laRegione
da-berna-200-milioni-in-piu-ai-cantoni-per-i-casi-di-rigore
Ti-Press
24.11.21 - 14:26
Aggiornamento: 15:18
Ats, a cura de laRegione

Da Berna 200 milioni in più ai Cantoni per i casi di rigore

Il contributo aggiuntivo permetterà loro di tenere maggiormente conto delle esigenze specifiche delle imprese situate sul proprio territorio

Altri 200 milioni di franchi ai Cantoni per far fronte alle ditte in difficoltà a causa del coronavirus e delle misure restrittive. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale che ha deciso di attingere alla proprie riserve modificando di conseguenza l’ordinanza Covid-19 che dovrebbe entrare in vigore il 1° dicembre.

In questo modo, indica una nota governativa odierna, i Cantoni possono tenere maggiormente conto delle esigenze specifiche delle imprese situate sul loro territorio.

Finora i Cantoni hanno concesso alle imprese contributi a fondo perso per circa 4,25 miliardi, di cui 3,5 miliardi sono finanziati dalla Confederazione. Affinché i Cantoni potessero fornire alle imprese particolarmente colpite dalle conseguenze dell’epidemia un sostegno complementare, l’esecutivo ha finora messo a loro disposizione 300 milioni provenienti dalla “riserva del Consiglio federale”.

Tale riserva è destinata a finanziare le prestazioni supplementari erogate dal Cantone a imprese per le quali quest’ultimo ha interamente utilizzato le altre possibilità di sostegno previste dall’ordinanza Covid-19 casi di rigore. Per utilizzare questi fondi, i Cantoni possono derogare a singole disposizioni della citata ordinanza. Dispongono dunque di un margine di manovra maggiore, in particolare nel fissare i limiti massimi degli aiuti.

Da un sondaggio condotto tra i Cantoni all’inizio del mese di novembre emerge che la maggioranza di loro ha avviato programmi specifici per attenuare i casi di rigore particolari e crede che i 300 milioni stanziati finora dovrebbero essere sufficienti. Tuttavia, alcuni Cantoni ravvisano la necessità di un intervento supplementare e chiedono maggiori fondi. Una richiesta accolta dal governo.

I fondi supplementari saranno ripartiti tra i Cantoni sulla base della medesima chiave di ripartizione applicata per la prima tranche (60% secondo il Pil, 30% secondo la popolazione residente e 10% secondo la media di pernottamenti). Per i casi di rigore particolari sono quindi a disposizione complessivamente 500 milioni di franchi provenienti dalla riserva del Consiglio federale.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cantoni casi rigore
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
10 min
Detenuto evade dal carcere bernese di Witzwil
L’uomo, un cittadino algerino di 41 anni, non è considerato pericoloso. Stava scontando la pena in regime aperto
Svizzera
44 min
L’Altopiano svizzero si sta ‘toscanizzando’
Ciò è dovuto ai periodi sempre più lunghi di caldo e siccità. Lo segnala la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio
Svizzera
2 ore
Ginevra, trovato il corpo di un uomo nel lago
Stando ai primi accertamenti la causa della morte è l’annegamento
Svizzera
2 ore
‘Expat stanno scacciando il ceto medio-basso da Zurigo’
Lo afferma il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger dopo aver analizzato un rapporto dell’Ufficio comunale delle imposte
Svizzera
2 ore
Istruzione: ‘Mancano insegnanti qualificati’
Il mondo scolastico della Svizzera tedesca e francese è confrontato con la penuria di personale qualificato e l’integrazione degli allievi ucraini
Svizzera
3 ore
Corpo recuperato nelle acque dell’Aare
Si tratta di un 44enne georgiano. La pista privilegiata dagli inquirenti è quella dell’incidente
Svizzera
4 ore
Travail.Suisse esige aumenti salariali fra il 3 e il 5%
L’organizzazione sindacale chiede l’incremento per compensare l’attuale forte aumento del costo della vita e gli incrementi di produttività delle aziende
Svizzera
4 ore
Il futuro sistema di voto online alla prova degli hacker etici
La Posta ha chiesto di effettuare dei test di intrusione pubblici per scovare falle sul sistema che dal 2023 dovrebbe essere a disposizione dei Cantoni
Svizzera
7 ore
‘Sulla cybersicurezza servono regole più forti’
Secondo lo specialista Stéphane Koch, le aziende andrebbero obbligate a garantire la propria sicurezza pena essere ritenute responsabili per gli attacchi
Svizzera
7 ore
Disoccupazione Seco immutata al 2% a luglio, in Ticino al 2,3%
Rispetto allo scorso anno il calo è però sensibile, con il 28,7% in meno di persone iscritte nelle liste degli Uffici regionali di collocamento (Urc)
© Regiopress, All rights reserved