laRegione
Svizzera
22.10.21 - 16:22
Aggiornamento: 16:47

Mantenere gli obiettivi anche dopo il no alla legge sul CO2

La Commissione ambiente del Consiglio degli Stati si allinea al Consiglio nazionale

mantenere-gli-obiettivi-anche-dopo-il-no-alla-legge-sul-co2
Ti-press

Il no alle urne alla riveduta legge sul CO2 non deve impedire alla Svizzera di perseguire i propri obiettivi climatici. Dopo il Consiglio nazionale, la Commissione dell’ambiente del Consiglio degli Stati (Capte-S) sostiene all’unanimità la proroga di diverse misure non contestate fino alla fine del 2024.

Il progetto dovrebbe permettere alla Svizzera di avere ancora un obiettivo di riduzione dopo il 2022, indica una nota odierna dei servizi parlamentari. La legge in vigore persegue una riduzione delle emissioni del 20% rispetto al 1990 entro il 2020, e un’ulteriore riduzione annuale dell’1,5% nel 2021. Quest’ultimo obiettivo deve continuare per gli anni dal 2022 al 2024. Almeno il 75% della riduzione deve essere raggiunto in Svizzera.

Gli importatori di carburante continueranno a essere tenuti a compensare le emissioni di CO2. Come prima, gli importatori potranno trasferire fino a 5 centesimi per litro di carburante ai consumatori.

In futuro, il Consiglio federale potrà determinare il tasso di compensazione sulla base dell’evoluzione delle emissioni di CO2 nei soli trasporti. Questa possibilità è stata accolta con favore dalla commissione.

La commissione ha rivisto il progetto del Consiglio nazionale solo su un punto. Non vuole includere nella legge un’estensione dei mandati di prestazione con le organizzazioni esistenti nell’ambito degli accordi sugli obiettivi. La disposizione del Consiglio nazionale è problematica dal punto di vista del diritto degli appalti pubblici, secondo la commissione. Il sistema attuale può essere mantenuto fino alla fine del 2024.

Una nuova legge dovrebbe essere presentata entro la fine dell’anno. Il Consiglio federale mantiene i suoi obiettivi: la Svizzera deve dimezzare le emissioni entro il 2030 rispetto al 1990. Tuttavia, dovrebbe abbandonare le misure che hanno portato al fallimento della legge sul CO2 il 13 giugno scorso (come la tassa sui biglietti aerei o l’aumento della benzina).

Il progetto dovrebbe concentrarsi su misure che permettano alla popolazione di ridurre le emissioni di CO2 su base quotidiana e sostenere gli sforzi dei vari settori. Si baserà sulla legge esistente sul CO2 e dovrebbe concentrarsi sugli incentivi e sul sostegno finanziario.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
6 min
Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr
Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
1 ora
I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese
Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
2 ore
Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano
A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
4 ore
L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione
Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
19 ore
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
19 ore
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
22 ore
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
23 ore
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
Svizzera
1 gior
Si potrà abbattere un lupo capobranco con prove diverse dal Dna
Così il Taf sul caso del maschio alfa del branco del Beverin: la partecipazione determinante dell’esemplare al danno potrà essere dimostrata in altri modi
Svizzera
1 gior
Grigioni: furgone contro un’auto, una donna gravemente ferita
Il violento scontro è successo ieri, giovedì 26 gennaio, a Schiers in Val Prettigovia
© Regiopress, All rights reserved