laRegione
08.12.21 - 15:02

Grigioni, il governo vuole evitare il 2G nelle aree sciistiche

Per Marcus Caduff, direttore dell’economia pubblica, l’introduzione del requisito ‘vaccinati o guariti (2G)’ dal Covid deve essere ‘l’ultima ratio’

Ats, a cura de laRegione
grigioni-il-governo-vuole-evitare-il-2g-nelle-aree-sciistiche
Ti-Press

Il Governo retico vuole tenere aperte, a tutti i costi, le stazioni sciistiche durante il prossimo inverno. Secondo il direttore dell’economia pubblica Marcus Caduff, l’introduzione dei requisiti “vaccinati o guariti (2G)” dal Covid-19 deve essere «l’ultima ratio».

Permettere l’accesso alle stazioni sciistiche dei Grigioni solo alle persone vaccinate o guarite (2G), ma non a quelle soltanto testate, è “l’ultima ratio” prima della chiusura. Lo ha detto oggi a Coira il consigliere di Stato grigionese Marcus Caduff (Centro) davanti al Parlamento cantonale. Mantenere gli impianti di risalita aperti è di «fondamentale importanza» per i Grigioni.

Per il settore turistico, l’Esecutivo retico persegue quindi la medesima strada di un anno fa. «L’inverno scorso», così Caduff, «ha dimostrato che le ferrovie di montagna e le stazioni sciistiche non hanno rappresentato rischi particolari durante la pandemia. E l’industria turistica è pronta ad assumersene di nuovo la responsabilità».

Pernottamenti in autunno: più 10 per cento

Da un punto di vista dell’affluenza, il Covid-19 non ha sconvolto lo scenario cantonale. Al contrario: dopo un’estate 2021 da record in termini di pernottamenti, è seguito un autunno altrettanto positivo. Il numero di pernottamenti è aumentato del 9,1 per cento rispetto a quello degli anni normali, ha detto Caduff.

Tuttavia, ora, la variante Omicron porta con sé nuove incertezze. Ne consegue che la Gran Bretagna, il Belgio e i Paesi Bassi hanno cancellato le prenotazioni, ha spiegato il direttore del Dipartimento dell’economia pubblica. La Germania ha inoltre classificato la Svizzera come area ad alto rischio. Caduff ha ricordato che i test d’entrata per una famiglia di quattro persone ammontano a circa 600 euro.

Mascherine a scuola presto obbligatorie in tutto il cantone

Secondo il governo, il numero di contagi da coronavirus nei Grigioni è in aumento dalla metà di ottobre, soprattutto tra i giovani. L’obbligo di indossare le mascherine nelle scuole a partire dalla terza elementare, già imposto in diverse regioni, sarà probabilmente presto esteso su tutto il territorio. È stato annunciato oggi dal consigliere di Stato Jon Domenic Parolini (Centro). La frequenza delle lezioni in presenza ha la massima priorità.

I costi passano da 60 a oltre 100 milioni di franchi

L’anno scorso, la pandemia è costata 60 milioni di franchi su un bilancio annuale cantonale di circa 2,5 miliardi. Nell’anno in corso, le spese supplementari ammontano finora a 104 milioni. Per il Cantone si annunciano cifre rosse, ha comunicato oggi il direttore del Dipartimento delle finanze Christian Rathgeb (PLD).

Secondo Rathgeb, a livello comunale la pandemia non ha causato un calo delle entrate fiscali e nessun Comune ha dovuto aumentare il proprio tasso d’imposta.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Grigioni: furgone contro un’auto, una donna gravemente ferita
Il violento scontro è successo ieri, giovedì 26 gennaio, a Schiers in Val Prettigovia
Svizzera
19 ore
Edifici non residenziali, c’è l’obbligo di pannelli solari
La misura, che si applica da ora e fino al 2032, interessa tutti gli stabili (anche quelli esistenti) a partire da una superficie di 300 m²
Svizzera
19 ore
Su lemievaccinazioni.ch un controllo troppo superficiale
Le commissioni della gestione dei due rami del parlamento bacchettano l’Ufficio federale della sanità pubblica
Svizzera
21 ore
Per i media con il ‘non sapevo’ Berset gioca il tutto per tutto
La smentita circa la consapevolezza della fuga di notizie desta perplessità in buona parte della stampa svizzera
Svizzera
23 ore
In Svizzera si alleva sempre più pollame
Il fenomeno è in atto da decenni. Aumentano anche le colture di avena anche se restano marginali sul totale
Svizzera
1 gior
Quasi uno svizzero su cinque ha due passaporti
Nel 2021 il 19% dei cittadini residenti dai 15 anni di età in su avevano una doppia cittadinanza: la maggioranza, quasi un quarto, sono gli italo-svizzeri
Svizzera
1 gior
In aumento i casi di maltrattamento di minori
Nel 2022 il gruppo di protezione dei bambini e servizio di consulenza per le vittime dell’Ospedale pediatrico di Zurigo ha censito 657 casi
Svizzera
1 gior
Berset ribadisce: non sapevo nulla delle indiscrezioni
Il portavoce del Governo Simonazzi chiarisce che dopo la discussione il ‘Consiglio federale ha ritrovato la fiducia e andrà avanti a lavorare come sempre’
Svizzera
1 gior
Infermieri, verso più formazione e condizioni di lavoro migliori
Il Consiglio federale intende rafforzare il settore: fra le proposte, anche più personale formato e fatturazione diretta di alcune prestazioni
Svizzera
1 gior
Il tennis in banca? ‘No e ancora no’: condanne confermate
Il Tribunale federale conferma la sanzione per i dodici attivisti che nel 2018 avevano occupato la sede losannese di una banca travestiti da Federer
© Regiopress, All rights reserved