laRegione
18.11.21 - 15:09
Aggiornamento: 15:32

Oggi a processo la nota attivista Andrea Stauffacher

La militante deve rispondere a una lunga serie di reati tra cui quelli di ingiuria, violenza contro le autorità e violazione della legge sugli esplosivi

Ats, a cura de laRegione
oggi-a-processo-la-nota-attivista-andrea-stauffacher
Archivio Keystone

È iniziato oggi al Tribunale penale federale di Bellinzona il processo contro la nota attivista di sinistra Andrea Stauffacher. La militante anarchica, accusata di diversi reati, non si è presentata in aula. Qualora anche domani non dovesse esserci, il procedimento penale si svolgerà in contumacia.

Come indica l’atto d’accusa, Stauffacher, 71 anni, è chiamata a rispondere di ingiuria, uso delittuoso di materie esplosive o gas velenosi, violenza o minaccia contro le autorità e i funzionari, impedimento di atti dell’autorità, violazione della legge federale sugli esplosivi (commercio non autorizzato) e dell’ordinanza sul Covid-19.

Secondo il Ministero pubblico della Confederazione, l’attivista, insieme ad altri non identificati, ha sparato una batteria di fuochi d’artificio e due botti (“Horror-Knall-Rakete”) contro il Consolato generale turco di Zurigo nel gennaio 2017. Nel febbraio 2018 ha mostrato il dito medio a quattro agenti chiamandoli “marionette” durante una manifestazione non autorizzata, sempre davanti al consolato turco di Zurigo.

Nel giugno 2020 durante una dimostrazione non autorizzata “Black Lives Matter” avrebbe aggredito un agente della polizia comunale di Zurigo. Quando il medesimo agente ha arrestato la donna una settimana più tardi, quest’ultima l’ha nuovamente picchiato impedendogli ancora una volta di svolgere i suoi compiti.

L’anziana è inoltre accusata di aver acceso un fumogeno tra le manifestanti dello Sciopero delle donne alla stazione centrale di Zurigo il 14 giugno 2019. Il Ministero pubblico della Confederazione accusa Stauffacher, che ha diversi precedenti penali, di aver organizzato nell’aprile 2020 una manifestazione non autorizzata chiamata “Safety for all refugees” alla quale hanno partecipato oltre 300 persone, lei compresa. In questo modo ha violato la cosiddetta Ordinanza 2 COVID 19.

Oggi al primo giorno del processo ha testimoniato il poliziotto aggredito. L’agente ha dichiarato che Stauffacher lo aveva picchiato con calci e pugni alla dimostrazione “Black Lives Matter”. L’esponente delle forze dell’ordine si è anche detto convinto che l’imputata abbia dato istruzioni ad altri manifestanti per impedirgli di fare il suo lavoro. In data odierna è anche stato sentito un secondo agente, che ha raccontato quanto accaduto alla manifestazione del 2018 davanti al consolato turco.

Militante della sezione zurighese del Rivolutionärer Aufbau (Ricostruzione rivoluzionaria), Andrea Stauffacher è considerata un’esponente di punta del movimento che si batte per un cambiamento rivoluzionario del sistema politico ed economico. Il suo nome è stato più volte citato negli scorsi anni dagli inquirenti italiani per collegamenti con le nuove Brigate Rosse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Le Ffs vogliono 60% di merci in più su rotaia entro il 2050
Presentato il concetto ‘Suisse Cargo Logistics’. Promesse più flessibilità, velocità e digitalizzazione, con un occhio di riguardo ai trasporti ecologici
Svizzera
12 ore
Il parlamento apre il paracadute per Axpo
Anche il Consiglio degli Stati ha approvato a passo di carica la linea di credito di 4 miliardi per far fronte a problemi di liquidità
Svizzera
12 ore
Primo sì in Parlamento all’imposta minima sulle multinazionali
Il Consiglio degli Stati quasi all’unanimità sposa la linea governativa: lasciare la maggior parte degli introiti supplementari ai Cantoni interessati
Svizzera
13 ore
Maudet studia il ritorno e si candida al Consiglio di Stato
Caduto in disgrazia, di nuovo in pista: l’ex enfant prodige del Plr vuole difendere i ‘valori di una nuova lista’
Svizzera
16 ore
Energia, il governo al parlamento: ‘Le misure attuali bastano’
Dibattito al Nazionale sul tema. Il Consiglio federale criticato per la poca anticipazione rispetto a carenze ed emergenze prevedibili
Svizzera
16 ore
La crisi energetica fa tornare di moda il telelavoro
Alcune aziende, fra cui la Posta, stanno riconsiderando l’idea di rispedire a casa i dipendenti per risparmiare sul riscaldamento dei luoghi di lavoro
Svizzera
19 ore
Il prezzo del carburante è in calo. Ma per quanto ancora?
A incidere su altri possibili ribassi diversi fattori: oltre al costo del petrolio, anche i costi di navigazione sul Reno e il tasso di cambio del dollaro
Svizzera
21 ore
Il burro non basta mai: altre 1’000 tonnellate da importare
Quinto aumento nel giro di un anno della quantità extra necessaria per soddisfare la domanda interna
Svizzera
23 ore
‘Shock prevedibile, poteva essere evitato’
L’esperto di Comparis Felix Schneuwly sul pesante aumento dei premi di cassa malati per il 2023
Svizzera
1 gior
In autostrada al massimo a 100 all’ora
È la proposta lanciata dall’Associazione traffico e ambiente per diminuire i consumi energetici
© Regiopress, All rights reserved