laRegione
15.09.21 - 15:48

Ancora sette pazienti Covid all’estero in attesa di rimpatrio

Cinque delle persone in attesa di essere riportate nei reparti di cure intense svizzere provengono da zone turistiche del Mediterraneo, due dai Balcani

Ats, a cura de laRegione
ancora-sette-pazienti-covid-all-estero-in-attesa-di-rimpatrio
(Keystone)

Sette pazienti si trovano attualmente all’estero in attesa di essere riportati in un’unità di terapia intensiva in Svizzera. Due di loro sono classificati come urgenti dal Servizio sanitario coordinato (Ssc) dell’esercito.

Un altro paziente non è considerato urgente e per altri quattro occorre attendere di raggiungere le capacità di trasporto, scrive oggi in una nota l’Ssc. Due di questi pazienti provengono da Stati balcanici e gli altri cinque da Paesi turistici del Mediterraneo.

Tra il 9 e il 14 settembre sono invece stati rimpatriati in Svizzera nove pazienti, su un totale di 23 persone bisognose di terapie intensive segnalate all’Ssc. Sedici di loro hanno ricevuto un trattamento prioritario, mentre in sette casi non è più stato auspicato alcun trasporto “per vari motivi”. Il Servizio sanitario coordinato precisa inoltre che il 52% dei casi trattati riguarda pazienti Covid e il 48% altre patologie.

Dal 9 settembre, le richieste di trasferimento di pazienti che si ammalano all’estero non vengono più fatte agli ospedali, ma al centro di coordinamento nazionale. Quest’ultimo valuta le richieste secondo “criteri medici unitari” e le trasmette ai responsabili cantonali e regionali.

Se non è disponibile alcun posto di trattamento intensivo presso il domicilio del paziente, il centro di coordinamento si assume l’attribuzione di posti su scala nazionale. Nonostante l’alta sollecitazione dei reparti di cure intense, finora è stato possibile garantire i rimpatri.

Vista la situazione epidemiologica dinamica, non è tuttavia possibile fornire indicazioni vincolanti sull’immediato futuro. L’obiettivo - precisa ancora l’Ssc - è di fare in modo che non si debbano più definire le priorità per la totalità dei rimpatri, non appena la situazione nei reparti di cure intense si sarà calmata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
56 min
Crescono i pernottamenti in Svizzera. Ma non in Ticino
In controtendenza con la tendenza nazionale, nel nostro cantone in agosto la flessione è stata del 16%. Ma nel 2021 cifre ‘dopate’
Svizzera
1 ora
Covid, da lunedì quarta dose in tutta la Svizzera
Come a livello cantonale, la vaccinazione è consigliata soprattutto alle persone a rischio sopra i 65 anni e il personale sanitario
Svizzera
1 ora
Addio ai ‘gioielli di famiglia’ per Credit Suisse
L’istituto di credito ha avviato il processo di vendita dell’albergo di lusso Savoy, ultimo grande immobile ancora di proprietà della banca
Svizzera
2 ore
Sedicenne gravemente ustionato da un arco elettrico
Il giovane, che si trovava accanto a un treno merci fermo alla stazione di Rafz, nel canton Zurigo, è stato elitrasportato all’ospedale
Svizzera
4 ore
Successione di Maurer, anche Rickli e Stamm Hurter si defilano
L’ex consigliera nazionale di Winterthur, tra i favoriti per il posto vacante in Governo, non sarà della corsa. Così come l’ex vicepresidente dell’Udc
Svizzera
19 ore
Sempre più problemi per l’approvvigionamento di farmaci
Le carenze, come precisa l’Ufsp, erano già preesistenti e non dipendono dalla guerra in Ucraina. Mancano anche centinaia di prodotti salvavita
Svizzera
20 ore
Fino a oltre un’ora di coda alle biglietterie Ffs
K-Tipp traccia una mappa della Svizzera in base ai tempi di attesa agli sportelli delle principali stazioni. A Zurigo fino 71 minuti di fila
Svizzera
20 ore
‘Finora tante promesse, ma troppi pochi soldi’
Il Fondo di risarcimento per le vittime dell’amianto sta ancora attendendo i 30 milioni preannunciati da imprese e organizzazioni economiche
Svizzera
20 ore
Abbattuta una giovane lupa in Val Lumnezia
L’esemplare faceva parte del branco di Wannaspitz. L’autorizzazione a cacciarla era stata emessa a inizio settembre
Svizzera
22 ore
Non ci sarà recessione, ma una crescita del Pil più lenta
Lo indicano le previsioni del Kof, che rivede al ribasso la progressione del Prodotto interno lordo
© Regiopress, All rights reserved