laRegione
covid-si-all-archivio-dati-dei-clienti-delle-discoteche
Keystone
Una discoteca di Losanna
berna
13.10.21 - 19:25
Aggiornamento : 19:47

Covid: sì all’archivio dati dei clienti delle discoteche

Il Tribunale federale ha respinto il reclamo di un avvocato: conservare nomi, indirizzi e numeri di telefono non è una grave violazione dei diritti

Ats, a cura de laRegione

I gestori di discoteche nel canton Berna devono continuare a trasmettere i dati di contatto dei loro clienti a una banca dati centrale. Il Tribunale federale (Tf) ha infatti respinto il reclamo di un avvocato che riteneva mancasse la base giuridica per l’archiviazione centrale dei dati.

Il legale dava per scontato che il Cantone non potesse dettare un regolamento per la trasmissione automatica dei dati, poiché il tracciamento era già stato regolato definitivamente con la legge federale sulle epidemie. Su questa base il Consiglio federale aveva poi adottato nell’ordinanza Covid-19 una regolamentazione complementare sulla raccolta di dati, secondo la quale i gestori di locali da ballo devono fornire dati in risposta a una richiesta specifica.

Nella sentenza pubblicata oggi la corte suprema con sede a Losanna conclude invece che l’ordinanza emessa dal Consiglio di Stato bernese ha una base legale sufficiente, e non vìola né la legge sull’epidemia né l’ordinanza federale. È opportuno e conveniente conservare i dati in modo centralizzato per due settimane, poiché in tal modo si possono informare rapidamente le persone infettate, spiega il verdetto.

E – aggiungono i giudici supremi – conservare nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e data di nascita non è una grave violazione dei diritti fondamentali. Inoltre i principi della legge cantonale sulla protezione dei dati si applicano anche se la loro salvaguardia è affidata a una azienda privata esterna all’amministrazione. Ristoranti e bar non devono invece più raccogliere i dati degli avventori dopo l’estensione dell’obbligo del certificato Covid.

La questione non è però ancora definitivamente liquidata. Una seconda denuncia dello stesso avvocato presentata per motivi formali è ancora pendente, ha detto il legale all’agenzia Keystone-Ats. Nel corso di questo procedimento giudiziario, egli ha presentato nuovi elementi che, a suo avviso, non sono stati presi in considerazione nella prima sentenza. In particolare una dichiarazione pubblicata in agosto dell’incaricato federale della protezione dei dati, secondo il quale il diritto federale non prevede una banca dati centrale dei contatti, ed essa sarebbe anche problematica in termini di tutela delle informazioni raccolte. Il legale ha deplorato il fatto che i due procedimenti non siano stati uniti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
archivio dati clienti diritti discoteca tribunale federale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Ventenne al volante ubriaco e senza patente, era recidivo
La polizia friburghese ha sequestrato la macchina. Il giovane sarà denunciato al Ministero pubblico.
Svizzera
14 ore
Vaiolo delle scimmie: primo caso in Svizzera
Si tratta di una persona residente nel canton Berna che è stata esposta al virus all’estero
gallery
Svizzera
16 ore
Basilea, polizia disperde gli oppositori di un raduno Udc
Le forze dell’ordine hanno cercato di tenere lontani dallo stand del partito politico i dimostranti del gruppo ‘Basel Nazifrei’
Svizzera
18 ore
Bancomat fatto esplodere nel Giura bernese
I malviventi sono fuggiti in auto. L’ammontare della refurtiva non è ancora noto.
gallery
Svizzera
20 ore
Grigioni, camminata di protesta contro il World economic forum
Polizia e organizzatori si aspettavano maggiore affluenza. In programma altre manifestazioni in varie città svizzere
Svizzera
21 ore
Schianto contro il portale della galleria, muore automobilista
L’incidente è avvenuto a Küttigen, nel canton Argovia. Il veicolo ha preso fuoco subito dopo lo schianto.
gallery
Svizzera
21 ore
Scontri a Zurigo per una manifestazione contro il Wef
L’appello a scendere in piazza ieri per opporsi al World economic forum era stato lanciato su internet
commercio al dettaglio
1 gior
Princìpi e realtà, la Migros a un bivio
I 2,28 milioni di soci votano fino al 4 giugno sulla revoca del divieto di vendere alcolici. Analisi, contesto e reportage.
Svizzera
1 gior
‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’
È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
Svizzera
1 gior
Violenza domestica, si allontani l’autore dal tetto familiare
La Commissione affari giuridici al Nazionale ha approvato due mozioni che estende a livello nazionale il principio già in vigore in diversi cantoni
© Regiopress, All rights reserved