laRegione
quasi-43mila-firme-contro-l-importazione-di-pellicce
Keystone
42'800 firme depositate oggi a Berna
20.09.21 - 22:38

Quasi 43mila firme contro l’importazione di pellicce

Consegnata oggi a Berna una petizione che chiede il divieto di importare prodotti ottenuti infliggendo sofferenze agli animali

Berna – L’importazione di “prodotti di pellicceria ottenuti infliggendo sofferenze agli animali” dovrebbe essere vietata in Svizzera. È quanto chiede una petizione consegnata oggi al Parlamento federale a Berna firmata da circa 42’800 persone.

I firmatari invitano i membri delle Camere federali a sostenere una mozione del consigliere nazionale Matthias Aebischer (SP/BE), che è attualmente pendente al Consiglio degli Stati. Il testo chiede che sia vietata l’importazione di prodotti di pelliccia prodotti in modo crudele. Il Consiglio federale dovrebbe agire sulla base della Legge sulla protezione degli animali.

I metodi di caccia comuni all’estero (tagliole, trappole con funi o a scatto) e le condizioni di detenzione negli allevamenti commerciali (gabbie strette con pavimenti in rete metallica) corrispondono alla definizione di “maltrattamento degli animali” contenuta nella Legge federale sulla protezione degli animali, si legge nella petizione.

Stando alle cifre dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria, il 79% dei controlli effettuati nei punti vendita nel 2019/2020 hanno condotto a una contestazione perché la dichiarazione non era corretta o era insufficiente.

La versione rivista dell’ordinanza sulla dichiarazione delle pellicce e dei prodotti di pellicceria è in vigore dal 1° aprile 2020. Sono state introdotte nuove disposizioni, come l’obbligo di contrassegnare chiaramente il prodotto come “vera pelliccia” se è derivato da animali. Secondo le autorità questo dovrebbe consentire ai clienti di riconoscere immediatamente se si tratta di una pelliccia vera o sintetica.

Il Consiglio federale respinge quindi la mozione di Aebischer e continua a fare affidamento sulla dichiarazione e su un’informazione trasparente per i clienti. Per gli autori delle petizione invece neppure un obbligo di dichiarazione concepito e attuato in modo ottimale impedirebbe l’importazione e la vendita di prodotti di pellicceria ottenuti infliggendo sofferenze agli animali.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
animali pellicce petizione sofferenze
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Ha un nome il corpo ritrovato nell’Aare, a Rubigen
Formalmente identificata la salma rinvenuta il 29 giugno: si tratta di un 76enne bernese dato per disperso dopo che si era tuffato più a monte
Svizzera
1 ora
Donna salvata dalla Rega nelle gole dell’Areuse
La giovane era scivolata finendo in acqua in un luogo molto incassato. Soccorsa con l’ausilio del verricello
Svizzera
3 ore
La formazione continua è la carta vincente. E va incentivata
Ne è convinta Travail.Suisse, che chiede un’offensiva in questo campo. E maggiori aiuti dal settore pubblico sotto forma di borse di studio
Svizzera
4 ore
Nel 2021 ancora l’ombra della pandemia sugli studi medici
Malgrado il miglioramento rispetto a marzo-ottobre 2020, quasi la metà di loro anche l’anno scorso ha registrato un calo delle attività
Svizzera
6 ore
Femsa vuole fare spesa da Valora: sul piatto 1,1 miliardi
L’azienda messicana intenzionata ad acquistare il rivenditore al dettaglio basilese. Offerti 260 franchi per azione
Svizzera
18 ore
Passo del Susten, massi cadono su auto: un ferito grave
La frana si è verificata poco prima delle 14.30 a seguito di un violento temporale
Svizzera
19 ore
Oberland bernese, un treno deraglia a causa di un albero caduto
Nessuno è rimasto ferito e tutti i passeggeri sono stati evacuati. Nel frattempo, sempre nel canton Berna, è stato emesso un allarme inondazioni
Svizzera
19 ore
Inflazione frenata da controlli e protezionismo
Uno dei motivi è legato alle importazioni: ‘Quando il franco è forte, queste risultano più convenienti per i consumatori’, spiega Alexander Rathke del Kof
Svizzera
20 ore
Aeroporto di Zurigo: ‘Siamo pronti per l’estate’
Secondo lo scalo il personale è sufficiente per accogliere i numerosi viaggiatori previsti
Svizzera
23 ore
Venti locomotive ‘targate’ Siemens per Ffs Cargo
Grazie alla loro dotazione, la capacità di trazione sarà aumentata, consentendo ai convogli di attraversare le Alpi senza motrici d’appoggio
© Regiopress, All rights reserved