laRegione
25.08.21 - 20:54

Consiglio federale per l’abolizione del valore locativo

Il Governo sostiene il progetto della commissione degli Stati, ma propone alcune modifiche. La misura andrebbe applicata anche alle residenze secondarie.

consiglio-federale-per-l-abolizione-del-valore-locativo
Ti-Press
Nuovo tentativo di sopprimere il valore locativo

Berna – Il Consiglio federale è favorevole all'abolizione del valore locativo, ma propone alcune modifiche rispetto al progetto presentato dalla Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-S).

Il testo della commissione chiede la soppressione dell'imposizione del valore locativo per l'abitazione primaria a livello federale e cantonale. In compenso non potrebbero più essere dedotte dalle imposte le spese di manutenzione dell'immobile e gli interessi passivi.

Il governo - ricorda un comunicato odierno - ha più volte sottolineato le lacune del sistema attuale, come gli incentivi all'indebitamento privato o la complessità tecnica. È quindi favorevole all'abolizione del valore locativo, ma con alcune differenze rispetto alla proposta di partenza.

Perdita di gettito stimata in 1,66 miliardi

In primo luogo, secondo il Consiglio federale, la misura dovrebbe essere applicata anche alle abitazioni secondarie per semplificare al meglio il sistema. Inoltre si dovrebbe continuare a dedurre gli interessi passivi se si tratta di "costi di conseguimento del reddito", in particolare per gli immobili locati o affittati e le abitazioni secondarie a uso proprio, sulle quali si continua a riscuotere l'imposta sul valore locativo. Infine l'esecutivo propone di mantenere le deduzioni per il risparmio energetico e la protezione dell'ambiente, anche se la legge sul CO2 è stata bocciata alle urne. Per il Consiglio federale questo incentivo fiscale permetterebbe di raggiungere l'obiettivo climatico 2050.

Queste modifiche comportano un sostanziale cambiamento nel calcolo delle ripercussioni finanziarie. Con un tasso ipotecario dell'1,5 %, la CET-S ha stimato a 660 milioni di franchi le minori entrate per Confederazione, Cantoni e Comuni. Se le proposte del Consiglio federale venissero accettate il gettito diminuirebbe invece di 1,66 miliardi di franchi. Con un tasso ipotecario del 3,5%, il progetto della commissione comporterebbe maggiori entrate per circa due miliardi di franchi, mentre con le proposte dell'Esecutivo queste sarebbero di soli 150 milioni di franchi.

Le minori entrate per Confederazione, Cantoni e Comuni derivanti dal cambio di sistema relativo alle abitazioni secondarie non sono quantificabili, precisa un comunicato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Disoccupazione Seco stabile al 2,4% in Ticino
Il tasso di iscritti negli uffici regionali di collocamento a livello nazionale è sceso sotto il 2% per la prima volta dal 2001
energia
13 ore
Gas: anche la Svizzera vuole impianti di stoccaggio
La richiesta è dell’Associazione svizzera dell’industria del gas (Asig). Il tema verrà trattato dal Consiglio federale
Svizzera
20 ore
Migros: in arrivo ‘Teo’, il negozio senza personale
Vi si potrà accedere mediante carta di credito oppure un codice QR Cumulus. La casse automatiche accetteranno anche il pagamento con twint
Svizzera
22 ore
Impressum chiede aumenti salariali nei media
Sollecitato l’adeguamento delle retribuzioni in funzione dell’inflazione. ‘Non concederlo equivarrebbe a una riduzione dello stipendio’
Svizzera
23 ore
‘Io, adolescente e con la fedina penale già macchiata’
Fra i reati più commessi dai giovanissimi ci sono il taccheggio e il porto abusivo di armi, lo indica un’indagine internazionale
Svizzera
1 gior
Crescono i pernottamenti in Svizzera. Ma non in Ticino
In controtendenza rispetto a quella nazionale, nel nostro cantone in agosto la flessione è stata del 16%. Ma nel 2021 cifre ‘dopate’
Svizzera
1 gior
Covid, da lunedì quarta dose in tutta la Svizzera
Come a livello cantonale, la vaccinazione è consigliata soprattutto alle persone a rischio sopra i 65 anni e al personale sanitario
Svizzera
1 gior
Addio ai ‘gioielli di famiglia’ per Credit Suisse
L’istituto di credito ha avviato il processo di vendita dell’albergo di lusso Savoy, ultimo grande immobile ancora di proprietà della banca
Svizzera
1 gior
Sedicenne gravemente ustionato da un arco elettrico
Il giovane, che si trovava accanto a un treno merci fermo alla stazione di Rafz, nel canton Zurigo, è stato elitrasportato all’ospedale
Svizzera
1 gior
Successione di Maurer, anche Rickli e Stamm Hurter si defilano
L’ex consigliera nazionale di Winterthur, tra i favoriti per il posto vacante in governo, non sarà della corsa. Così come l’ex vicepresidente dell’Udc
© Regiopress, All rights reserved