laRegione
13.12.21 - 09:35
Aggiornamento: 15:10

La sanità svizzera fortemente appesantita dal Covid nel 2020

Nel primo anno di pandemia i decessi nelle case anziani medicalizzate sono aumentati del 16% e negli ospedali dell’8%. Costi doppi per i pazienti Covid

la-sanita-svizzera-fortemente-appesantita-dal-covid-nel-2020
Ti-Press

La pandemia di coronavirus ha avuto un importante impatto sui servizi sanitari in Svizzera: nelle case per anziani medicalizzate il numero dei decessi è aumentato del 16% e negli ospedali dell’8%. È quanto emerge dai dati dell’Ufficio federale di statistica (Ust).

Il documento “Impatto della pandemia di Covid-19 sui servizi sanitari nel 2020”, pubblicato oggi, fornisce una visione dettagliata della situazione nel 2020. Nell’anno preso in considerazione, le ospedalizzazioni dovute al coronavirus sono state 40’871, pari al 3% del totale, e 36’244 hanno riguardato le cure acute. La maggior parte è avvenuta a partire da fine settembre.

La situazione pandemica e le misure prese per contrastarla hanno provocato in generale un calo dei ricoveri in ospedale (-5%). Questo perché era stato deciso di rinviare tutti gli interventi non urgenti, in modo da poter concentrare gli sforzi sulla cura dei pazienti malati di Covid-19, viene spiegato nel comunicato di accompagnamento alla pubblicazione.

Terapia intensiva e morti

Su tutto il 2020, il numero di ore in terapia intensiva è aumentato del 4% e quasi un quinto del totale riguardava pazienti Covid. In primavera e autunno, durante i picchi della pandemia, la situazione è stata particolarmente grave: tra il 16 marzo e il 5 aprile i reparti di questo genere hanno totalizzato il 51% di ore in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tra il 26 ottobre e il 22 novembre il raffronto su base annua fa emergere un +42%.

Come già accennato, tutto questo ha portato anche a un aumento dei decessi negli ospedali (+8%) e ancor di più nelle case per anziani (Cpa) medicalizzate (+16%). La sovramortalità maggiore si è registrata in autunno: dall’inizio di novembre il numero di decessi negli ospedali ha superato di oltre il 50% quello degli anni precedenti; nelle Cpa medicalizzate, da metà ottobre questa eccedenza ha superato l’80%.

Spesso gravi i pazienti Covid

I pazienti affetti da coronavirus hanno mostrato un rischio doppio di finire in terapia intensiva (12% contro 5%) rispetto agli altri ricoveri. Il tempo trascorso in questi reparti è stato inoltre triplo (media di 232 ore contro 72). Una volta in terapia intensiva, il rischio di essere intubati risultava quattro volte maggiore rispetto alle altre patologie (40% contro 9%). Infine, il rischio di morte risultava il quintuplo (12,4% contro 2,4%).

Tutto ciò si riflette ovviamente sui costi: un paziente Covid nel 2020 ha provocato spese medie quasi doppie rispetto agli altri (22’978 franchi contro 12’613). Nei casi di terapia intensiva, questi costi sono saliti a 73’532 franchi e a 107’877 quando si rendeva necessaria l’intubazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
33 min
Crescono i pernottamenti in Svizzera. Ma non in Ticino
In controtendenza con la tendenza nazionale, nel nostro cantone in agosto la flessione è stata del 16%. Ma nel 2021 cifre ‘dopate’
Svizzera
1 ora
Covid, da lunedì quarta dose in tutta la Svizzera
Come a livello cantonale, la vaccinazione è consigliata soprattutto alle persone a rischio sopra i 65 anni e il personale sanitario
Svizzera
1 ora
Addio ai ‘gioielli di famiglia’ per Credit Suisse
L’istituto di credito ha avviato il processo di vendita dell’albergo di lusso Savoy, ultimo grande immobile ancora di proprietà della banca
Svizzera
1 ora
Sedicenne gravemente ustionato da un arco elettrico
Il giovane, che si trovava accanto a un treno merci fermo alla stazione di Rafz, nel canton Zurigo, è stato elitrasportato all’ospedale
Svizzera
4 ore
Successione di Maurer, anche Rickli e Stamm Hurter si defilano
L’ex consigliera nazionale di Winterthur, tra i favoriti per il posto vacante in Governo, non sarà della corsa. Così come l’ex vicepresidente dell’Udc
Svizzera
19 ore
Sempre più problemi per l’approvvigionamento di farmaci
Le carenze, come precisa l’Ufsp, erano già preesistenti e non dipendono dalla guerra in Ucraina. Mancano anche centinaia di prodotti salvavita
Svizzera
20 ore
Fino a oltre un’ora di coda alle biglietterie Ffs
K-Tipp traccia una mappa della Svizzera in base ai tempi di attesa agli sportelli delle principali stazioni. A Zurigo fino 71 minuti di fila
Svizzera
20 ore
‘Finora tante promesse, ma troppi pochi soldi’
Il Fondo di risarcimento per le vittime dell’amianto sta ancora attendendo i 30 milioni preannunciati da imprese e organizzazioni economiche
Svizzera
20 ore
Abbattuta una giovane lupa in Val Lumnezia
L’esemplare faceva parte del branco di Wannaspitz. L’autorizzazione a cacciarla era stata emessa a inizio settembre
Svizzera
21 ore
Non ci sarà recessione, ma una crescita del Pil più lenta
Lo indicano le previsioni del Kof, che rivede al ribasso la progressione del Prodotto interno lordo
© Regiopress, All rights reserved