laRegione
17.09.21 - 09:04

Restrizioni in entrata, Berna orientata alla soluzione ‘light’

Il Consiglio federale deciderà oggi sulle due varianti poste in consultazione. Dubbi sul secondo test a 4-7 giorni. Sui test gratuiti probabile rinvio

restrizioni-in-entrata-berna-orientata-alla-soluzione-light
(Ti-Press)

Il Consiglio federale deciderà oggi sulle nuove restrizioni di ingresso in Svizzera da applicare alle persone non vaccinate o guarite: dopo aver messo in consultazione due varianti, l’esecutivo sembra orientato a scartare l’ipotesi della quarantena, che aveva incontrato la netta opposizione dei Cantoni, mantenendo invece la richiesta della presentazione di un test negativo e di un secondo test da effettuare dopo 4-7 giorni, a carico della persona interessata. Lo anticipa il Blick, che però, riguardo a quest’ultimo secondo test evidenzia la contrarietà dei Cantoni, fra i quali anche il Ticino che ne chiedeva almeno la gratuità, ciò che potrebbe portare a rivedere la decisione. Resteranno alcune eccezioni, ad esempio per i frontalieri e i minori di 16 anni.

Riguardo l’altro argomento che ha tenuto banco negli ultimi giorni, ovvero l’eventuale ripristino della gratuità dei test Covid, sospesa dal Consiglio federale dal 1° Ottobre ma richiesta a gran voce, con motivazioni diverse, da quasi tutti i partiti eccetto il Plr, ciò che è certo, secondo il Blick, è che se ne parlerà. L’orientamento, però, sembra essere quello di non cedere subito alle pressioni e rinviare la decisione, per prendere tempo e non togliere impulso alla campagna vaccinale che sembra avere ora ingranato.

Certificato per le persone vaccinate all’estero

Nelle intenzioni del Consiglio federale, tutte le persone residenti o che viaggiano in Svizzera e sono state vaccinate con uno dei vaccini approvato dall’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) e che risiedono o viaggiano in Svizzera devono poter ottenere un certificato Covid svizzero. Al riguardo, restano esclusi i vaccini presenti nella lista più ampia dell’Oms, ad esempio il Sinovac cinese: ciò per evitare la perdita del riconoscimento del certificato Svizzero da parte dell’Unione Europea. Sono comunque previste eccezioni per il settore diplomatico e per la Ginevra internazionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Suisse Secret, il Ministero pubblico della Confederazione indaga
Credit Suisse sporge denuncia per la fuga di notizie. I reati prospettati sono spionaggio economico, violazione dei segreti commerciale e bancario
Svizzera
9 ore
Moutier, no di Plr e Udc alla mediazione di Baume-Schneider
Per le sezioni del Giura bernese, la passata militanza della consigliera federale non le permetterebbe un responso imparziale sul contenzioso
Svizzera
9 ore
In un comune su due installare pannelli solari non conviene
I proprietari rischiano addirittura di andare in perdita, indica uno studio. Notevoli le differenze da un cantone e un comune all’altro
Svizzera
10 ore
Il Consiglio federale in difesa della libertà di stampa
Scoop con i dati bancari? Il governo sostiene una mozione che chiede di rinunciare alle sanzioni penali previste attualmente
Svizzera
11 ore
Expo 2025, la Svizzera punta su innovazione e padiglione ‘light’
Berna intende presentare la struttura più leggera ed ecologica di tutta la manifestazione che si svolgerà a Osaka
Svizzera
11 ore
La Confederazione deve impegnarsi sulla penuria di farmaci
Secondo Enea Martinelli, farmacista ospedaliero di vari nosocomi bernesi, occorre elaborare misure a lungo termine
Svizzera
11 ore
Un gruppo di esperti vuole vietare le promozioni sulla carne
Le misure proposte, fra cui anche una tassa sul CO2 prelevata sulle derrate, sono finalizzate a preservare la sicurezza alimentare della Svizzera
Svizzera
12 ore
Migros ha scelto: il nuovo numero uno sarà Mario Irminger
Precedentemente alla testa di Denner (che ora cerca un nuovo timoniere), prenderà le redini dei ‘gigante arancione’ fra due mesi
Svizzera
12 ore
Le prestazioni complementari non compromettono il permesso C
Lo ha statuito il Tribunale federale, accogliendo il ricorso di uno spagnolo a cui in prima istanza le autorità avevano revocato lo statuto
Svizzera
15 ore
Per la Rega nel 2022 un numero da record di pazienti soccorsi
Le oltre 14’000 persone aiutate lo scorso anno sono la cifra più alta nei 70 anni di storia della Guardia aerea svizzera di soccorso
© Regiopress, All rights reserved