laRegione
20.09.21 - 22:33
Aggiornamento: 22:56

Giovani e pubblicità del tabacco, ‘no’ all’iniziativa

Il testo è stato respinto anche dal Consiglio degli Stati. Stöckli (Ps): revisione della legge insufficiente, si deve andare a votare.

giovani-e-pubblicita-del-tabacco-no-all-iniziativa
Keystone
Si andrà a votare

Berna – Il Parlamento non vuole un divieto totale della pubblicità del tabacco per proteggere i bambini e i giovani. Dopo il Consiglio nazionale, anche il Consiglio degli Stati ha respinto lunedì l’iniziativa popolare che ne chiede l’introduzione. Il dossier è pronto per le votazioni finali.

Il Consiglio degli Stati raccomanda di respingere l’iniziativa ‘Fanciulli e adolescenti senza pubblicità per il tabacco’ con 27 voti contro 12 e un’astensione. La maggioranza è dell’opinione la revisione della legge sui prodotti del tabacco – attualmente in fase di eliminazione delle divergenze in Parlamento – rappresenti un buon compromesso e tenga conto delle principali preoccupazioni dei promotori.

Secondo il ministro della sanità Alain Berset, questa revisione di legge è anche la ragione per cui il Consiglio federale raccomanda di respingere l’iniziativa senza un controprogetto. L’iniziativa, inoltre, si spinge troppo lontano.

Revisione di legge ‘insufficiente’

In aula, solo Hans Stöckli (Ps/Be) ha preso la parola a favore dell’iniziativa. Come ex sindaco di Bienne, non era entusiasta dell’idea di vietare la pubblicità di prodotti che potevano essere consumati legalmente. Ma poi, quando ha cominciato a occuparsi di salute, ha visto quanto fosse dannoso il consumo di tabacco.

I giovani devono essere dissuasi dal fumare, ha detto. L’iniziativa deve arrivare davanti al popolo, ha detto, perché la prevista revisione della legge sui prodotti del tabacco non ne riprende tutti i punti cruciali. Esattamente dove la pubblicità ha un effetto sui giovani, non c’è divieto: su internet. E oggi più dell’80% della pubblicità dell’industria del tabacco passa appunto attraverso internet e i social media.

L’iniziativa popolare, presentata da diverse organizzazioni della salute nel 2019, chiede un divieto totale della pubblicità del tabacco che raggiunge bambini o adolescenti. Sarebbe vietata la pubblicità di sigarette sui manifesti negli spazi pubblici. Ma anche la pubblicità al cinema, le inserzioni, la sponsorizzazione di festival e la pubblicità online per i prodotti a base di tabacco non sarebberro più consentite in futuro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 min
WhatsApp, Migros e Google sono i marchi più popolari in Svizzera
Il sondaggio in base all’indicatore Brand Indicator Switzerland è fondato su criteri come la rilevanza e l’emozionalità
Svizzera
35 min
L’estate dei record fa segnare anche l’anno record per infortuni
L’assenza di limitazioni legate al coronavirus e le condizioni climatiche favorevoli fanno lievitare gli incidenti durante il tempo libero: +14%
Svizzera
50 min
Escursionista con racchette cade e muore
Dopo un giorno di ricerche, il corpo senza vita dell’uomo, un 38enne, è stato rinvenuto in una buca carsica di Selun, nel Canton San Gallo
Svizzera
1 ora
Si schianta contro un sottopassaggio: morto
L’uomo, di mezza età, è deceduto sul posto dopo aver centrato un muro a Sirnach, nel Canton Turgovia
Svizzera
1 ora
Ignoti appiccano fuoco in una scuola elementare
Seri danni allo stabile di Brunnmatt, nella parte su della città di Basilea. Nessuno è rimasto ferito
Svizzera
2 ore
Trovati due corpi travolti da una valanga sopra Fully
Verosimilmente potrebbero essere il francese (residente nel Canton Vaud) e il belga (residente in Vallese) dispersi da qualche giorno
Svizzera
2 ore
Lotta alla corruzione nel settore pubblico, si marcia sul posto
Secondo il rapporto di Transparency International, nel nostro Paese il nepotismo è sempre troppo diffuso
Svizzera
2 ore
Ticino vagone di coda per puntualità dei convogli Ffs
Se a livello svizzero nel 2022 il 92,5% dei treni è arrivato in orario, a Sud delle Alpi più di 1 su 10 è giunto a destinazione più di 3’ dopo
Svizzera
3 ore
Udc per un giro di vite sull’immigrazione
In vista delle elezioni di autunno, il partito auspica lo spostamento delle procedure di asilo al di fuori dei confini nazionali
Svizzera
5 ore
Malgrado il rincaro, positivo il 2022 del commercio al dettaglio
Rispetto all’anno precedente, il giro d’affari dei negozi stanziali e online è aumentato complessivamente dell’1,8%
© Regiopress, All rights reserved