laRegione
01.10.21 - 09:23
Aggiornamento: 11:15

I test dovrebbero restare gratuiti per chi ha meno di 20 anni

Oggi il Consiglio federale deciderà sulla questione. Previsti 150 milioni di franchi ai Cantoni per le stazioni mobili di vaccinazione

i-test-dovrebbero-restare-gratuiti-per-chi-ha-meno-di-20-anni
(Keystone)

Oggi il Consiglio federale deciderà sulla questione dei test Covid a pagamento. La proposta posta in consultazione ai Cantoni è una soluzione di compromesso che prevede la gratuità del test fino al 10 ottobre per tutti, e successivamente, fino al 30 novembre, solo per le persone in attesa di ricevere la seconda dose del vaccino. Dall’11 ottobre, dunque, chi ancora non si è vaccinato dovrà pagare il test.

Come riferisce il Blick, se da un lato il direttore del dipartimento dell’Interno Alain Berset è fermo in linea di massima sulla sua proposta, nel timore che la stagione fredda porti con sè una nuova ondata della pandemia, i cantoni non sono uniformemente concordi: circa due terzi di essi sostengono l’idea di far cessare a breve termine la gratuità dei test, ma alcuni vorrebbero un suo prolungamento per tutti fino a fine novembre o addirittura a fine anno. Anche le commissioni parlamentari per la Salute di entrambe le Camere propendono per una proroga, ma hanno evitato di accentuare la pressione sul Consiglio federale.

Qualche apertura potrebbe però arrivare sul limite di età, che potrebbero essere portato da 16 a 20 anni, in modo da agevolare soprattutto i ragazzi ancora in formazione e che non hanno la disponibilità economica per permettersi di pagare i test. Al centro della discussione anche la questione degli studenti non vaccinati, per i quali si potrebbe pensare a testi di massa ripetuti.

Ampia spinta verrà data anche alla campagna di vaccinazione: in consultazione una proposta in base alla quale i cantoni riceveranno 150 milioni di franchi dalla Confederazione per sostenere il costo delle stazioni mobili di vaccinazione, ad esempio i bus per la vaccinazione, i cosiddetti VaxBus in grado di raggiungere anche le località più discoste. Abbandonata invece, sempre secondo il Blick, l’idea degli incentivi per coloro che convincono altri a vaccinarsi, ovvero una ricompensa di 50 franchi per chi viene segnalato come “vaccinatore” da una persona che si è convinta dietro suo consiglio, proposta non accolta con favore dagli altri dipartimenti.

Leggi anche:

Dai cantoni grandi sforzi per aumentare le vaccinazioni

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
23 min
Migros ha scelto: il nuovo numero uno sarà Mario Irminger
Precedentemente alla testa di Denner (che ora cerca un nuovo timoniere), prenderà le redini dei ‘gigante arancione’ fra due mesi
Svizzera
34 min
Le prestazioni complementari non compromettono il permesso C
Lo ha statuito il Tribunale federale, accogliendo il ricorso di uno spagnolo a cui in prima istanza le autorità avevano revocato lo statuto
Svizzera
3 ore
Per la Rega nel 2022 un numero di pazienti soccorsi da record
Le oltre 14’000 persone aiutate lo scorso anno sono la cifra più alta nei 70 anni di storia della Guardia aerea svizzera di soccorso
Svizzera
18 ore
Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale
Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
23 ore
USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro
I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
23 ore
Ginevra, Uber può continuare a operare
L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
1 gior
Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3
Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
1 gior
Penuria di farmaci, al lavoro una task force
Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
1 gior
Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento
Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
1 gior
1° febbraio: è il giorno della prova sirene
Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
© Regiopress, All rights reserved