laRegione
18.11.21 - 17:22
Aggiornamento: 19:15

Il 36% delle aziende vittima di attacchi informatici

Oltre una società svizzera su tre colpita dagli hacker. Un anno fa la percentuale era del 25 per cento

Ats, a cura de laRegione
il-36-delle-aziende-vittima-di-attacchi-informatici
Keystone
La percentuale di aziende colpite è salita dell’11%

Oltre un’azienda svizzera su tre è stata vittima di un attacco informatico: il problema ha interessato il 36% delle imprese, un dato assai più elevato del 25% rilevato l’anno scorso, emerge da un sondaggio fra le piccole ditte (da 4 a 49 dipendenti) reso noto oggi.

Si può così calcolare che a livello elvetico circa 55’000 società abbiano dovuto fare i conti con i criminali cibernetici, affermano gli autori dell’indagine condotta da Gfs-Zürich su incarico di Mobiliare, Digitalswitzerland, Alleanza Sicurezza Digitale Svizzera, Scuola universitaria professionale della Svizzera nordoccidentale (Fhnw) e Accademia svizzera delle scienze tecniche (Satw).

Gli attacchi più frequentemente citati provengono da malware, virus o trojan (23%). La seconda forma più diffusa è la frode online, la cui quota rispetto al 2020 è più che raddoppiata, salendo dal 6% al15%. Seguono furti di dati (7%), ricatti (6%) e denial of service, cioè l’ingolfamento volontario di un sistema informatico attraverso un’inondazione di richieste esterne (5%).

Secondo gli autori della ricerca, le misure organizzative adottate dalle imprese per accrescere la sicurezza informatica sono insufficienti: meno della metà delle ditte ha implementato un piano di sicurezza, prevede la formazione regolare dei collaboratori e ha fatto eseguire un’analisi di sicurezza.

“Rispetto allo studio dell’anno precedente è aumentato il numero di piccole e medie imprese vittima di attacchi informatici: un dato preoccupante”, afferma Andreas Hölzli, responsabile del centro di competenza rischi cibernetici della Mobiliare, citato in un comunicato. “Le misure organizzative possono completare considerevolmente la protezione. Particolarmente degna di nota è, ad esempio, la formazione dei collaboratori. Altrettanto importanti sono gli audit di sicurezza, ossia un controllo del rischio informatico della propria azienda”.

“Dall’indagine emerge che vi è grande consapevolezza delle minacce, ma non altrettanta della propria vulnerabilità”, osserva da parte sua Nicole Wettstein, responsabile del programma sicurezza informatica della SATW, pure in dichiarazioni riportate nella nota. “Sono ancora molte le Pmi che ritengono di non essere un obiettivo interessante per gli attacchi informatici: in tale ambito c’è ancora molta strada da fare”.

Nel sondaggio, condotto in giugno e luglio fra i dirigenti delle piccole imprese nelle tre principali regioni linguistiche del paese, è emerso anche come il telelavoro si stia affermando: la diffusione della modalità di impiego in questione è infatti raddoppiata rispetto ai livelli pre-crisi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 ore
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
18 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
19 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
© Regiopress, All rights reserved