laRegione
la-confederazione-firma-4-contratti-per-medicamenti-anti-covid
13.12.21 - 09:02
Aggiornamento: 19:01
Ats, a cura de laRegione

La Confederazione firma 4 contratti per medicamenti anti-Covid

L’Ufsp ha deciso di finanziare quattro progetti provenienti da aziende svizzere

La Confederazione ha appena concluso contratti, per un importo complessivo di circa 27 milioni di franchi, con quattro aziende svizzere per lo sviluppo di medicamenti contro il Covid-19 che dovrebbero essere disponibili entro la fine del 2022.

A seguito della modifica della Legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all’epidemia di Covid-19 (Legge Covid-19), adottata dal parlamento il marzo scorso, il Consiglio federale ha approvato in maggio la creazione di un programma di promozione per assicurare alla popolazione un approvvigionamento rapido e sicuro di medicamenti innovativi contro il coronavirus e ha incaricato l’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) di attuarlo in collaborazione con Innosuisse, l’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione, ricorda una nota diramata stamani dallo stesso Ufsp.

Sulla base dei criteri di selezione stabiliti dal governo, gli esperti incaricati dei due enti hanno valutato nove domande di finanziamento. Al termine di questa fase e a seguito della votazione popolare a favore della Legge Covid-19 il 28 novembre scorso, l’Ufsp ha deciso di finanziare quattro progetti provenienti da aziende svizzere, con le quali ha concluso un contratto.

Si tratta della società con sede a Ginevra GeNeuro; dell’impresa basilese Kinarus; della società pure basilese Noorik Biopharmaceutical; e dell’azienda di Schlieren (Zh) Memo Therapeutics.

Il programma di promozione scadrà a fine 2022. In cambio degli investimenti, la Confederazione beneficerà di controprestazioni, come per esempio un diritto di prelazione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aziende svizzere covid-19 medicamenti ufsp
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Bancomat fatto esplodere nel canton Soletta
È successo la scorsa notte a Nuglar, un villaggio a pochi chilometri da Basilea. I residenti dell’edificio sono stati evacuati.
Svizzera
3 ore
La Svizzera importerà 1’000 tonnellate di burro in più
Ad oggi la produzione di latte è inferiore alle aspettative e la maggior parte viene impiegata per produrre formaggio
Svizzera
21 ore
I due centauri morti sul Bernina erano sposati da un mese
Stavano scendendo dal passo con un maxi scooter quando sono stati travolti da due auto
Svizzera
21 ore
Boom dei costi, i contadini: alzare i prezzi di pane e latte
I produttori di cereali e latte chiedono aumenti di pochi centesimi dei prezzi al dettaglio per compensare il boom milionario dei costi di produzione
Svizzera
22 ore
Svizzeri e viaggi: Edelweiss fa il record di passeggeri
La compagnia svizzera specializzata in voli per vacanzieri ha fatto registrare il più alto numero di passeggeri trasportati in un mese nella sua storia
Svizzera
22 ore
Lieto evento allo zoo di Basilea: nascono tre procavie
Si tratta di un roditore tipico dell’Africa subsahriana. Il parto è stato possibile nonostante due operazioni agli occhi per la madre dei cuccioli
Svizzera
1 gior
Il lupo che doveva essere abbattuto a Uri si è dato alla macchia
Per l’animale era stato autorizzato l’abbattimento dopo oltre dieci predazioni. Verosimilmente non è più nel territorio del cantone
Svizzera
1 gior
Caduta fatale per un escursionista 77enne nel Klöntal
È successo ieri nel canton Glarona. Il corpo è stato trovato a 1’512 metri d’altitudine.
Votazioni federali
1 gior
Avs: modifiche apprezzate soprattutto dagli uomini
Secondo il sondaggio di Tamedia e 20 Minuten si prospetta un ‘sì’ anche per l’iniziativa sull’allevamento. ‘No’ invece per l’imposta preventiva.
Svizzera
1 gior
Vallese, alpinista 64enne muore sul Täschhorn
L’uomo, un olandese, si trovava in compagnia di un altro scalatore. Si trovava a circa 3’910 metri d’altitudine quando è caduto dalla parete rocciosa.
© Regiopress, All rights reserved