laRegione
il-parlamento-incarcerare-i-fiancheggiatori-prima-che-sia-tardi
Keystone
Il luogo dell’attacco a Lugano, il 24 novembre scorso
terrorismo
12.10.21 - 19:49
Aggiornamento: 20:35
Ats, a cura de laRegione

Il Parlamento: incarcerare i fiancheggiatori prima che sia tardi

È il parere della commissione della politica di sicurezza del Consiglio nazionale: ‘Così non si ripeteranno i fatti di Morges e Lugano’

La custodia di sicurezza per le persone sospettate di sostenere il terrorismo avrebbe forse potuto consentire di evitare i fatti di Morges (attacco finito con un morto) e di Lugano (un ferito da arma da taglio). Ne è convinta la Commissione della politica di sicurezza del Consiglio nazionale (Cps-N) che ha dato seguito per 10 voti a 5 a un’iniziativa parlamentare in tal senso.

Il testo, inoltrato dal consigliere nazionale Mauro Tuena (Udc/Zh), mira a elaborare le basi legali affinché le persone che, in privato o in pubblico, incitano, istruiscono o incoraggiano attività terroristiche o violenza di altro tipo, in Svizzera o all’estero, oppure annunciano, finanziano, favoriscono o esortano a sostenere tali attività, possano essere incarcerate.

La medesima misura si applicherebbe anche a tutti quelli che sostengono o appartengono a organizzazioni che perseguono o esercitano attività terroristiche o violenza di altro tipo. Questa misura, secondo Tuena, potrebbe essere ordinata esclusivamente dal giudice dei provvedimenti coercitivi.

La maggioranza della Cps-N, specifica un comunicato odierno dei servizi parlamentari, crede che occorra rafforzare ulteriormente l’arsenale giuridico incluso nel progetto governativo sulle misure di polizia antiterrorismo accolto in votazione popolare il 13 giugno scorso dal 56,6% dei votanti.

In effetti, la commissione si chiede se la custodia di sicurezza avrebbe permesso di evitare attacchi come quelli verificatisi recentemente a Morges (Vd) o a Lugano e crede che la questione meriti una riflessione più approfondita. Poiché l’iniziativa parlamentare prevede che le decisioni di custodia siano prese dal giudice dei provvedimenti coercitivi, secondo la maggioranza ciò costituirebbe una garanzia che simili decisioni siano proporzionate ed emanate nel rispetto dei diritti umani.

Per una minoranza, invece, l’introduzione di questa misura rappresenterebbe una grave violazione della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, ma anche del diritto a una procedura equa previsto dalla Costituzione federale. Inoltre, essendo i reati menzionati dall’iniziativa parlamentare già punibili, la minoranza pensa che non vi sia motivo di rafforzare la legge in materia.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio nazionale morges politica sicurezza terrorismo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
13 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
14 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
15 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
16 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
20 ore
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
1 gior
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
1 gior
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
© Regiopress, All rights reserved