laRegione
06.09.21 - 15:55
Aggiornamento: 19:45

Fabbisogno di personale sanitario, è necessario agire

Gli sforzi per assicurare la prossima generazione di professionisti della salute non universitari stanno funzionando ma resta il divario fra domanda e offerta

Ats, a cura de laRegione
fabbisogno-di-personale-sanitario-e-necessario-agire
(Ti-Press)

Le misure adottate da Confederazione, Cantoni e dal settore sanitario per assicurare la prossima generazione di professionisti della salute non universitari stanno dando i loro frutti. È la conclusione del rapporto nazionale 2021 sui futuri bisogni di personale sanitario, il quale sottolinea tuttavia che resta la necessità di agire.

Per il periodo dal 2019 al 2029, c'è bisogno di 43'400 nuovi infermieri a livello terziario e di 27'100 nuovi infermieri e assistenti a livello secondario II, secondo l'Osservatorio svizzero della salute (Obsan).

Gli autori del rapporto suppongono che con le nuove leve disponibili "si potrà coprire il 67% (livello terziario) e l'80% (livello secondario II) della domanda". Questa previsione si basa su un ulteriore aumento del numero di attestati di formazione nelle professioni infermieristiche, dopo che l'attività di formazione è già stata intensificata negli ultimi anni.

Così, tra il 2012 e il 2019, il numero di personale infermieristico e di assistenza nelle istituzioni sanitarie è aumentato del 19%, ossia di 29'100 persone. Il maggior aumento è stato nell'ambito dello Spitex (+39%), seguito dalle case per anziani e di cura (+17%) e dagli ospedali e cliniche (+13%).

Necessità di agire resta

"Gli intensi sforzi degli ultimi anni stanno dando i loro frutti", ha dichiarato - citata nel comunicato - Anne-Geneviève Bütikofer, presidente di OdASanté e direttrice di H+ Gli Ospedali svizzeri, l'associazione degli ospedali, delle cliniche e degli istituti di cura pubblici e privati elvetici. Nonostante gli sviluppi incoraggianti e le previsioni per le qualifiche di formazione, nel settore infermieristico - sottolinea - c'è "ancora un chiaro divario tra domanda e offerta": non è quindi il momento di ritenere sufficiente quanto raggiunto, mette in guardia.

La lacuna viene attualmente colmata in larga misura da persone con diplomi stranieri. La loro quota, nel caso del personale infermieristico, è in media del 30%, con grandi differenze regionali.

"La pandemia del Covid-19 ci ha mostrato, soprattutto nei cantoni di frontiera, che questa dipendenza nasconde alcuni rischi e rende il nostro sistema sanitario vulnerabile", ha indicato da parte sua Lukas Engelberger, presidente della Conferenza dei direttori cantonali della sanità (Cds).

Motivare il personale a restare

Pertanto, oltre a un ulteriore aumento del numero di attestati di formazione, "sono soprattutto richieste misure per mantenere il personale sanitario". Ciò significa, tra le altre cose, una migliore compatibilità tra lavoro e famiglia. Migliorie potrebbero essere realizzate anche nell'ambito del percorso professionale, dello sviluppo professionale e della promozione dei talenti.

La creazione di condizioni di lavoro favorevoli è principalmente responsabilità delle aziende, indica il rapporto. Tuttavia, i politici e le autorità sono chiamati a fornire condizioni quadro adeguate e ad assicurare risorse finanziarie sufficienti.

Per la prima volta, questo rapporto è stato redatto congiuntamente dall'Obsan, dalla Cds e dall'OdASanté, "organizzazione mantello del mondo del lavoro per il settore sanitario". È il terzo dopo quelli del 2009 e del 2016.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
4 ore
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
7 ore
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
8 ore
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
Svizzera
10 ore
Si potrà abbattere un lupo capobranco con prove diverse dal Dna
Così il Taf sul caso del maschio alfa del branco del Beverin: la partecipazione determinante dell’esemplare al danno potrà essere dimostrata in altri modi
Svizzera
12 ore
Grigioni: furgone contro un’auto, una donna gravemente ferita
Il violento scontro è successo ieri, giovedì 26 gennaio, a Schiers in Val Prettigovia
Svizzera
1 gior
Edifici non residenziali, c’è l’obbligo di pannelli solari
La misura, che si applica da ora e fino al 2032, interessa tutti gli stabili (anche quelli esistenti) a partire da una superficie di 300 m²
Svizzera
1 gior
Su lemievaccinazioni.ch un controllo troppo superficiale
Le commissioni della gestione dei due rami del parlamento bacchettano l’Ufficio federale della sanità pubblica
Svizzera
1 gior
Per i media con il ‘non sapevo’ Berset gioca il tutto per tutto
La smentita circa la consapevolezza della fuga di notizie desta perplessità in buona parte della stampa svizzera
Svizzera
1 gior
In Svizzera si alleva sempre più pollame
Il fenomeno è in atto da decenni. Aumentano anche le colture di avena anche se restano marginali sul totale
© Regiopress, All rights reserved