laRegione
gli-svizzeri-si-sentono-sicuri-a-fornire-i-propri-dati-online
Keystone
24.11.21 - 08:12
Aggiornamento: 17:33

Gli svizzeri si sentono sicuri a fornire i propri dati online

È quanto emerge da un sondaggio di Comparis. A fidarsi di più gli uomini e chi vive in zone urbane. Twint è il mezzo di pagamento che riscuote più fiducia

Mai come nel 2021 le vittime degli hacker in tutto il mondo sono state così numerose. L’ultimo sondaggio rappresentativo di Comparis sul tema della fiducia nella tutela dei dati, mostra però che la sensazione di sicurezza degli utenti Internet svizzeri circa l’immissione di dati in rete è rimasta stabile. E la fiducia nei metodi di pagamento online è aumentata, soprattutto nei confronti di Twint.

Nonostante l’importante aumento degli attacchi informatici a livello mondiale nel 2021, gli svizzeri non hanno smesso di dimostrare fiducia nell’inserire i propri dati sul web rispetto all’anno scorso. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio rappresentativo di Comparis sulla fiducia nella tutela dei dati. Su una scala da 1 a 10, le risposte degli intervistati hanno raggiunto un punteggio medio di 5,5, lo stesso valore registrato lo scorso anno, e addirittura leggermente superiore a quello del 2019.

Gli uomini e chi vive nelle zone urbane si sentono molto sicuri

La maggior percezione di sicurezza è avvertita fra gli uomini e gli intervistati che vivono nelle aree urbane, con un netto scarto rispetto alle donne e agli intervistati che vivono negli agglomerati urbani o nelle zone rurali. «Rispetto alle donne, gli uomini hanno più la sensazione di avere tutto sotto controllo per quanto riguarda le questioni tecnologiche. E in confronto alle zone rurali, nelle città gli utenti sono tendenzialmente più sensibili al tema della protezione dei dati», osserva Jean-Claude Frick, esperto Comparis in tecnologie digitali.

Percezione della sicurezza dei metodi di pagamento in rete: inversione di tendenza

Nella percezione della sicurezza dei metodi di pagamento online si registra un’inversione di tendenza. Fino al 2020, la fiducia era costantemente in calo, mentre tra il 2020 e il 2021 è di nuovo leggermente aumentata. Twint è il mezzo di pagamento che riscuote maggior fiducia da un punteggio medio di 6,2 dello scorso anno, nell’ultimo sondaggio questo valore è aumentato a 7. Il servizio mobile svizzero ha quindi raggiunto il livello di affidabilità dei tradizionali servizi di pagamento Postcard e contrassegno. Anche Apple Pay ha registrato un leggero aumento da 5,4 a 5,7. Per entrambe le categorie, la sensazione di sicurezza è significativamente più elevata tra gli under 35 che tra gli over 55. «In Svizzera si è affermato il servizio Twint: grazie alla sua particolare funzione che permette agli utenti di scambiarsi denaro con il cellulare è stato in grado di distinguersi da Apple Pay e affini. La soluzione made in Switzerland gode inoltre di un vantaggio di fiducia rispetto alla concorrenza», spiega Frick.

Regolamentazione della protezione dei dati in Svizzera: leggera flessione dei valori

La maggior parte degli intervistati continua inoltre a ritenere che in Svizzera la protezione dei dati sia regolamentata piuttosto bene o addirittura molto bene. Tuttavia, la percentuale delle valutazioni da «piuttosto bene» a «molto bene» è leggermente diminuita, raggiungendo oggi con il 61,3% il valore più basso dal 2018.

Il sondaggio rappresentativo è stato condotto nel mese di ottobre 2021 dall’istituto di ricerche di mercato Innofact, su incarico di comparis.ch, e ha coinvolto 1’022 persone in tutte le regioni della Svizzera.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
comparis inserimento dati twint
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
33 min
Adozioni illegali, le autorità non hanno fatto il loro dovere
È il caso di 85 bambini provenienti dallo Sri Lanka e adottati nel canton San Gallo
Svizzera
1 ora
Ottimo avvio estivo per gli impianti di risalita svizzeri
Nel periodo maggio-giugno su base annua registrato un aumento del 59% dell’affluenza e del 58% del fatturato. Non sono noti i dati relativi al Ticino
Svizzera
1 ora
Seco: disoccupazione in calo in ogni regione e settore
Il direttore della divisione del lavoro presso la Segreteria di stato dell’economia commenta positivamente i dati odierni sul mercato del lavoro svizzero
Svizzera
1 ora
Allarme per l’approvvigionamento di gas
‘Il Paese non si rende conto di quanto sia grave la situazione’, afferma il presidente di Swissgas André Dosé.
Svizzera
1 ora
Falsi poliziotti: aumentano i casi anche in Ticino
Nella Svizzera romanda i criminali sono riusciti a estorcere alle vittime quasi 800mila franchi dall’inizio dell’anno
Svizzera
2 ore
A maggio più pernottamenti a livello nazionale, meno in Ticino
Nel mese di riferimento l’aumento è del 37,5% rispetto al 2021, ma il nostro Cantone segna un -27,8%. Ad Ascona la contrazione maggiore, tiene Lugano
Svizzera
3 ore
Operaio muore sotto un vagone cisterna a Briga
La vittima è un 62enne residente nel Vallese. Fermi i treni navetta tra Briga e Iselle di Trasquera.
Svizzera
4 ore
Disoccupazione cala al 2%, minimo da oltre 20 anni
In Ticino si contano 3’879 persone senza lavoro: il tasso è del 2,3%. I dati Seco, però, non tengono conto di chi ha esaurito il diritto alle prestazioni.
Svizzera
7 ore
‘In Ucraina le infrastrutture di base sono duramente colpite’
Guerra, emergenza umanitaria, ricostruzione: intervista a Martin Schüepp, Direttore delle Operazioni del Comitato internazionale della Croce Rossa
Svizzera
21 ore
Horizon Europe: alcuni Stati vogliono che la Svizzera partecipi
Non si sa di preciso di quali nazioni Ue si tratti, ma Germania, Austria e Pesi Bassi hanno in passato fatto intendere di essere favorevoli
© Regiopress, All rights reserved