laRegione
21.11.21 - 21:29
Aggiornamento: 23:09

Estradati in Italia due dei 4 ’ndranghetisti di San Gallo

Presi in consegna dalla Polizia di frontiera di Ponte Chiasso, i due sono stati rinchiusi al Bassone, carcere di Como.

di Marco Marelli
estradati-in-italia-due-dei-4-ndranghetisti-di-san-gallo

Due dei quattro presunti ’ndranghetisti domiciliati nel Canton San Gallo, destinatari dei provvedimenti di fermo eseguiti martedì scorso nell’ambito dell’operazione ‘Cavalli di razza’, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, sono già stati estradati in Italia, dopo che gli stessi avevano chiesto di accedere alla procedura semplificata. Presi in consegna dalla Polizia di frontiera di Ponte Chiasso, i due sono stati rinchiusi al Bassone, carcere di Como. Per quanto è dato sapere anche gli altri due a breve dovrebbero venire estradati: uno residente nel Canton Zurigo, l’altro nel Canton San Gallo, entrambi dediti allo spaccio di cocaina. Sono tutti legati alla ’ndrina di Fino Mornasco. «Gli indagati si muovevano tra Lombardia, Calabria e Svizzera». Questo il commento di Alessandra Dolci, procuratore aggiunto, capo della Dda di Milano. In Svizzera gli inquirenti hanno documentato ‘mangiate’, alcune delle quali anche a Zurigo: occasioni per programmare traffici di droga e armi. Nel frattempo sono in corso le convalide dei provvedimenti di fermo, 29 delle quali sono state eseguite a Como. I giudici delle indagini preliminari Carlo Cecchetti e Andrea Giudici hanno già convalidato i fermi e confermato le misure cautelari per tutti gli indagati ad eccezione di due, rimessi in libertà. I giudici hanno poi trasmesso gli atti della procedura al Tribunale di Milano, che entro il 5 dicembre dovrà pronunciarsi sulle convalide degli arresti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
14 min
Compromesso all’orizzonte sulla riforma della Lpp
Sul modello di compensazione, la commissione del Nazionale si allinea al Consiglio degli Stati. Restano in sospeso altri punti.
Svizzera
2 ore
Iniziativa sui ghiacciai, al popolo l’ultima parola
Le firme raccolte sono oltre il doppio di quelle necessarie: riuscito il referendum dell’Udc contro la legge per la neutralità carbonica entro il 2050
Svizzera
2 ore
Berna intende aumentare lo stoccaggio di farmaci
Nell’inventario delle scorte obbligatorie saranno inseriti anche i preparati contro il morbo di Parkinson e gli antiepilettici
Svizzera
3 ore
Questione giurassiana, Baume-Schneider può fare da mediatrice
Come i suoi predecessori in seno al Dipartimento federale di giustizia e polizia, la consigliera federale farà da giudice sul ‘caso’ Moutier
Svizzera
4 ore
Altri due casi di influenza aviaria nel Canton Zurigo
Per gli esperti federali la situazione in Europa è ‘preoccupante’. Misure estese in Svizzera fino a metà marzo
Svizzera
4 ore
Sostegno pubblico degli ospedali nel mirino
Per la presidente dell’associazione H+ Regine Sauter, i nosocomi devono essere indipendenti dallo Stato. E propone correttivi
Svizzera
6 ore
Fuoriuscita di idrocarburi nel Rodano da un impianto Syngenta
Subito messe in atto le misure di contenimento. L’azienda rassicura: nessun pericolo per la popolazione o per l’ambiente
Svizzera
7 ore
Swisscom, ecco i bilanci 2022. Anzi no: settimana prossima
Complice un errore, per alcune ore l’azienda pubblica in internet i risultati d’esercizio, non ancora approvati dal Consiglio d’amministrazione
Svizzera
8 ore
Anno record per Tavolino magico: salvate 6’000 t di derrate
Ma l’associazione avverte: ‘C’è ancora molto da fare nella lotta allo spreco alimentare’. Beneficiari in aumento in Ticino
Svizzera
22 ore
Suisse Secret, il Ministero pubblico della Confederazione indaga
Credit Suisse sporge denuncia per la fuga di notizie. I reati prospettati sono spionaggio economico, violazione dei segreti commerciale e bancario
© Regiopress, All rights reserved