laRegione
moderna-propone-alla-svizzera-un-abbonamento-vaccinale
Keystone
21.12.21 - 09:11
Aggiornamento : 15:34

Moderna propone alla Svizzera un ‘abbonamento vaccinale’

La cooperazione con la Confederazione verterebbe su un accordo per l’acquisto garantito di un certo numero di dosi

Ats, a cura de laRegione

Moderna intende approfondire la cooperazione con la Svizzera. Le trattative in corso vertono su una sorta di abbonamento vaccinale, in base al quale la Confederazione garantirebbe l’acquisto di un certo numero di dosi, ha affermato il CEO dell’azienda farmaceutica, Stephane Bancel, in un’intervista pubblicata oggi dai portali di Tamedia.

Le persone vaccinate in Svizzera dovrebbero ottenere al più presto un richiamo per proteggersi da un’ospedalizzazione e da decorsi gravi della malattia, visto il propagarsi della nuova variante Omicron, ha aggiunto Bancel.

Parallelamente Moderna sta lavorando a un vaccino adattato. L’operazione dovrebbe richiedere circa 90 giorni o anche di meno. Occorrerà poi vedere se le autorità di regolamentazione, come Swissmedic, chiederanno un altro studio per questo preparato. Ciò richiederebbe almeno altri tre mesi. “Quindi potrebbero volerci fino a sei mesi prima di disporre di un vaccino contro Omicron”.

Moderna è in contatto con il Consiglio federale quasi settimanalmente, ha aggiunto Bancel. Sono in corso trattative con la Svizzera per concludere un partenariato, simile a quelli raggiunti dall’azienda con l’Australia e il Canada, ha precisato, aggiungendo di voler investire anche in scienziati e sviluppare vaccini nei laboratori di ospedali e università elvetiche.

Moderna sta sviluppando un certo numero di nuovi vaccini a mRNA, per esempio contro l’influenza o contro il virus respiratorio sinciziale umano, che provoca la bronchiolite e la polmonite infantile. Potremmo combinarli in un’unica dose, proporre ai governi di acquistarne un certo quantitativo per alcuni anni e investire in un impianto di produzione in quel Paese, ha aggiunto.

In caso di una nuova pandemia, Moderna potrebbe sviluppare un nuovo vaccino molto rapidamente, secondo Bancel, il quale ha anche precisato che un Paese che si è assicurato un certo numero di dosi con regolarità avrà la priorità per la fornitura.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
moderna svizzera vaccino anti covid
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
10 ore
Ventenne al volante ubriaco e senza patente, era recidivo
La polizia friburghese ha sequestrato la macchina. Il giovane sarà denunciato al Ministero pubblico.
Svizzera
12 ore
Vaiolo delle scimmie: primo caso in Svizzera
Si tratta di una persona residente nel canton Berna che è stata esposta al virus all’estero
gallery
Svizzera
13 ore
Basilea, polizia disperde gli oppositori di un raduno Udc
Le forze dell’ordine hanno cercato di tenere lontani dallo stand del partito politico i dimostranti del gruppo ‘Basel Nazifrei’
Svizzera
15 ore
Bancomat fatto esplodere nel Giura bernese
I malviventi sono fuggiti in auto. L’ammontare della refurtiva non è ancora noto.
gallery
Svizzera
18 ore
Grigioni, camminata di protesta contro il World economic forum
Polizia e organizzatori si aspettavano maggiore affluenza. In programma altre manifestazioni in varie città svizzere
Svizzera
18 ore
Schianto contro il portale della galleria, muore automobilista
L’incidente è avvenuto a Küttigen, nel canton Argovia. Il veicolo ha preso fuoco subito dopo lo schianto.
gallery
Svizzera
19 ore
Scontri a Zurigo per una manifestazione contro il Wef
L’appello a scendere in piazza ieri per opporsi al World economic forum era stato lanciato su internet
commercio al dettaglio
1 gior
Princìpi e realtà, la Migros a un bivio
I 2,28 milioni di soci votano fino al 4 giugno sulla revoca del divieto di vendere alcolici. Analisi, contesto e reportage.
Svizzera
1 gior
‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’
È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
Svizzera
1 gior
Violenza domestica, si allontani l’autore dal tetto familiare
La Commissione affari giuridici al Nazionale ha approvato due mozioni che estende a livello nazionale il principio già in vigore in diversi cantoni
© Regiopress, All rights reserved