laRegione
friburgo
26.09.21 - 17:23

Stravince Chassot, schiantati i socialisti

La direttrice dell’Ufficio federale della cultura, candidata dell’Alleanza di Centro, succederà a Christian Levrat al Consiglio degli Stati

Ats, a cura de laRegione
stravince-chassot-schiantati-i-socialisti
Keystone
Isabelle Chassot

La friburghese Isabelle Chassot ha nettamente vinto l’elezione suppletiva per la successione di Christian Levrat al Consiglio degli Stati: nella corsa a due, la candidata dell’Alleanza del Centro ha ottenuto il 62,66% dei voti, contro il 37,34% dello sfidante socialista Carl-Alex Ridoré. La 56enne assumerà il suo incarico a dicembre.

Chassot ha ottenuto in totale 54’695 voti, distanziando di oltre 22’000 schede Ridoré, fermatosi a 32’591 preferenze. L’affluenza alle urne si è attestata al 43,83%.

Il Centro ha così riconquistato il seggio alla Camera dei Cantoni perso nel 2019. In occasione delle ultime Federali infatti la giovane liberale-radicale Johanna Gapany aveva soffiato la poltrona all’uscente Beat Vonlanthen (Ppd), mentre Levrat era stato riconfermato. Puntando sulla candidatura del prefetto della Sarine, il Ps friburghese sperava di conservare il seggio lasciato libero da Levrat, ma non ce l’ha fatta.

Chassot, residente a Granges-Paccot, è stata consigliera di Stato tra il 2002 e il 2013. Il suo curriculum è impreziosito dal ruolo di collaboratrice personale svolto per gli ex consiglieri federali Arnold Koller e Ruth Metzler-Arnold. In seguito è diventata direttrice dell’Ufficio federale della cultura, ruolo che occupa da otto anni.

Tra Chassot e Ridoré è stata una corsa a due, poiché le altre forze politiche cantonali si sono astenute dal presentare candidati: l’Udc, ad esempio, intende concentrare le sue forze sulle elezioni cantonali di novembre e ha dunque deciso di non lanciare un candidato nella corsa, lasciando così la via libera a un duello sinistra-destra.

Levrat ha deciso di lasciare il Consiglio degli Stati questo autunno dopo 18 anni nel Parlamento federale per assumere la presidenza del Consiglio di amministrazione della Posta. L’ex presidente del Partito socialista svizzero e sindacalista aveva annunciato di volersi candidare per il Consiglio di Stato di Friburgo, ma ha rinunciato dopo l’annuncio della nomina a presidente dell’organo di vigilanza del Gigante giallo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata
In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
1 ora
Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco
Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
Svizzera
1 ora
Svizzera ‘razzista sistemica’, ma Berna respinge le accuse
Per l’ambasciatore elvetico alle Nazioni Unite le considerazioni del Gruppo sono in parte basate su ‘supposizioni’ e ‘malintesi’
Svizzera
6 ore
Malgrado le ombre, le prospettive per l’industria non peggiorano
Il comportamento del parametro rappresenta una sorpresa: gli analisti si aspettavano infatti una contrazione a valori compresi fra 54 e 55,6 punti
Svizzera
6 ore
Suicidi quasi dimezzati negli ultimi quarant’anni
La diminuzione è soprattutto evidente tra gli uomini. Il Ticino ha presentato i tassi di suicidio inferiori per tutto l’ultimo decennio
Svizzera
7 ore
Lieve ma significativo rallentamento dell’inflazione
Si tratta del primo calo dopo venti mesi consecutivi con numeri in crescita o stabili. In settembre il rincaro annuo si è attestato al 3,3%
Svizzera
23 ore
Elezioni cantonali a Zugo: Status quo per il governo cantonale
Il Consiglio di Stato rimane quindi composto da tre rappresentanti dell’Alleanza di Centro, due liberali radicali e due Udc
Svizzera
1 gior
Zurigo, 17enne perde la vita dopo una rissa
Altri tre ragazzi sono rimasti feriti nell’alterco scoppiato ieri notte in un appartamento di Oetwil am See
Svizzera
1 gior
L’inflazione colpisce duramente gli anziani
L’indagine ha evidenziato notevoli differenze regionali: gli anziani sono più colpiti in Ticino, dove il 30% dei pensionati vive in condizioni precarie
Svizzera
1 gior
‘Il riscaldamento a 19 gradi? Non s’ha da fare’
A dirlo è il settore immobiliare che critica la raccomandazione del Consiglio federale, poiché una casa troppo fredda è considerata ‘un difetto’
© Regiopress, All rights reserved