laRegione
21.10.21 - 14:24
Aggiornamento: 15:43

Arriverà la peste suina africana, letale per suini e cinghiali

Gli umani ne sono immuni, garantisce l’Organizzazione mondiale per la salute animale. Nel frattempo, ci si esercita per combatterla

Ats, a cura de laRegione
arrivera-la-peste-suina-africana-letale-per-suini-e-cinghiali
‘La questione non è se accadrà, ma quando accadrà’, dice l’Usav

La Confederazione si prepara all’arrivo della peste suina africana in Svizzera, contagio devastante per suini e cinghiali. “La questione non è se accadrà, ma quando accadrà”, avverte Hans Wyss, direttore dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e degli affari veterinari (Usav). Attualmente, la peste suina africana (Psa) rappresenta una delle maggiori minacce per la fauna selvatica in Svizzera.

La comparsa della Psa in Svizzera sarebbe un’emergenza che presupporrebbe la sinergia di tutti i servizi veterinari cantonali, dichiara l’Usav. Per far fronte a questo, è previsto un esercizio di simulazione dello stress per il 2 e 4 novembre, con la diffusione fittizia della peste suina africana in diversi allevamenti di suini e nelle aree forestali in tutto il paese. L’obiettivo di questo esercizio è testare l’efficacia della risposta alla crisi e la cooperazione tra le autorità federali, i servizi veterinari cantonali, il settore suinicolo e l’Ufficio alimentare e veterinario del Liechtenstein. Per non parlare delle capacità organizzative e digitali, come i nuovi strumenti digitali per il trattamento dei dati.

Nessun rischio per gli umani

Secondo l’Organizzazione mondiale per la salute animale, un quarto dei maiali nel mondo potrebbe morire di Psa. Questa malattia virale altamente contagiosa, innocua per l’uomo, è quasi sempre fatale per suini e cinghiali infetti. La malattia è da tempo diffusa in alcuni paesi africani oltre che in Sardegna. Colpì la Georgia nel 2007 per poi diffondersi in Russia e nell’Europa orientale. Recentemente, in Germania sono comparsi casi di peste suina africana.

Nell’agosto 2021, il numero di focolai di contaminazione nei suini domestici ha raggiunto un livello molto alto in Europa, motivo per cui il rischio d’introduzione della Psa è elevato per la Svizzera, scrive l’Usav. Il virus della Psa è molto resistente e può sopravvivere a lungo nell’ambiente, specialmente nel sangue, nei prodotti a base di carne e nelle carcasse di animali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
14 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
15 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
15 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
17 ore
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
20 ore
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
Svizzera
20 ore
Sedici scodinzolanti neonati per la Fondazione Barry
Doppio lieto evento a fine novembre a Martigny. E a gennaio è prevista un’altra cucciolata di cani San Bernardo
Svizzera
1 gior
Vasta operazione contro la ciberpedocriminalità
Quasi un centinaio le persone fermate dalla Polizia cantonale vodese. Due quelle poste in detenzione preventiva
Svizzera
1 gior
Pericolo marcato di valanghe in molte regioni meridionali
L’allerta riguarda la parte altovallesana delle Alpi, il versante sudalpino centrale, la cresta principale delle Alpi e la zona del Bernina
Svizzera
1 gior
È Zurigo l’El Dorado dei cittadini stranieri
Il 2022 potrebbe essere l’anno record per gli arrivi in riva alla Limmat. Tornano, in particolare, gli italiani
© Regiopress, All rights reserved