laRegione
07.09.21 - 19:04
Aggiornamento: 19:23

Yvan Perrin non è colpevole di discriminazione razziale

Anche la Corte d'appello non ha seguito la Procura, che accusava l'ex consigliere di Stato neocastellano di aver propagato un'ideologia volta a denigrare i musulmani

Ats, a cura de laRegione
yvan-perrin-non-e-colpevole-di-discriminazione-razziale
Perrin (a destra) insieme al suo avvocato

L'ex consigliere di Stato neocastellano ed ex consigliere nazionale Yvan Perrin (Udc) non è stato giudicato colpevole di discriminazione razziale mantenendo commenti controversi di terzi sul suo account Facebook. Pure la Corte d'appello ha assolto il politico democentrista, confermando quanto già stabilito dal Tribunale di polizia di Neuchâtel nel luglio del 2020. Né in prima istanza, né oggi i giudici hanno seguito il Ministero pubblico, che accusava Perrin di aver propagato un'ideologia volta a denigrare i musulmani. La Procura chiedeva una pena di 90 aliquote giornaliere di 30 franchi sospesa per due anni e di prendere a carico le spese del procedimento. Ora non esclude il ricorso al Tribunale federale.

Stando alla Corte, Perrin non aveva il dovere di controllare costantemente il suo account Facebook. Lo ha pertanto assolto con il "beneficio del dubbio", poiché non ha cercato attivamente di mantenere i commenti polemici.

Commenti controversi

Tra il 4 e il 6 aprile 2019, Perrin ha pubblicato commenti sul suo account Facebook, in particolare sul Museo delle Civiltà Islamiche di La Chaux-de-Fonds (Ne). Collegava le sue pubblicazioni con i Fratelli Musulmani.

Secondo il procuratore generale neocastellano Pierre Aubert, Perrin ha attaccato i musulmani e non solo l'islamismo. Dal canto suo, l'attuale segretario generale dell'Udc ginevrina (dallo scorso giugno) ribadisce - così come fatto già in prima istanza - che la sua posizione è inequivocabile e di non essere mai stato bloccato da Facebook.

Per il consigliere nazionale Jean-Luc Addor (Udc), avvocato di Perrin, "non esiste un obbligo formale di moderare tutti i commenti su un post di Facebook. Non sarebbe realistico. Quando Perrin ha la possibilità di farlo, cancella i commenti e blocca le persone", ha aggiunto. Una pratica che seguiva già in precedenza, ma "ora sono più sensibile alla moderazione dei commenti", ha aggiunto l'ex consigliere nazionale ed ex consigliere di Stato.

Per l'avvocato, "se si tolgono i commenti fatti da terzi, non è rimasto praticamente nulla contro Yvan Perrin. Non c'è la minima traccia di discriminazione razziale e di comportamento attivo" per propagare questi messaggi problematici, ha detto Addor.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
8 ore
Ottobre col segno negativo per le vendite al dettaglio
Nel decimo mese dell’anno il giro d’affari ha conosciuto una contrazione del 2,7% rispetto a quello precedente. Stabilità invece su base annua
Svizzera
10 ore
Fermato un uomo in un’area di sosta con 10 kg di cocaina
Incastrato dal fiuto di Arani von der Lodeburg. L’uomo era stato controllato nei pressi di Würenlos, mentre procedeva in direzione di Berna
Svizzera
11 ore
Ancora troppo poco diffusa la cultura del ‘Nutri-Score’
Per il Consiglio federale, la popolazione va maggiormente sensibilizzata sul sistema di caratterizzazione nutrizionale degli alimenti
Svizzera
11 ore
Serata ‘calda’ per i pompieri grigionesi: doppio intervento
Principi di incendi con danni materiali a Fanas (a causa di una candela) e Bargung. Una persona portata all’ospedale per sospetta intossicazione da fumo
Svizzera
12 ore
Critiche alla Posta per il suo ruolo in rapporto alle Pmi
L’Usam rimprovera al gigante giallo la sua posizione predominante nel monopolio delle lettere, sfruttata anche in altri ambiti
Svizzera
13 ore
Scomparsa da giovedì, ritrovata morta a Brügg
Il corpo della donna, una 76enne spagnola residente a Bienne, è stato rinvenuto privo di vita in una chiusa del canale Nidau-Büren
Svizzera
14 ore
Gettano il porcellino d’india in un cestino dei rifiuti
È salvo e in buone condizioni l’animaletto domestico recuperato operaio comunale ad Amriswil, ora affidato alla protezione animali
Svizzera
15 ore
Polizze con codice Qr, bilancio ‘molto positivo’
A due mesi dalla sua introduzione, la Posta si dice soddisfatta della risposta dell’utenza. ‘Per la stragrande maggioranza è una routine’
Svizzera
16 ore
Per Ruth Dreifuss un dottorato honoris causa
A conferirglielo, per l’impegno a favore di un mondo più giusto, delle pari opportunità e della tutela delle minoranze è stata l’Università di Berna
Svizzera
16 ore
Scansa un camion e centra il guardrail a bordo carreggiata
Incidente della circolazione sulla cantonale che da Coira porta ad Arosa: ingenti danni a vettura e infrastruttura stradale. Illeso il conducente
© Regiopress, All rights reserved