laRegione
27.10.21 - 18:17
Aggiornamento: 19:16

Bici sul treno, le Ffs mantengono l’obbligo di prenotazione

Il sistema presenta però delle lacune e dev’essere migliorato. Dal prossimo anno 400 posti aggiuntivi sui convogli a lunga percorrenza

bici-sul-treno-le-ffs-mantengono-l-obbligo-di-prenotazione
Ti-Press
Domanda in crescita durante la pandemia

Berna – Nonostante le critiche, le Ferrovie Federali Svizzere (Ffs) continueranno a richiedere la prenotazione per il trasporto di biciclette sui treni Intercity. L’offerta verrà ampliata: dal 2022 fino al 2025 saranno messi a disposizione più di 400 posti aggiuntivi sui convogli a lunga percorrenza.

Finché la domanda di spazi per biciclette nel fine settimana supera l’offerta, l’obbligo di prenotazione rimarrà in vigore, ha annunciato stamane la compagnia ferroviaria. Dall’estensione dell’obbligo di prenotazione sulla rete IC a marzo sono state effettuate complessivamente 169’000 prenotazioni, di cui l’87% tramite l’app Mobile Ffs. Allo stesso tempo, le Ferrovie federali hanno ammesso che il sistema di prenotazione presenta delle lacune e dev’essere migliorato. Un nuovo programma sarà introdotto per la stagione 2023.

Capacità ampliate

Per far fronte a un boom di biciclette mai visto prima, in poco tempo le Ffs hanno aumentato i posti bici sulle linee principali, arrivando anche a triplicarli, oltre che mobilitato personale ed esteso l’obbligo di prenotazione dal venerdì alla domenica a tutte le linee IC, si legge in un comunicato. Le Ffs prevedono che la domanda continuerà ad aumentare, perciò svilupperanno gradualmente l’offerta. Ci sarà una nuova e maggiore capacità per le biciclette anche sui treni notturni, come quelli verso Amsterdam e Berlino.

Rispetto all’anno precedente, nel 2021 è stato venduto il 7% in più di carte giornaliere bici e il 6% in più di pass bici. E rispetto al periodo pre-pandemia, quest’anno ha viaggiato sui treni Ffs diretti in Ticino il 17% in più di ciclisti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
cyberpornografia
4 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
5 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
6 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
7 ore
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
10 ore
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
Svizzera
10 ore
Sedici scodinzolanti neonati per la Fondazione Barry
Doppio lieto evento a fine novembre a Martigny. E a gennaio è prevista un’altra cucciolata di cani San Bernardo
Svizzera
14 ore
Vasta operazione contro la ciberpedocriminalità
Quasi un centinaio le persone fermate dalla Polizia cantonale vodese. Due quelle poste in detenzione preventiva
Svizzera
1 gior
Pericolo marcato di valanghe in molte regioni meridionali
L’allerta riguarda la parte altovallesana delle Alpi, il versante sudalpino centrale, la cresta principale delle Alpi e la zona del Bernina
Svizzera
1 gior
È Zurigo l’El Dorado dei cittadini stranieri
Il 2022 potrebbe essere l’anno record per gli arrivi in riva alla Limmat. Tornano, in particolare, gli italiani
Svizzera
1 gior
Nuotata di San Nicolao da record nella Limmat
Ben 380 persone si sono date appuntamento a Zurigo per la 22esima edizione della tradizionale manifestazione benefica
© Regiopress, All rights reserved