laRegione
03.09.21 - 15:48
Aggiornamento: 18:21

Oltre 620mila anziani senza assistenza adeguata in Svizzera

La Fondazione Paul Schiller calcola 20 milioni di ore di deficit in questo settore. E propone un ‘assegno di cura’

oltre-620mila-anziani-senza-assistenza-adeguata-in-svizzera
Keystone
‘Urgente agire’

Aarau – In Svizzera più di 620'000 persone sopra i 65 anni non ricevono l'assistenza adeguata. Uno studio pubblicato dalla Fondazione Paul Schiller, ha calcolato 20 milioni di ore di deficit in questo settore, con costi fra 0,8 e 1,6 miliardi di franchi.

La necessità di agire nel campo dell'assistenza agli anziani è "sempre più sentita", hanno sottolineato i responsabili dello studio in un simposio ad Aarau. A causa dell'evoluzione demografica, il numero di ultraottantenni è destinato a raddoppiare in Svizzera entro il 2050, quando una persona su dieci avrà superato quell'età.

Assegno di cura

Per finanziare una adeguata assistenza, lo studio propone, tra l'altro, un assegno di assistenza che mette a disposizione quote orarie per le persone con bisogni di assistenza - indipendentemente dal fatto che qualcuno viva a casa propria o in un istituto di cura.

Questo "assegno di cura", legato a strumenti esistenti come le prestazioni complementari all'Avs, rafforzerebbe il lavoro di prossimità ed avrebbe pure un effetto preventivo, permettendo agli anziani di vivere più a lungo in modo indipendente e aiutando i familiari a conciliare la cura e il lavoro.

'Urgente necessità di agire'

C'è un "bisogno urgente di agire", sottolinea la fondazione. Senza un sostegno adeguato, gli anziani corrono il rischio di sentirsi isolati e trascurati. Il rischio è che finiscano sempre più spesso in ospedali o case di cura anche quando ciò potrebbe essere evitato.

Se la Svizzera vuole assicurare cure adeguate agli anziani, "deve allontanarsi dalla visione orientata al medico". "L'invecchiamento non è una malattia", sottolinea Maja Nagel, membro del Consiglio della Fondazione Paul Schiller.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Sempre più problemi per l’approvvigionamento di farmaci
Le carenze, come precisa l’Ufsp, erano già preesistenti e non dipendono dalla guerra in Ucraina. Mancano anche centinaia di prodotti salvavita
Svizzera
14 ore
Fino a oltre un’ora di coda alle biglietterie Ffs
K-Tipp traccia una mappa della Svizzera in base ai tempi di attesa agli sportelli delle principali stazioni. A Zurigo fino 71 minuti di fila
Svizzera
14 ore
‘Finora tante promesse, ma troppi pochi soldi’
Il Fondo di risarcimento per le vittime dell’amianto sta ancora attendendo i 30 milioni preannunciati da imprese e organizzazioni economiche
Svizzera
14 ore
Abbattuta una giovane lupa in Val Lumnezia
L’esemplare faceva parte del branco di Wannaspitz. L’autorizzazione a cacciarla era stata emessa a inizio settembre
Svizzera
15 ore
Non ci sarà recessione, ma una crescita del Pil più lenta
Lo indicano le previsioni del Kof, che rivede al ribasso la progressione del Prodotto interno lordo
Svizzera
16 ore
La Città di Zurigo ‘congela’ la cannabis legale
Decisione inevitabile in attesa dell’approvazione definitiva del progetto da parte di Berna. Il tutto slitta alla prima metà del 2023
Svizzera
17 ore
La distribuzione di eroina in forma agevolata proseguirà
Le persone stabili dal punto di vista sociosanitario potranno continuare a portare le dosi in compresse a casa anziché recarsi giornalmente nei centri
Svizzera
18 ore
Grigioni, passo avanti per il centro Sup
La commissione preparatoria del Gran Consiglio retico avalla il progetto per la costruzione della nuova Scuola universitaria professionale
Svizzera
18 ore
I funzionari pubblici ginevrini incrociano le braccia
Dal malcontento per il budget 2023 allo sciopero: mercoledì prossimo una giornata di astensione dal lavoro. Baud: ‘È la prima tappa’
Svizzera
18 ore
‘Pronti a ritirare l’Iniziativa per i ghiacciai’
Soddisfatto dal controprogetto, a determinate condizioni il comitato promotore potrebbe fare retromarcia
© Regiopress, All rights reserved