laRegione
11.10.21 - 11:21
Aggiornamento: 23:10

Al via a Ginevra il processo d’appello a Pierre Maudet

In prima istanza l’ex consigliere di Stato era stato condannato a 300 aliquote giornaliere spese per accettazione di vantaggi per un viaggio ad Abu Dhabi

Ats, a cura de laRegione
al-via-a-ginevra-il-processo-d-appello-a-pierre-maudet
(Keystone)

Alla Camera penale d’appello e di revisione di Ginevra si è aperto oggi il processo a Pierre Maudet. In prima istanza l’ex consigliere di Stato era stato condannato a una pena pecuniaria di 300 aliquote giornaliere con la condizionale per accettazione di vantaggi per un suo viaggio ad Abu Dhabi nel 2015, interamente pagato dalle autorità dell’Emirato. Il processo dovrebbe durare fino a mercoledì. Il verdetto è atteso solo fra diverse settimane.

Il Tribunale di polizia aveva ritenuto che Pierre Maudet avesse accettato il rischio di essere influenzato nell’esercizio delle sue funzioni accettando il viaggio ad Abu Dhabi, di un valore di 50’000 franchi. L’ex esponente del PLR ginevrino, da cui fu escluso nel luglio del 2020, era però stato assolto dall’accusa di aver accettato un vantaggio in relazione a un sondaggio elettorale finanziato da due amici imprenditori.

Il pubblico ministero, che aveva chiesto una pena di 14 mesi di prigione con la condizionale, ha fatto ricorso contro questa assoluzione in relazione al finanziamento del sondaggio elettorale.

Sul banco degli accusati si trovano anche i due amici imprenditori, Magid Khoury e Antoine Daher, così come l’ex capo di gabinetto di Pierre Maudet, Patrick Baud-Lavigne: erano stati giudicati colpevoli di accettazione di vantaggi e condannati rispettivamente a 240 e 180 aliquote giornaliere con la condizionale. Avevano organizzato il soggiorno nell’emirato allo scopo, secondo la sentenza di primo grado, di assicurarsi la benevolenza del consigliere di Stato.

L’ex capo dello staff di Maudet, che aveva preso parte al viaggio nel Golfo, era stato riconosciuto colpevole anche di aver violato il segreto d’ufficio per aver fornito informazioni ai due imprenditori, e condannato a 360 aliquote giornaliere, sempre con la condizionale.

Tutti hanno fatto ricorso il appello.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Traffico sulla A13 e la A28, niente ‘bacchetta magica’
Il problema del traffico turistico di aggiramento sulle due arterie grigionesi impone una strategia sovracantonale
Svizzera
3 ore
Tentata rapina a mano armata a Crans Montana
Preso di mira, poco prima delle 6, un negozio del centro. È caccia ai malviventi (due) in Vallese
Svizzera
4 ore
Cresce il numero di persone con livello d’istruzione terziario
Tra i 25-34enni nell’arco di vent’anni la quota è raddoppiata: nel 2021 uno su due aveva conseguito un diploma corrispondente
Svizzera
7 ore
All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata
In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
7 ore
Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco
Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
Svizzera
7 ore
Svizzera ‘razzista sistemica’, ma Berna respinge le accuse
Per l’ambasciatore elvetico alle Nazioni Unite le considerazioni del Gruppo sono in parte basate su ‘supposizioni’ e ‘malintesi’
Svizzera
12 ore
Malgrado le ombre, le prospettive per l’industria non peggiorano
Il comportamento del parametro rappresenta una sorpresa: gli analisti si aspettavano infatti una contrazione a valori compresi fra 54 e 55,6 punti
Svizzera
12 ore
Suicidi quasi dimezzati negli ultimi quarant’anni
La diminuzione è soprattutto evidente tra gli uomini. Il Ticino ha presentato i tassi di suicidio inferiori per tutto l’ultimo decennio
Svizzera
13 ore
Lieve ma significativo rallentamento dell’inflazione
Si tratta del primo calo dopo venti mesi consecutivi con numeri in crescita o stabili. In settembre il rincaro annuo si è attestato al 3,3%
Svizzera
1 gior
Elezioni cantonali a Zugo: Status quo per il governo cantonale
Il Consiglio di Stato rimane quindi composto da tre rappresentanti dell’Alleanza di Centro, due liberali radicali e due Udc
© Regiopress, All rights reserved