laRegione
il-certificato-covid-con-il-test-sierologico-riscuote-successo
Keystone
25.11.21 - 08:56
Aggiornamento : 14:54

Il certificato Covid con il test sierologico riscuote successo

Sono oltre duemila i certificati emessi in sei giorni in tutta la Svizzera, segnalati tempi di attesa di due settimane per effettuare il test in farmacia

Il certificato Covid tramite test sierologico sembra riscuotere successo fra la popolazione svizzera a poco più di una settimana dalla sua introduzione, il 16 novembre. Il Tages-Anzeiger riporta la testimonianza della responsabile marketing e servizio clienti del laboratorio Rothen di Basilea, Prisca Schadock, che parla di “centinaia” di certificati con test sierologici emessi la scorsa settimana e di numerose persone in fila dalla mattina alla sera davanti a farmacie, studi medici e laboratori. Stando a quanto dichiara al giornale d’Oltralpe il prof. Lorenz Risch del Dr. Risch Group, laboratorio che analizza i test effettuati da studi medici e farmacie, il numero dei test è quintuplicato dalla scorsa settimana. L’ambulatorio del centro di emergenza di Berna, per esempio, è passato da 1-2 a 10-15 test sierologici effettuati al giorno, mentre in altre farmacie i kit per i test sono andati esauriti e per un test sierologico bisogna aspettare fino a metà dicembre.

L’aumento della domanda di test sierologici per l’ottenimento del certificato Covid (che, ricordiamolo, in questo caso vale solo in Svizzera e per soli tre mesi), è confermata al TA da Patrick Mathys dell’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp), che parla di 2’316 certificati di questo tipo emessi in sei giorni, cifra documentata anche dal complessivo aumento del numero dei certificati emessi per persone guarite: anche se in questo caso non viene fatta una distinzione fra certificato ottenuto tramite test Pcr o tramite sierologico, da quando è stata offerta quest’ultima possibilità la quantità è aumentata “a passi da gigante”.

Il costo del test sierologico per l’ottenimento del certificato Covid è a carico della persona che lo richiede, e ammonta a circa 70 franchi secondo la linea guida della Confederazione, ma può variare a seconda di dove viene effettuato: si va dai 49 franchi del laboratorio Rothen ai 100 franchi richiesti dall’Arzthaus di Zurigo o dal centro di emergenza di Berna. Nei Paesi confinanti, il costo è minore, riporta il TA: a Berlino costa 20 euro, a Innsbruck 25: tuttavia, i test sierologici effettuati all’estero non sono validi per ottenere il certificato Covid svizzero. In Ticino il costo sostenuto viene rimborsato se ci si vaccina entro la fine dell’anno.

Leggi anche:

Test sierologico offerto a chi si vaccina entro fine anno

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
certificato covid svizzero svizzera test sierologico
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
Negazionista multirecidivo condannato a sei mesi di carcere
L’uomo aveva definito la Shoah una frode e postato varie tesi razziste sui social. Nessuna sospensione condizionale concessa: dovrà scontare la pena
Svizzera
5 ore
Vittime di violenza, servono centri di prima assistenza
Lo indica una mozione della ticinese Marina Carobbio Guscetti, e che il Consiglio federale si dice pronto ad accogliere
Svizzera
6 ore
Per Smood un Ccl con migliori condizioni di lavoro. Unia critica
Il Ccl negoziato prevede un salario minimo di 23 fr./ora e un minimo di 4 ore di lavoro settimanali garantite. Dovrà ora essere accettato dal personale
Svizzera
6 ore
Più mezzi ai servizi segreti contro l’estremismo violento
Fra le novità poste in consultazione l’accresciuta sorveglianza dell’estremismo violento, anche con metodi di controllo intrusivi, e dei flussi finanziari
Svizzera
7 ore
Ciclista ubriaco dà in escandescenze alla centrale di polizia
Movimentato fermo di un uomo in sella alla sua bici in stato di ebbrezza ieri sera a Weinfelden
Svizzera
8 ore
Passo del Furka, riapertura anticipata al 25 maggio
Inizialmente previsto per il 10 giugno, il via libera è stato anticipato poiché i lavori di sgombero della neve e di ripristino sono a buon punto
Svizzera
8 ore
Servizio universale, statu quo della ComCom fino a fine 2023
Complice la revisione dell’ordinanza sui servizi di telecomunicazione, la concessione a Swisscom sarà prolungata d’ufficio di un anno
Svizzera
10 ore
Caro-carburanti, da Berna niente sgravi sui dazi
Per ora non sussiste alcuna necessità immediata di adottare misure compensatorie: così il governo risponde a diversi interventi parlamentari
Svizzera
10 ore
Fondi russi bloccati: ‘Sanzioni di ampiezza e peso mai visti’
Parole di elogio dall’ambasciatore americano nella Confederazione per gli sforzi di Berna nella ricerca dei capitali da congelare: ‘Sforzi immensi’
Svizzera
11 ore
Sostegno secolare a favore di 3’000 progetti e associazioni
Rosso semi-trasparente: è il centesimo distintivo del 1° agosto di Pro Patria. Dalla sua creazione, stanziati quasi 500 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved