laRegione
casi-e-ricoveri-stabili-ma-cure-intense-sempre-piu-piene
Keystone
09.09.21 - 14:57
Aggiornamento: 17:29
Ats, a cura de laRegione

Casi e ricoveri stabili, ma cure intense sempre più piene

Il numero dei malati più gravi è aumentato del 15% da una settimana all'altra. Su 324 persone ricoverate in settimana, il 92% non è vaccinato

Nella settimana dal 30 agosto al 5 settembre il numero di test, casi e ricoveri ospedalieri dichiarati è rimasto stabile, sono invece aumentati i malati di Covid-19 nei reparti di cure intense. È quanto emerge dall'abituale rapporto settimanale pubblicato oggi dall'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp).

Per la settimana in rassegna, finora sono stati dichiarati 324 ricoveri in relazione a un'infezione da SARS-CoV-2 confermata in laboratorio, contro i 393 dichiarati nello stesso momento della settimana precedente, nota l'Ufsp.

Il numero di ricoveri tra il 30 agosto e il 5 settembre - o settimana 35 - è probabilmente diminuito rispetto a quello della settimana precedente nonostante le dichiarazioni tardive attese. Il numero medio di pazienti ricoverati per il Covid in un reparto di cure intense è per contro aumentato da 243 a 280 (+15% fra una settimana e l'altra). L'occupazione dei reparti di cure intense nella settimana in rassegna e in quella precedente è stata del 79%, il livello più alto dall'inizio della pandemia, scrive l'Ufsp nel suo rapporto. I decessi fra una settimana e l'altra sono invece passati da 34 a 44.

Vaccinazione e ospedalizzazioni

Dallo scorso 27 gennaio al 5 settembre, le persone completamente vaccinate - due settimane dopo la seconda dose - che sono state ricoverate in ospedale sono 193, mentre si contano 37 vittime. Per fare un confronto, in questo lasso di tempo ci sono stati oltre 10'000 ricoveri, mentre i decessi sono stati circa 2'000.

Per quanto riguarda i casi, invece, da fine gennaio ne sono stati dichiarati 1636 - su un totale, da gennaio a settembre, di circa 280'000 - fra coloro che hanno completato il ciclo vaccinale: "Il numero dei casi completamente vaccinati dichiarati è molto basso. Anche tenendo conto di un numero elevato di casi sfuggiti alla rilevazione, la quota di casi completamente vaccinati dovrebbe rientrare nell'intervallo atteso secondo gli studi per l'omologazione", precisa l'Ufsp, ricordando che la vaccinazione con i preparati disponibili in Svizzera protegge "molto efficacemente" dalle infezioni sintomatiche con le varianti del virus attualmente circolanti in Svizzera e dai decorsi gravi della malattia.

Secondo gli studi per l'omologazione, l'efficacia dei due vaccini disponibili in Svizzera è del 94-95%.
 
 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus cure intense svizzera ufsp
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
54 min
Vallese, alpinista 64enne muore sul Täschhorn
L’uomo, un olandese, si trovava in compagnia di un altro scalatore. Si trovava a circa 3’910 metri d’altitudine quando è caduto dalla parete rocciosa.
Svizzera
2 ore
Ancora nessun bambino ucraino arrivato per assistenza medica
Il Paese aveva chiesto alla Svizzera di accogliere 155 bimbi malati. Prima dell’arrivo sono necessari però dei chiarimenti.
Svizzera
17 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
17 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
18 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
18 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
20 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
1 gior
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
© Regiopress, All rights reserved