laRegione
media-indipendenti-fondamento-della-democrazia-diretta
Keystone
Si vota tra poco più di due mesi
06.12.21 - 14:54
Aggiornamento: 16:21

‘Media indipendenti fondamento della democrazia diretta’

Il comitato per il ‘sì’ al pacchetto di aiuti lancia la campagna in vista della votazione del 13 febbraio

Berna – Il comitato per il “sì” al pacchetto di misure a favore dei media – in votazione il prossimo 13 febbraio – combatte per un giornalismo indipendente e variegato in tutte le regioni della Svizzera. L’organizzazione, chiamata “La libertà d’opinione”, ha esposto oggi i suoi argomenti.

Dei media indipendenti sono un fondamento della democrazia diretta e per questo essenziali in Svizzera, ha comunicato il comitato. I cittadini devono infatti potersi fare delle idee liberamente e per questo sono necessarie informazioni affidabili, diversificate e anche critiche.

La varietà mediatica è importante soprattutto a livello cantonale e comunale, ha proseguito l’organizzazione. Le testate locali hanno un ruolo importante per il dibattito e per la coesione della Svizzera.

Media in crisi

Questo ruolo informativo, così importante per la democrazia, è però in pericolo. Le entrate pubblicitarie sempre minori e la trasformazione digitale pongono i media elvetici di fronte a sfide importanti. Una grande concorrenza arriva poi da giganti di internet come Facebook, Google o ancora TikTok.

La pandemia di coronavirus non ha fatto che accentuare le difficoltà. Al giornalismo di qualità mancano i soldi, il numero di testate è in calo e la varietà del giornalismo scende. In parole povere, sempre secondo il comitato, la Svizzera è nel pieno di una crisi mediatica.

Per questo servono finanziamenti che permettano investimenti in nuovi modelli aziendali. Il pacchetto di aiuti deciso dal Parlamento permette una soluzione limitata a sette anni con “un approccio liberale e ragionevole”.

Stato e media restano divisi

Con la soluzione proposta Stato e media rimangono chiaramente separati, ha continuato ad argomentare il comitato per il “sì”. Il sostegno andrebbe a media di destra e sinistra, dalle radio fino alle pagine online.

Del comitato “La libertà d’opinione” fanno parte l’organizzazione Stampa svizzera, circa 90 fra deputate e deputati di tutti i gruppi – salvo l’Udc – così come 20 associazioni quali la scuola di giornalismo Maz.

Il testo è stato approvato dal Parlamento durante la Sessione estiva. Per sette anni i media svizzeri riceverebbero sostegni aggiuntivi diretti e indiretti per 120 milioni di franchi. Contro la decisione è stato indetto un referendum e i cittadini sono chiamati al voto il prossimo 13 febbraio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aiuti comitato libertà opinione media pacchetto votazione
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
In azione la prima fresa nella seconda canna del Gottardo
La cosiddetta ‘fresatrice meccanica a sezione piena’ scaverà nei prossimi mesi il cunicolo di accesso verso la zona di faglia settentrionale
Svizzera
6 ore
Cancellato il Salone dell’Auto di Ginevra del 2023
Gli organizzatori motivano la decisione con le incertezze dell’economia globale e della geopolitica
Svizzera
6 ore
Locale ‘no Covid pass’ chiuso, il Cantone ha agito correttamente
Respinto dal Tribunale cantonale il ricorso dei gerenti del Walliserkanne di Zermatt, chiuso per il rifiuto di controllare il certificato Covid ai clienti
Svizzera
8 ore
I paradisi per pensionati svizzeri? Canada e Australia
La maggior parte degli svizzeri trascorre in patria la propria pensione, ma alcuni sono attratti da altri Paesi per godersi il meritato riposo
Svizzera
9 ore
Rissa fra tifosi di Young Boys e Anderlecht, feriti e danni
La lite è avvenuta davanti a un bar nella Kornhausplatz di Berna. Durante la zuffa, i mobili dell’esercizio pubblico sono stati danneggiati
Svizzera
9 ore
Bimba di 4 anni morta dopo essere caduta dal balcone
L’incidente è avvenuto stamane attorno alle 8.30 a Vernier (Ge). Vani i soccorsi: la piccola è morta sul posto
Svizzera
10 ore
Locarnese, Basilea e Vaud sotto i nubifragi
A Locarno il record di precipitazioni con 89 millimetri, in altre località del Verbano misurati 56 mm. A Basilea acqua nelle sale della Fondazione Beyeler
Svizzera
10 ore
69enne ucciso a Lauterbrunnen, arrestata la moglie
In una nota, la Polizia cantonale indica di aver ricevuto una segnalazione verso le 20.15, secondo la quale una donna aveva ferito mortalmente un uomo
Svizzera
10 ore
Trasporti pubblici quasi ai livelli pre-Covid
Il primo trimestre dell’anno ha fatto segnare un sensibile aumento dei chilometri percorsi a persone, saliti a 4,9 miliardi
Svizzera
11 ore
Lavoro e permessi S, le aziende vogliono più sicurezze
Il 56% degli imprenditori ha mostrato interesse ad assumere profughi ucraini, il 10% già l’ha fatto. Ma servirebbero maggiori garanzie
© Regiopress, All rights reserved