laRegione
e-la-calma-prima-della-tempesta-omicron-si-diffonde-in-fretta
Keystone
21.12.21 - 14:47
Aggiornamento: 15:21
Ats, a cura de laRegione

‘È la calma prima della tempesta, Omicron si diffonde in fretta’

Il numero dei contagi sembra rallentare, ma nelle prossime settimane la variante porterà un forte incremento dei casi. La pressione ospedaliera resta alta

Anche se il numero di infezioni sembra rallentare, nei prossimi giorni e settimane dovremmo assistere a un forte incremento dei casi dovuti alla variante Omicron del Covid-19. La pressione sugli ospedali, e in particolare sulle cure intense, rimarrà elevata.

Lo ha dichiarato oggi Patrick Mathys dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) durante il consueto appuntamento settimanale coi media. A suo avviso, alla situazione di relativa calma attuale dovrebbe seguire la tempesta.

Anche se il numero infezioni si è stabilizzato sotto i 10 mila casi al giorno, ha proseguito lo specialista, la Svizzera registra una delle incidenze del virus maggiori in Europa, con differenze cantonali pronunciate. Pecore nere rimangono i cantoni della Svizzera centrale e orientale. L’ondata pandemica, che ha interessato all’inizio soprattutto i giovani, si è oramai diffusa in tutti gli strati della popolazione.

A causa del ritardo tra l’infezione e il manifestarsi della malattia, gli ospedali rimangono sotto pressione; al momento oltre 300 malati di Covid - due terzi dei letti disponibili - sono in terapia intensiva. La situazione su questo fronte non dovrebbe insomma cambiare, anzi: la diffusione della variante Omicron - al momento dal 10-20% dei nuovi casi, soprattutto nei centri, con un raddoppio ogni 1-4 giorni - dovrebbe sfociare in un incremento dei malati e, quindi, delle ospedalizzazioni. Tale scenario si basa anche su quanto osservato in Gran Bretagna o in Danimarca, ha specificato Mathys.

Ora come ora, ha aggiunto Mathys, è importante rispettare scrupolosamente le regole di igiene, ossia lavarsi le mani e mantenere le distanze, come anche portare la mascherina. Soprattutto rimane importante farsi vaccinare e, per chi lo ha già fatto due volte, sottoporsi al richiamo.

Nel suo intervento, Christoph Berger, della Commissione federale per le vaccinazioni, ha spiegato le ragioni che hanno spinto l’UFSP a raccomandare la vaccinazione di richiamo dopo 4 mesi, invece di 6, come già anticipato dal Consiglio federale la settimana scorsa.

Studi e osservazioni, specie in Danimarca e Gran Bretagna, mostrano infatti che la protezione dalla variante Omicron del coronavirus diminuisce molto più velocemente tra i vaccinati e i guariti rispetto alla variante Delta. Un’infezione o reinfezione non si può escludere. Con un richiamo, invece, la protezione aumenta sensibilmente (75%-80%).

Il richiamo è consigliato in particolare per le persone sopra i 65 anni, specie se con patologie pregresse. Per le persone più giovani, il booster è raccomandato per rallentare la diffusione del virus.

Secondo Rudolf Hauri, presidente dell’Associazione dei medici cantonali, gli ospedali in Svizzera rimangono sotto forte pressione. Tuttavia, i trasferimenti da un ospedale all’altro sono ancora possibili, e i rinvii delle operazioni non stanno avvenendo in modo generalizzato.

Hauri ha parlato di una “labile stabilizzazione del numero di casi", con importanti differenze cantonali, sia nella ricerca di contatti, che nei test e nell’occupazione degli ospedali. Diversi cantoni hanno adeguato le capacità per le vaccinazioni di richiamo, ha continuato Hauri. "Attualmente, ci sono sicuramente ancora capacità libere”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus omicron svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 min
Nel 2021 ancora l’ombra della pandemia sugli studi medici
Malgrado il miglioramento rispetto a marzo-ottobre 2020, quasi la metà di loro anche l’anno scorso ha registrato un calo delle attività
Svizzera
1 ora
Femsa vuole fare spesa da Valora: sul piatto 1,1 miliardi
L’azienda messicana intenzionata ad acquistare il rivenditore al dettaglio basilese. Offerti 260 franchi per azione
Svizzera
13 ore
Passo del Susten, massi cadono su auto: un ferito grave
La frana si è verificata poco prima delle 14.30 a seguito di un violento temporale
Svizzera
14 ore
Oberland bernese, un treno deraglia a causa di un albero caduto
Nessuno è rimasto ferito e tutti i passeggeri sono stati evacuati. Nel frattempo, sempre nel canton Berna, è stato emesso un allarme inondazioni
Svizzera
15 ore
Inflazione frenata da controlli e protezionismo
Uno dei motivi è legato alle importazioni: ‘Quando il franco è forte, queste risultano più convenienti per i consumatori’, spiega Alexander Rathke del Kof
Svizzera
15 ore
Aeroporto di Zurigo: ‘Siamo pronti per l’estate’
Secondo lo scalo il personale è sufficiente per accogliere i numerosi viaggiatori previsti
Svizzera
18 ore
Venti locomotive ‘targate’ Siemens per Ffs Cargo
Grazie alla loro dotazione, la capacità di trazione sarà aumentata, consentendo ai convogli di attraversare le Alpi senza motrici d’appoggio
Svizzera
21 ore
Ministro della salute italiano Speranza a colloquio con Berset
Al centro dell’incontro la pandemia di Covid, la distribuzione di vaccini ad altri Paesi e le sfide future per i rispettivi sistemi sanitari
Svizzera
21 ore
Da oggi, in 8’159 in rango e sull’attenti
Al via la scuola reclute estiva del 2022, che durerà fino al 4 novembre (18 settimane). Servizio in ferma continua per 1’532 militi
Svizzera
21 ore
Sospettato arrestato in Francia per un omicidio a Lucerna
Il corpo di un uomo era stato scoperto lo scorso 27 giugno in un’abitazione del quartiere di Reussbühl
© Regiopress, All rights reserved