laRegione
commissione-chiede-certificato-covid-per-i-deputati
Keystone
Senza certificato, ma con mascherina, distanze e barriere di plexiglas
15.09.21 - 18:02
Aggiornamento: 18:27

Commissione chiede certificato Covid per i deputati

Un’iniziativa parlamentare chiede che anche i deputati federali e i ‘senatori’ siano assoggettati all’obbligo. La misura è giudicata ‘proporzionata’

Berna – L’obbligo di esibire un certificato sanitario deve valere anche per i parlamentari federali. È quanto ritiene la Commissione delle istituzioni politiche (Cip-S) del Consiglio degli Stati che - con 10 voti a 2 e una astensione - ha adottato un’iniziativa parlamentare in tal senso.

Attualmente mancano le basi legali per escludere chi non ha il certificato. Ciò è dovuto all’articolo 10 della Legge sul parlamento che obbliga i parlamentari a partecipare alle sedute delle Camere e delle Commissioni, ha spiegato lunedì il presidente del Consiglio degli Stati Alex Kuprecht (Udc/Sz) aprendo la sessione autunnale.

La questione era stata sollevata dai presidenti di partito: domenica la SonntagsZeitung aveva riferito come questi - ad eccezione del presidente Udc Marco Chiesa che, stando al domenicale, non era stato contattato - abbiano scritto una lettera alla Delegazione amministrativa (cioè la direzione dei Servizi del parlamento) chiedendo l’introduzione dell’obbligo.

Obbligo ‘proporzionato’

Riunitasi per discutere del caso, la Cip-S ha constatato che l’esercizio di mandato in Parlamento non è paragonabile alle attività che già sottostanno all’obbligo del certificato Covid. La commissione sottolinea inoltre che neppure sul posto di lavoro vige un obbligo generale di disporre di un certificato. Pertanto, “se si intende imporre vincoli per l’accesso al Palazzo del Parlamento, la loro proporzionalità dev’essere attentamente esaminata”, afferma la Cip-S in una nota.

La Commissione delle istituzioni politiche degli Stati dice di volersi assumere questo compito. Per la Cip-S, “poiché per ottenere un certificato Covid è necessario solo un test, richiedere tale certificato per accedere al Palazzo del Parlamento è considerato proporzionato”.

Non per questa sessione

Previa approvazione della commissione omologa del Nazionale, la Cip-S provvederà a elaborare le necessarie basi legali. L’obiettivo è che queste possano entrare in vigore in occasione delle sedute commissionali che si terranno nel quarto trimestre di quest’anno.

La commissione fa anche notare che se tutti i presenti sotto il Cupolone disporranno di un certificato Covid, sarà possibile revocare le misure di protezione, come l’obbligo di indossare la mascherina e l’installazione di pareti divisorie in plexiglas, che possono ostacolare la comunicazione tra parlamentari. Si tratta anche di garantire la capacità a lungo termine del Parlamento in un contesto epidemiologico ancora incerto e di contribuire ad evitare il sovraccarico del sistema sanitario.

Concretamente, il certificato Covid sarà richiesto a tutti coloro che accedono a Palazzo federale (dai 16 anni in su). Il pass potrà essere caricato sul “badge” che permette l’accesso all’edificio.

Da notare che i membri dei Consigli che non dispongono di un certificato Covid potranno votare a distanza. Chi deve accedere a Palazzo federale potrà inoltre farsi rimborsare il costo del test.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
certificato covid deputati iniziativa parlamentare obbligo parlamento
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
Svizzera
13 ore
Batosta in vista sui premi di cassa malati nel 2023
Secondo uno studio di Accenture, per coprire l’aumento dei costi della salute, in Ticino si prevede un balzo in avanti di circa il 10%
Svizzera
14 ore
Con la procedura agevolata centinaia di domande di cambio sesso
Con la riforma entrata in vigore a inizio anno per il cambiamento di sesso nel registro di stato civile non è più necessario passare da un giudice
Svizzera
15 ore
Dopo i problemi iniziali, i bipiano Ffs ora molto affidabili
All’inizio i convogli Alstom-Bombardier, il più grande appalto di sempre delle Ffs, avevano problemi di accessibilità e tecnici, in gran parte risolti
Svizzera
15 ore
Il presidente di ElCom ribadisce: possibili blackout in inverno
Werner Luginbühl, che presiede la Commissione federale dell’energia elettrica, accusa i politici di non aver ‘preso sul serio’ gli avvertimenti
Svizzera
16 ore
Maillard (Uss): disordini sociopolitici senza aumento dei salari
Il presidente dell’Unione sindacale svizzera paventa conseguenze disastrose per il mercato del lavoro e i consumi senza aumenti salariali
Svizzera
17 ore
Energia, in Svizzera aiuti economici ‘né necessari né utili’
Secondo Eric Scheidegger, capo della Direzione politica economica della Segreteria di Stato dell’economia, la Confederazione è meno colpita dal problema
Svizzera
1 gior
Povertà, in Svizzera poca differenza tra campagna e città
Sono colpite principalmente donne, famiglie monoparentali e persone con un basso livello d’istruzione
Svizzera
1 gior
Barbabietola da zucchero, previsto raccolto superiore alla media
Ha beneficiato di una primavera calda e secca. La coltura potrebbe però ridursi se nelle prossime non ci sarà sufficiente pioggia.
Svizzera
1 gior
Caldo, alluvioni... ecco come funziona il sistema di allerta
Nel caso degli avvisi meteorologici non tutti i livelli di pericolosità sono definiti per ogni fenomeno.
© Regiopress, All rights reserved