laRegione
30.08.21 - 13:28
Aggiornamento: 16:42

L'Ufam approva domande di abbattimento di lupi in Vallese e Vaud

In seguito all'aumentata predazione di bovini e pecore, potranno essere abbattuti due esemplari del branco del Marchairuz e due di quello della Valle d'Hérens

Ats, a cura de laRegione
l-ufam-approva-domande-di-abbattimento-di-lupi-in-vallese-e-vaud
(Keystone)

Via libera all'uccisione di quattro giovani lupi in Vaud e Vallese: l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha approvato le domande di regolazione presentate dai due Cantoni, indica una nota odierna.

Il 3 agosto Vaud ha inoltrato una domanda di regolazione del branco del Marchairuz, responsabile di predazioni, peraltro in aumento, contro mandrie di bovini e dell'uccisione di almeno due vitelli di sei mesi. Con l'abbattimento di due giovani lupi, il Cantone vuole indurre un cambiamento nel comportamento del branco.

Il Vallese ha presentato la richiesta il 9 agosto. Le autorità vogliono regolare il branco presente nella Val d'Hérens, adducendo le predazioni di pecore nonostante fossero state adottate misure di protezione del bestiame. Anche in questo caso, il Cantone mira a cambiare il comportamento del branco sopprimendo due giovani lupi.

Dopo aver esaminato le richieste, l'UFAM ha approvato le due domande sulla base della legge sulla caccia e della relativa ordinanza d'applicazione, la cui revisione è entrata in vigore a metà luglio 2021. Il due cantoni possono ora emanare una decisione di abbattimento, che deve tuttavia essere limitata al più tardi al 31 marzo 2022.

Lo scopo degli abbattimenti, indica l'UFAM, è fare in modo che i lupi tornino ad essere più timidi. Affinché le misure previste abbiano l'effetto auspicato, l'Ufficio federale raccomanda ai Cantoni di sopprimere, "per quanto possibile, giovani esemplari appartenenti a un gruppo di più lupi e di abbatterli in prossimità di greggi o mandrie di animali da reddito o di aree insediative".

Stando all'UFAM, attualmente in Svizzera vivono circa 130 lupi e almeno 10 branchi. Questi numeri sono in aumento.

Per rimediare alla difficile situazione venutasi a creare nelle regioni dove la popolazione aumenta rapidamente, lo scorso 30 giugno, il Consiglio federale ha modificato l'ordinanza sulla caccia riducendo nettamente la soglia di abbattimento di questa specie. Al contempo, sono state migliorate le condizioni per rafforzare la protezione del bestiame.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
15 ore
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
16 ore
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
18 ore
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
19 ore
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
20 ore
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
21 ore
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
1 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
1 gior
Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo
Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
Svizzera
1 gior
Ue: oggi soltanto il 6,5% dei giovani svizzeri è favorevole
Solo nel 2007 questa fascia di età (18-34 anni) risultava essere la più propensa all’ingresso della Confederazione elvetica
Svizzera
1 gior
I servizi pubblici svizzeri digitali stanno perdendo colpi
In testa alla graduatoria in materia di digitalizzazione si piazza la Danimarca. Per le città, Zurigo davanti a Roma
© Regiopress, All rights reserved