laRegione
07.10.21 - 11:39
Aggiornamento: 12:06

Le aziende svizzere sempre più sotto attacco degli hacker

Almeno 2’694 furti di dati documentati nel giro di un anno, il 56% di quelli avvenuti negli ultimi 5 anni. Incertezza sul numero dei ricatti informatici

Ats, a cura de laRegione
le-aziende-svizzere-sempre-piu-sotto-attacco-degli-hacker
(Ti-Press)

Gli attacchi informatici alle aziende svizzere stanno aumentando in modo esponenziale: si contano almeno 2694 aggressioni andate a buon fine nello spazio di 12 mesi (da agosto dell’anno scorso allo stesso mese del 2021), ciò che rappresenta il 56% di tutti gli episodi osservati negli ultimi cinque anni.

I numeri vengono pubblicati nell’ultimo numero del periodico Beobachter, che ha commissionato un’analisi alla società di sicurezza informatica Recorded Future. I casi in questione sono quelli cosiddetti verificati: comprendono cioè le situazioni in cui sono stati sottratti dati in computer aziendali che poi sono finiti sul darknet.

A questi vanno aggiunti quelli in cui è stato pagato un riscatto. Quanti essi siano è difficili dirlo, ma secondo gli esperti citati dal bimestrale si tratta di un numero elevato: molte società temono infatti l’apparizione sul web di dati sensibili dell’impresa stessa e dei clienti, oppure non sono in grado di rigenerare i dati sottratti.

“Con poche eccezioni, gli hacker fanno parte di organizzazioni gestite in modo molto professionale”, afferma Florian Schütz, che dirige il Centro nazionale per la cibersicurezza (NCSC), entità della Confederazione, in dichiarazioni riportate dal Beobachter. Ogni gruppo è specializzato in una propria clientela. La stragrande maggioranza degli attacchi è opera di una dozzina di bande organizzate professionalmente, che operano principalmente dai paesi dell’Europa dell’est, dalla Russia, dalla Cina, dalla Corea del Nord e dall’Iran.

“Attualmente i ricattatori chiedono dal 3 al 5% del fatturato annuale di un’azienda”, spiega Abdelkader Cornelius, specialista della società Cybereason, pure intervistato dalla testata zurighese. Quasi il 40% delle vittime di ransomware - attacchi con richiesta di riscatto - paga i criminali. Molte aziende hanno anche nel frattempo assicurato questi rischi: nelle polizze è previsto il pagamento ai malviventi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
31 min
I servizi pubblici svizzeri digitali stanno perdendo colpi
In testa alla graduatoria in materia di digitalizzazione si piazza la Danimarca. Per le città, Zurigo davanti a Roma.
Svizzera
15 ore
Le Ffs vogliono 60% di merci in più su rotaia entro il 2050
Presentato il concetto ‘Suisse Cargo Logistics’. Promesse più flessibilità, velocità e digitalizzazione, con un occhio di riguardo ai trasporti ecologici
Svizzera
15 ore
Il parlamento apre il paracadute per Axpo
Anche il Consiglio degli Stati ha approvato a passo di carica la linea di credito di 4 miliardi per far fronte a problemi di liquidità
Svizzera
15 ore
Primo sì in Parlamento all’imposta minima sulle multinazionali
Il Consiglio degli Stati quasi all’unanimità sposa la linea governativa: lasciare la maggior parte degli introiti supplementari ai Cantoni interessati
Svizzera
16 ore
Maudet studia il ritorno e si candida al Consiglio di Stato
Caduto in disgrazia, di nuovo in pista: l’ex enfant prodige del Plr vuole difendere i ‘valori di una nuova lista’
Svizzera
19 ore
Energia, il governo al parlamento: ‘Le misure attuali bastano’
Dibattito al Nazionale sul tema. Il Consiglio federale criticato per la poca anticipazione rispetto a carenze ed emergenze prevedibili
Svizzera
19 ore
La crisi energetica fa tornare di moda il telelavoro
Alcune aziende, fra cui la Posta, stanno riconsiderando l’idea di rispedire a casa i dipendenti per risparmiare sul riscaldamento dei luoghi di lavoro
Svizzera
22 ore
Il prezzo del carburante è in calo. Ma per quanto ancora?
A incidere su altri possibili ribassi diversi fattori: oltre al costo del petrolio, anche i costi di navigazione sul Reno e il tasso di cambio del dollaro
Svizzera
1 gior
Il burro non basta mai: altre 1’000 tonnellate da importare
Quinto aumento nel giro di un anno della quantità extra necessaria per soddisfare la domanda interna
Svizzera
1 gior
‘Shock prevedibile, poteva essere evitato’
L’esperto di Comparis Felix Schneuwly sul pesante aumento dei premi di cassa malati per il 2023
© Regiopress, All rights reserved