laRegione
08.09.21 - 20:28
Aggiornamento: 22:33

Estensione del certificato Covid: c'è chi dice no

Migliaia di persone a manifestare in piazza della stazione a Berna contro quanto deciso oggi dal Consiglio federale

estensione-del-certificato-covid-c-e-chi-dice-no
Voci contro (Keystone)

Almeno un migliaio di persone si è riunito a Berna per una manifestazione spontanea contro l'estensione del certificato Covid. «La vaccinazione obbligatoria dalla porta di servizio è qui», denunciava un appello sui social media. L'appello è stato lanciato da alcune organizzazioni che tempo si oppongono alle misure anti Covid. Alcuni manifestanti hanno sventolato bandiere della Svizzera e dei Cantoni. C'erano anche suonatori di campanacci e alcuni partecipanti indossavano le magliette viola dell'organizzazione 'Mass-Voll'.

La manifestazione ha preso il via verso le 19 sulla piazza della stazione ed è continuata con un corteo in direzione della Piazza federale. Nel corso del pomeriggio, la piazza è stata tuttavia transennata dalla polizia. Due auto della polizia hanno preceduto il corteo, dando la direzione, e agenti ai lati hanno accompagnato la manifestazione indossando gilet luminosi, seguiti dai granatieri in tenuta antisommossa.

Il corteo si è concluso su Piazza federale dopo le 21, come pianificato, ha indicato all'agenzia di stampa Keystone-ATS Reto Nause, direttore della sicurezza della città di Berna. Si è voluto proteggere il Palazzo Federale e perciò, tra le altre cose, è stata posta una recinzione sul bordo della Piazza Federale, che però è rimasta liberamente accessibile, ha spiegato. Gli organizzatori della manifestazione avevano concordato in anticipo un percorso con le autorità e si sono attenuti a esso.

Trattandosi di una manifestazione spontanea, gli organizzatori non erano tenuti a ottenere un'autorizzazione. L'esecutivo della capitale ha esplicitamente sconsigliato di partecipare alla manifestazione. La città di Berna ha inoltre incaricato la polizia cantonale di prendere le misure necessarie per garantire la sicurezza, in particolare poiché da ambienti della sinistra erano stati lanciati appelli a una contro-manifestazione, che però non c'è stata.

Le stime del numero di manifestanti erano molto diverse. Un giornalista di Keystone-ATS ha contato circa 1'000 persone nel corteo. Un oratore ha parlato di 20'000 partecipanti su Piazza Federale, mentre Reto Nauser ha ipotizzato diverse migliaia di manifestanti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
9 ore
Il centro di cybersicurezza diventa un ufficio federale del Ddps
Lo ha deciso oggi il Consiglio federale incaricando il Dipartimento di predisporre le strutture del nuovo ufficio entro fine marzo 2023
Svizzera
10 ore
Gestione sostenibile delle imprese, stabilite le prossime tappe
Nel rapporto approvato oggi il Consiglio federale ha ribadito la grande importanza attribuita al rispetto dei diritti umani e alla protezione ambientale
Svizzera
11 ore
Spazio economico europeo, tre svizzeri su quattro favorevoli
Secondo lo studio condotto da gfs.bern, la maggioranza vede di buon occhio il mercato europeo e una partecipazione ai programmi europei di cooperazione
Svizzera
12 ore
Urs Loher al vertice di armasuisse da agosto
Colonnello dell’esercito, 56enne, rimpiazzerà come capo dell’Ufficio federale dell’armamento Martin Sonderegger che andrà in pensione
Svizzera
14 ore
L’imposizione individuale è stata messa in consultazione
Il Consiglio federale ha avviato oggi la procedura: in futuro, anche i coniugi dovranno compilare separatamente la dichiarazione delle imposte
Svizzera
15 ore
Il Black Friday ha mosso 7,1 milioni di pacchi in Svizzera
Non è stato comunque raggiunto il record del 2021 di oltre 7,4 milioni di invii
Svizzera
17 ore
Un seggio in governo spinge più persone alle urne? Non in Ticino
Uno studio smentisce la relazione fra rappresentanza in Consiglio federale di un cantone e aumento di interesse per la politica fra la popolazione
Svizzera
19 ore
‘Qui a Palazzo le persone mi conoscono, ed è questo che conta’
È stato definito ‘principe del lobbismo’, ‘petro-lobbista’, ‘cacciatore di mandati’. Albert Rösti spiega perché non fa nulla di strano, o di male
Svizzera
1 gior
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
1 gior
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
© Regiopress, All rights reserved