laRegione
restrizioni-in-entrata-berna-orientata-alla-soluzione-light
(Ti-Press)
17.09.21 - 09:04

Restrizioni in entrata, Berna orientata alla soluzione ‘light’

Il Consiglio federale deciderà oggi sulle due varianti poste in consultazione. Dubbi sul secondo test a 4-7 giorni. Sui test gratuiti probabile rinvio

Il Consiglio federale deciderà oggi sulle nuove restrizioni di ingresso in Svizzera da applicare alle persone non vaccinate o guarite: dopo aver messo in consultazione due varianti, l’esecutivo sembra orientato a scartare l’ipotesi della quarantena, che aveva incontrato la netta opposizione dei Cantoni, mantenendo invece la richiesta della presentazione di un test negativo e di un secondo test da effettuare dopo 4-7 giorni, a carico della persona interessata. Lo anticipa il Blick, che però, riguardo a quest’ultimo secondo test evidenzia la contrarietà dei Cantoni, fra i quali anche il Ticino che ne chiedeva almeno la gratuità, ciò che potrebbe portare a rivedere la decisione. Resteranno alcune eccezioni, ad esempio per i frontalieri e i minori di 16 anni.

Riguardo l’altro argomento che ha tenuto banco negli ultimi giorni, ovvero l’eventuale ripristino della gratuità dei test Covid, sospesa dal Consiglio federale dal 1° Ottobre ma richiesta a gran voce, con motivazioni diverse, da quasi tutti i partiti eccetto il Plr, ciò che è certo, secondo il Blick, è che se ne parlerà. L’orientamento, però, sembra essere quello di non cedere subito alle pressioni e rinviare la decisione, per prendere tempo e non togliere impulso alla campagna vaccinale che sembra avere ora ingranato.

Certificato per le persone vaccinate all’estero

Nelle intenzioni del Consiglio federale, tutte le persone residenti o che viaggiano in Svizzera e sono state vaccinate con uno dei vaccini approvato dall’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) e che risiedono o viaggiano in Svizzera devono poter ottenere un certificato Covid svizzero. Al riguardo, restano esclusi i vaccini presenti nella lista più ampia dell’Oms, ad esempio il Sinovac cinese: ciò per evitare la perdita del riconoscimento del certificato Svizzero da parte dell’Unione Europea. Sono comunque previste eccezioni per il settore diplomatico e per la Ginevra internazionale.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
certificato covid svizzero consiglio federale coronavirus test covid
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
34 min
Un dipendente su tre non vuole più andare in ufficio
Il sondaggio del portale finews.ch riguarda gli impiegati del settore finanziario
gallery
Svizzera
1 ora
A Zurigo una nuvola artificiale contro la canicola
Un grande anello in alluminio diffonde goccioline talmente piccole da non bagnare i passanti, ma che permettono di far calare la temperatura di vari gradi
Svizzera
1 ora
Salgono i casi di coronavirus, 46’025 nell’ultima settimana
Nell’arco di sette giorni il numero di nuove infezioni è salito del 39%, quello delle ospedalizzazioni del 51,7%
Svizzera
2 ore
Nuovamente percorribile la strada del Susten
Riaperto il valico tra i cantoni Uri e Berna, dopo che ieri una frana ne aveva provocato la momentanea chiusura
Svizzera
3 ore
Secondo richiamo raccomandabile, ma non prima dell’autunno
Covid, secondo booster per ora consigliato solo agli ultraottantenni e immunocompromessi. Passata l’estate, lo sarà per le persone ‘a rischio’
Svizzera
5 ore
Ha un nome il corpo ritrovato nell’Aare, a Rubigen
Formalmente identificata la salma rinvenuta il 29 giugno: si tratta di un 76enne bernese dato per disperso dopo che si era tuffato più a monte
Svizzera
5 ore
Donna salvata dalla Rega nelle gole dell’Areuse
La giovane era scivolata finendo in acqua in un luogo molto incassato. Soccorsa con l’ausilio del verricello
Svizzera
7 ore
La formazione continua è la carta vincente. E va incentivata
Ne è convinta Travail.Suisse, che chiede un’offensiva in questo campo. E maggiori aiuti dal settore pubblico sotto forma di borse di studio
Svizzera
8 ore
Nel 2021 ancora l’ombra della pandemia sugli studi medici
Malgrado il miglioramento rispetto a marzo-ottobre 2020, quasi la metà di loro anche l’anno scorso ha registrato un calo delle attività
Svizzera
10 ore
Femsa vuole fare spesa da Valora: sul piatto 1,1 miliardi
L’azienda messicana intenzionata ad acquistare il rivenditore al dettaglio basilese. Offerti 260 franchi per azione
© Regiopress, All rights reserved