laRegione
riforma-ministero-pubblico-e-autorita-di-vigilanza-ok-dal-nazionale
(Keystone)
21.09.21 - 09:15
Aggiornamento: 19:03

Riforma Ministero pubblico e Autorità di Vigilanza, ok dal Nazionale

La proposta di legge mira a rafforzare e chiarire le competenze dell’Autorità indipendente rispetto al Ministero pubblico della Confederazione

Via libera alla riforma del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) e della sua Autorità di vigilanza (AV-MPC). Dopo gli Stati settimana scorsa, oggi anche il Consiglio nazionale ha approvato una mozione in tal senso con 128 voti contro 45 e una astensione.

Ora il Consiglio federale può mettersi al lavoro. La riforma dovrà basarsi sui vari rapporti che sono stati pubblicati negli ultimi mesi, compreso il rapporto finale delle Commissioni della gestione (CdG) dei due rami del Parlamento, che hanno proposto una soluzione chiamata “status quo plus”.

Ciò significherebbe che il Ministero pubblico della Confederazione resterebbe indipendente e continuerebbe ad essere controllato da un’autorità di vigilanza indipendente. Tuttavia, le competenze di quest’ultima andrebbero chiarite e rafforzate. L’alternativa sarebbe tornare alla supervisione del Tribunale federale e del Dipartimento federale di giustizia e polizia.

Secondo Sibel Arslan (Verdi/BS), che si è espressa a nome della commissione preparatoria, c’è accordo sulla necessità di agire. Anche la ministra di giustizia Karin Keller-Sutter ha sostenuto la riforma, ricordando come i cantoni non volevano una revisione totale del modello attuale. Solo l’UDC, che auspicava una riforma di più ampio respiro, ha bocciato la mozione.

I problemi tra l’autorità di vigilanza e l’MPC sono sorti durante il procedimento disciplinare contro l’ex procuratore federale Michael Lauber, riguardante il terzo incontro informale con il presidente della FIFA Gianni Infantino. Nel maggio 2019, le CdG hanno avviato le rispettive investigazioni per capire queste discrepanze.

In un rapporto intermedio del giugno 2020, le Commissioni della gestione hanno notato che Lauber faceva una “interpretazione errata della vigilanza”. Nelle loro considerazioni, hanno sottolineato che la sorveglianza non viola l’indipendenza del perseguimento penale quando influenza il ministero pubblico su questioni di gestione.

Il sistema di un MPC indipendente soggetto a una vigilanza indipendente, introdotto nel 2011, può dunque funzionare. Ma non è sufficientemente a prova di crisi, hanno concluso.

Dopo un periodo di grande tensione, l’MPC si sta stabilizzando. Lauber si è dimesso e ha lasciato il Ministero pubblico a fine di agosto 2020. L’MPC è da allora guidato ad interim dai due vice procuratori. Il Parlamento è chiamato ad eleggere il nuovo procuratore generale il 29 settembre.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
autorità vigilanza ministero pubblico mpc
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
Violenti nubifragi su gran parte della Svizzera
Diversi disagi e danni a causa dei violenti temporali. Situazione critica soprattutto nel Canton Berna
Svizzera
10 ore
‘Per la tutela del clima necessaria un’altra fiscalità’
Lo dice Gioventù socialista, che lancia l’‘Iniziativa per il futuro’. Osteggiata dai Giovani liberali: ‘Attacco frontale al modello svizzero’
Svizzera
10 ore
Per Viktor Janukovyč sanzioni anche Svizzere
La Confederazione si allinea a quanto deciso dall’Unione europea: pure l’ex presidente ucraino, assieme a suo figlio, finisce sulla lista
Svizzera
11 ore
Si schianta un aliante in Vallese, muore il pilota 72enne
Il velivolo è precipitato ieri sera sul ghiacciaio vallesano del Giétro, nella Val de Bagnes
Svizzera
12 ore
Tenta una rapina in banca, ma poi si dà alla fuga
Un 25enne ceco si è presentato con un coltello allo sportello della Banca Cantonale Grigoine di St. Moritz. La polizia lo ha poi arrestato
Svizzera
12 ore
Indennità di servizio civile va calcolata su base realistica
Lo ha stabilito il Tribunale federale di Lucerna, che sconfessa una decisione del Tribunale cantonale di Basilea Campagna
Svizzera
12 ore
Dal Ticino più diretti in Romandia. Aggirando Visp
Dopo anni di lavori, il 23 settembre aprirà la circonvallazione autostradale della località vallesana. Ma per ora solo sull’asse est-ovest
Svizzera
13 ore
Ecco le contromosse per scongiurare il blackout
Via libera alle trattative per l’utilizzo di centrali elettriche di riserva. E si valuta pure l’impiego dei generatori di emergenza
Svizzera
14 ore
Caro-benzina, verso un’inchiesta e un calcolatore dei prezzi
La Commissione economia e tributi al Nazionale ha accolto una mozione per affidare alla Comco un’inchiesta su eventuali distorsioni della concorrenza
Svizzera
14 ore
Ritrovato morto l’alpinista disperso sopra Flims
Il corpo senza vita dell’uomo, segnalato disperso da qualche giorno dal canton Zurigo, è stato ritrovato ai piedi della sella del Surenjoch (Gr/Gl)
© Regiopress, All rights reserved