laRegione
20.12.21 - 17:08
Aggiornamento: 18:30

Tardoc, Curafutura e Fmh ci riprovano

Consegnata una nuova versione del tariffario che dovrebbe sostituire il Tarmed. La precedente era stata respinta dal Consiglio federale

tardoc-curafutura-e-fmh-ci-riprovano
Keystone
Neutralità dei costi prolungata, tariffa semplificata e trasparenza accresciuta

Berna – L’associazione Curafutura – che riunisce CSS, Helsana, Sanitas e KPT – e la Federazione dei medici svizzeri (FMH) hanno consegnato oggi al Consiglio federale una nuova versione della struttura tariffaria per le prestazioni mediche ambulatoriali (Tardoc). Dopo l’approvazione, si aspettano che entri in vigore il 1° gennaio 2023.

La precedente versione del documento era stata respinta dal Governo la scorsa estate. Agli aggiustamenti hanno potuto partecipare anche l’organizzazione ospedaliera H+ e santésuisse, l’altra associazione di casse malattia. Nel nuovo Tardoc la neutralità dei costi è prolungata, la tariffa è semplificata e la trasparenza è accresciuta, sostengono Curafutura (con Swica) ed FMH in una nota.

Secondo le due associazioni, il Tardoc dovrebbe essere introdotto al più presto, poiché tutte le prestazioni mediche ambulatoriali sono ancora fatturate secondo una tariffa obsoleta (Tarmed), ormai inadeguata. Sperano di ottenere una risposta dal Governo nel primo trimestre del 2022.

Per Curafutura ed FMH, solo il Tardoc offre una struttura tariffaria generale ambulatoriale che riflette le prestazioni mediche in modo completo. Non c’è un altro modo veloce per sostituire il Tarmed, dato che lo sviluppo delle tariffe forfettarie ambulatoriali non è ancora sufficientemente avanzato.

Per aumentare la trasparenza, i partner tariffari hanno fornito all’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) una documentazione completa sul Tardoc. Stanno inoltre sviluppando strumenti per automatizzare ulteriormente il controllo e l’elaborazione delle fatture.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
rapporti svizzera-ue
22 min
‘Nessuna differenza insormontabile tra Berna e Bruxelles’
La dichiarazione congiunta dopo l’incontro a Rapperswil-Jona con i delegati della Confederazione e dell’Unione europea
Svizzera/Sahara occidentale
2 ore
La Svizzera nega il visto ai rappresentanti saharawi
I cinque componenti della società civile saharawi avrebbero dovuto testimoniare durante il 51° Consiglio dei diritti umani a Ginevra
Svizzera
3 ore
Läderach mastica amaro: sul deep web i dati rubati dagli hacker
L’azienda era stata vittima di un attacco informatico un mese fa. Afferma di non aver pagato alcun riscatto ai criminali informatici
Svizzera
6 ore
Disoccupazione? Per la Seco livelli mai così bassi
Situazione giudicata buona ma con dei lati negativi: manca infatti la manodopera qualificata e le aziende faticano a trovare personale adeguato
Svizzera
10 ore
Disoccupazione Seco stabile al 2,4% in Ticino
Il tasso di iscritti negli Uffici regionali di collocamento a livello nazionale è sceso sotto il 2% per la prima volta dal 2001
energia
20 ore
Gas: anche la Svizzera vuole impianti di stoccaggio
La richiesta è dell’Associazione svizzera dell’industria del gas (Asig). Il tema verrà trattato dal Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Migros: in arrivo ‘Teo’, il negozio senza personale
Vi si potrà accedere mediante carta di credito oppure un codice QR Cumulus. La casse automatiche accetteranno anche il pagamento con twint
Svizzera
1 gior
Impressum chiede aumenti salariali nei media
Sollecitato l’adeguamento delle retribuzioni in funzione dell’inflazione. ‘Non concederlo equivarrebbe a una riduzione dello stipendio’
Svizzera
1 gior
‘Io, adolescente e con la fedina penale già macchiata’
Fra i reati più commessi dai giovanissimi ci sono il taccheggio e il porto abusivo di armi, lo indica un’indagine internazionale
Svizzera
1 gior
Crescono i pernottamenti in Svizzera. Ma non in Ticino
In controtendenza rispetto a quella nazionale, nel nostro cantone in agosto la flessione è stata del 16%. Ma nel 2021 cifre ‘dopate’
© Regiopress, All rights reserved