laRegione
svizzera-terza-dose-del-vaccino-raccomandata-a-tutti
archivio Ti-Press
Raccomandata a tutti la terza dose di richiamo
26.11.21 - 17:14
Aggiornamento: 18:08
Ats, a cura de laRegione

Svizzera, terza dose del vaccino raccomandata a tutti

Per la prima volta la raccomandazione dell’Ufficio della sanità è estesa a tutta la popolazione, non solo a coloro che hanno 65 anni e più

L’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) e la Commissione federale per le vaccinazioni (Cfv) hanno annunciato oggi, venerdì 26 novembre, che raccomandano la vaccinazione di richiamo per tutta la popolazione. Finora, questa raccomandazione era rivolta alle persone di 65 anni e più.

“Considerati la situazione epidemiologica e il numero di casi in rapido aumento, la Cfv e l’Ufsp raccomandano che tutte le persone dai 16 anni in su possano accedere alla vaccinazione di richiamo”, precisa un comunicato. La cosiddetta vaccinazione booster dovrebbe essere somministrata al più presto sei mesi dopo la vaccinazione completa.

Chi ha meno di 65 anni è ben protetto contro le forme gravi della malattia anche dopo sei mesi dalla vaccinazione, mentre la protezione dall’infezione e da forme lievi diminuisce. Nella maggior parte dei casi, le persone più giovani che si contagiano nonostante la vaccinazione sono asintomatiche o manifestano piuttosto sintomi lievi ed è raro che si ammalino gravemente. Possono tuttavia trasmettere il virus, anche se in misura minore rispetto ai non vaccinati, spiega la nota.

Per ridurre il più possibile la trasmissione del virus, la Cfv e l’Ufsp raccomandano quindi a tutte le persone dai 16 anni in su una vaccinazione di richiamo. L’obiettivo della raccomandazione è di contribuire a evitare il sovraccarico del sistema sanitario.

Finora il richiamo era raccomandato alle persone con più di 65 anni e a quelle con malattie gravi preesistenti. Per queste categorie e per i professionisti della salute, particolarmente esposti, i Cantoni hanno già avviato la somministrazione del booster. Finora l’hanno ricevuto più di 350’000 persone. Circa 1,2 milioni di persone di oltre 65 anni, a cui è stata somministrata la vaccinazione completa fino a sei mesi fa, dovrebbero ricevere il richiamo entro la fine dell’anno, se possibile.

Alle persone sotto i 30 anni è raccomandata preferibilmente la vaccinazione di richiamo con Pfizer, a prescindere dal vaccino utilizzato per l’immunizzazione di base. In linea di principio, nei limiti del possibile va somministrato lo stesso siero a mRNA utilizzato per l’immunizzazione di base. Se non è disponibile può essere impiegato anche l’altro prodotto a mRNA, precisano Cfv e Ufsp.

Saranno i Cantoni a comunicare da quando sarà possibile prendere appuntamento per il richiamo, conclude la nota ribadendo che “per uscire dalla pandemia di Covid-19 resta determinante la vaccinazione delle persone non ancora vaccinate”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus svizzera vaccino anti covid
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Dal traffico costi annui per 1’600 pro capite
Nel 2019 la spesa complessiva per danni all’ambiente e alla salute ha raggiunto i 14 miliardi di franchi
Svizzera
16 ore
Novartis taglia 1’400 posti di lavoro in Svizzera
La riduzione degli impieghi riguarda il 10% dei posti occupati nella Confederazione
Svizzera
17 ore
In Svizzera +34% di contagi da coronavirus in sette giorni
Nell’ultima settimana sono stati registrati 33’108 casi. In terapia intensiva il 6% dei letti è occupato da pazienti Covid
Svizzera
17 ore
Giochi d’azzardo all’estero, appropriato il blocco alle reti
Lo ha stabilito il Tribunale federale, confermando il provvedimento imposto a tre fornitori esteri di simili servizi
Svizzera
17 ore
Assistenza ventricolare, 3 ospedali impianteranno i dispositivi
Mandato di prestazione per l’Inselspital e i nosocomi universitari di Losanna e Zurigo. A sollecitarlo erano state sette strutture
Svizzera
18 ore
Sottratti 3,2 milioni alle Ffs, condannati in quattro
Tre ex dipendenti giudicati colpevoli di truffa per mestiere, falsità in documenti e infedeltà nella gestione pubblica. Punito anche il complice
Svizzera
18 ore
L’iniziativa sull’allevamento intensivo è ‘inutile e costosa’
Secondo le stime della Confederazione, se accettata, provocherebbe spese aggiuntive tra 0,4 e 1,1 miliardi di franchi
Svizzera
19 ore
L’inflazione incombe sulla ristorazione svizzera
In Svizzera il fenomeno è ancora limitato rispetto all’area Euro. Ma c’è già chi, come la catena Starbucks, ha alzato leggermente i prezzi
Svizzera
20 ore
Aumentano gli incidenti gravi sulle strade svizzere
Nel 2021 sono stati 3’933, e in duecento casi con esito letale. In Ticino la proporzione più elevata
Svizzera
23 ore
Sempre più privati richiedono l’accesso a documenti ufficiali
L’anno scorso le domande di visionare questi atti sono state 1’385, il 16% in più rispetto al 2020. Accesso completo concesso solo in 694 casi
© Regiopress, All rights reserved