora due rapporti
Svizzera
19 ore
Abitazioni di proprietà, prezzi salgono nonostante aumento tassi
La causa è l’offerta estremamente limitata. Aumenti soprattutto nei comuni rurali e nei centri
Svizzera
22 ore
Un dipendente su tre non vuole più andare in ufficio
Il sondaggio del portale finews.ch riguarda gli impiegati del settore finanziario
gallery
Svizzera
22 ore
A Zurigo una nuvola artificiale contro la canicola
Un grande anello in alluminio diffonde goccioline talmente piccole da non bagnare i passanti, ma che permettono di far calare la temperatura di vari gradi
Svizzera
22 ore
Salgono i casi di coronavirus, 46’025 nell’ultima settimana
Nell’arco di sette giorni il numero di nuove infezioni è salito del 39%, quello delle ospedalizzazioni del 51,7%
Svizzera
23 ore
Nuovamente percorribile la strada del Susten
Riaperto il valico tra i cantoni Uri e Berna, dopo che ieri una frana ne aveva provocato la momentanea chiusura
© Regiopress, All rights reserved