laRegione
23.11.21 - 09:02
Aggiornamento: 17:23

I cantoni chiedono a Berna misure anti-Covid nazionali

Si chiede che il Consiglio federale emani regole a livello uniformi a livello nazionale per evitare un mosaico di restrizioni diverse fra i vari cantoni

i-cantoni-chiedono-a-berna-misure-anti-covid-nazionali
(Keystone)

La dichiarazione del Consigliere federale Alain Berset circa il fatto che al momento non servono nuove misure contro il Covid ha suscitato le reazioni critiche di diversi cantoni, che chiedono ora che il Consiglio federale riprenda in mano la situazione. Lo scrive oggi il Blick che riporta le dichiarazioni di Guido Graf, direttore della sanità a Lucerna, che sostiene che “è importante che il governo federale assuma finalmente il suo ruolo di guida, in modo da evitare un mosaico di misure cantonali", e si aspetta che l’esecutivo nazionale "autorizzi finalmente le vaccinazioni di richiamo molto rapidamente per tutte le persone”.

Sulla stessa linea di Graf il collega di Zugo Martin Pfister, che sulla base di una sostanziale uniformità della situazione epidemiologica nei vari cantoni, ritiene “opportuno che il nucleo delle misure si applichi uniformemente a livello nazionale” soprattutto nel caso in cui la situazione ospedaliera divenisse critica. Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’esecutivo di Solette. Stesso discorso anche per Giura e Svitto, che chiedono un’armonizzazione delle misure a livello nazionale per evitare un mosaico di misure diverse nei vari cantoni. E nel Giura, le autorità sottolineano: “I cantoni si aspettano un’armonizzazione delle misure a livello nazionale affinché non varino da un cantone all’altro“. Il popolo di Svitto dichiara inoltre: "Per evitare un nuovo mosaico di misure nei diversi cantoni in caso di aggravamento della situazione, è indispensabile che le misure restrittive siano emanate dalla Confederazione in modo uniforme a livello nazionale.” Anche il presidente della conferenza dei direttori cantonali della sanità Lukas Engelberger si aspetta il varo di misure più restrittive: “Presumo che ci saranno presto ulteriori misure - inizialmente a livello cantonale”, ha dichiarato al "Tages-Anzeiger”.

Procede la vaccinazione di richiamo

Intanto a Basilea Città la prenotazione della vaccinazione di richiamo è stata estesa a tutti gli operatori sanitari, in vista di un possibile, atteso aumento dei pazienti Covid negli ospedali del cantone. Inoltre, alle persone oltre 75 anni l’invito alla vaccinazione di richiamo è stato inviato per lettera personale, agli over 65 per sms, mentre i residenti delle case anziani e delle case di cura stanno ricevendo la terza dose da squadre mobili.

Non è ancora stata emanata la raccomandazione definitiva del richiamo per i più giovani, annunciata per i prossimi giorni: in base agli orientamenti in arrivo da Berna, circa soprattutto la gradualità per fasce di età della somministrazione, i cantoni cercheranno di assicurarsi le capacità di vaccinazione necessarie. Come riporta il Blick, in Argovia 51’000 persone si sono prenotate per la dose di richiamo e 21’000 l’hanno già ricevuta, a Friborgo il bacino potenziale è di 49’000 anziani che potrebbero essere vaccinati con il richiamo in tre settimane, mentre a Basilea Campagna sono già stati prenotati 23’000 appuntamenti

Misure nelle scuole e in casa anziani

 

Altre misure in corso di introduzione nei vari cantoni. Nei Grigioni a partire da oggi e fino a Natale le mascherine saranno obbligatorie dalla terza elementare in poi in tutto l’edificio scolastico, da domani sarà lo stesso per gli alunni dalla quinta elementare in su a Basilea: a Nidvaldo la misura è in vigore da ieri per tutte le scuole del livello secondario I e per gli insegnanti, dato che secondo il Cantone circa il 50% dei nuovi contagi avviene in ambiente scolastico. Misure anche nelle case anziani, con alcuni cantoni, fra cui Basilea città, che richiedono il certificato Covid e la mascherina per le visite in casa anziani e negli ospedali.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Ottobre col segno negativo per le vendite al dettaglio
Nel decimo mese dell’anno il giro d’affari ha conosciuto una contrazione del 2,7% rispetto a quello precedente. Stabilità invece su base annua
Svizzera
4 ore
Fermato un uomo in un’area di sosta con 10 kg di cocaina
Incastrato dal fiuto di Arani von der Lodeburg. L’uomo era stato controllato nei pressi di Würenlos, mentre procedeva in direzione di Berna
Svizzera
5 ore
Ancora troppo poco diffusa la cultura del ‘Nutri-Score’
Per il Consiglio federale, la popolazione va maggiormente sensibilizzata sul sistema di caratterizzazione nutrizionale degli alimenti
Svizzera
6 ore
Serata ‘calda’ per i pompieri grigionesi: doppio intervento
Principi di incendi con danni materiali a Fanas (a causa di una candela) e Bargung. Una persona portata all’ospedale per sospetta intossicazione da fumo
Svizzera
6 ore
Critiche alla Posta per il suo ruolo in rapporto alle Pmi
L’Usam rimprovera al gigante giallo la sua posizione predominante nel monopolio delle lettere, sfruttata anche in altri ambiti
Svizzera
8 ore
Scomparsa da giovedì, ritrovata morta a Brügg
Il corpo della donna, una 76enne spagnola residente a Bienne, è stato rinvenuto privo di vita in una chiusa del canale Nidau-Büren
Svizzera
8 ore
Gettano il porcellino d’india in un cestino dei rifiuti
È salvo e in buone condizioni l’animaletto domestico recuperato operaio comunale ad Amriswil, ora affidato alla protezione animali
Svizzera
9 ore
Polizze con codice Qr, bilancio ‘molto positivo’
A due mesi dalla sua introduzione, la Posta si dice soddisfatta della risposta dell’utenza. ‘Per la stragrande maggioranza è una routine’
Svizzera
10 ore
Per Ruth Dreifuss un dottorato honoris causa
A conferirglielo, per l’impegno a favore di un mondo più giusto, delle pari opportunità e della tutela delle minoranze è stata l’Università di Berna
Svizzera
10 ore
Scansa un camion e centra il guardrail a bordo carreggiata
Incidente della circolazione sulla cantonale che da Coira porta ad Arosa: ingenti danni a vettura e infrastruttura stradale. Illeso il conducente
© Regiopress, All rights reserved